giovedì , 21 Marzo 2019

Progetto TRYAT per capire meglio il nostro clima

Si è svolta oggi, nella Sala della Giunta di Palazzo San Giacomo, la presentazione del Progetto TRYAT, che vede coinvolto l‘ITIS Leonardo da Vinci, Istituto Tecnico di Napoli, della IV Municipalità, a ridosso dell’area orientale cittadina. L’Istituto è risultato l’unico in Italia a rientrare nel percorso professionale del progetto, che insieme ad altri due istituti europei, Il Lise Meitner Schule di Berlino ed il Lycee Sant Cricq di Pau in Francia, hanno avuto la possibilità di partecipare al Programma Europeo Erasmus. A presentare il progetto c’erano la Dirigente scolastica dell’Istituto Leonardo da Vinci Rosalba Matrone, il Professore Pasquale Longo, coordinatore del Team Leonardo da Vinci-Erasmus +, il Vicesindaco Enrico Panini. Ha moderato la presentazione Paola Pastorino, Assessore alla Scuola della IV Municipalità.

In cosa consiste il TRYAT? E’ l’acronimo di Track Your Atmosphere, e sfrutta in maniera diversa il sistema di ricezione GPS. Questo tipo di sistema, che noi utilizziamo per pianificare rotte o lunghi tragitti ed essere aiutati durante il viaggio, viene usato per ricevere una visione sulla composizione dell’atmosfera e, sfruttando i dati ricevuti, si ha la possibilità di stabilire con più precisione le previsioni meteorologiche e le condizioni climatiche. I nostri ragazzi dell’Istituto Leonardo da Vinci, in collaborazione con i loro partner europei, hanno ideato una proposta  che darà la possibilità di trasferire dati attraverso lo sviluppo di una piattaforma di apprendimento e la preparazione di antenne GPS installate sui tetti delle scuole coinvolte.

Praticamente sui tetti delle tre scuole sono state installate tre antenne per il rilevamento dell’umidità e i dati raccolti  trasferiti in un software che in tempo reale rileva l’acqua presente in quella zona e lo documenta sul sito www.tryat.eu

A breve, nell’Istituto napoletano, verrà creata anche una stazione meteo che sarà in grado di fornire previsioni legate al territorio della IV Municipalità. L’antenna, posta sul tetto dell’Istituto, è l’unica in Italia, mentre per quanto riguarda la stazione Meteo sarà l’unica in Campania.

Entusiasmo e emozione sui volti di questi giovani che rappresentano la Napoli che funziona, la città che non si piega agli stereotipi, ma che con orgoglio cerca di farsi spazio fra innovazione e sperimentazione.

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Redazione

Avatar

Check Also

19 Marzo la Festa del Papà con il dolce di San Giuseppe della tradizione napoletana

A San Giuseppe, la fanno da protagoniste le discendenti di quelle storiche frittelle: le zeppole …