venerdì , 23 Agosto 2019

Quinto giorno di Napoli Pizza Village 2018; le nostre impressioni su Dear Jack, Andrea Sannino e Bianca Atzei

Quando andiamo ad un concerto, o ad un evento siamo abituati a vedere meno della metà di tutto quello che ci sarebbe da vivere di questo evento. Andiamo, paghiamo e vogliamo lo spettacolo…perdendoci però, a mio avviso, la parte davvero bella che è quella organizzativa…quella che ti fa “davvero” vivere l’evento. Oggi voglio parlarvi di questo nuovo giorno del Napoli Pizza Village 2018 tramite una visione diversa…quella del Backstage; Ecco cosa abbiamo vissuto ieri quando abbiamo incontrato i Dear Jack, Bianca Atzei, Andrea Sannino e molti altri.
Immaginate uno spazio verde con delle sedie, un frigo bar, un venticello che trasporta la brezza del mare sotto al vostro naso e la più totale pace e tranquillità; ecco, è più o meno così che sono andate le cose.
I Dear Jack sono dei ragazzi simpaticissimi, molto attenti alle domande ed emozionati di essere in città; non sono degli occasionali, se mi passate il termine, non dicono cose di cortesia solo perché devono…se non gli va preferiscono tacere. Saranno loro infatti i primi a salire sul palco del Napoli Pizza Village.

Nel backstage, poco prima del momento live, i ragazzi sono un gruppo unito; si abbracciano, si allenano sugli strumenti, sono dediti alla musica ma non manca mai la battuta o il sorriso. Saliti sul palco non si fermano un secondo; ecco la scelta dei pezzi eseguiti: “Non è un caso se l’amore è complicato”, “Domani è un altro film”, “Eterna”, “Non importa di noi”, la dedica ai fan napoletani con “A città e pulecenella”, “Insieme a te sto bene” con cui i ragazzi omaggiano pubblicamente Lucio Battisti ed infine “La pioggia è uno stato d’animo”. Il pubblico è soddisfatto, i ragazzi anche e scendono dal palco sereni e contenti. Il clima è bello carico; si ride e si scherza ma non si perde mai l’attimo; sempre sul chi va la. Che poi, non lo si dice mai ma non immaginate che lavoro serva per far sì che ogni cosa sia debitamente preparata e presentata agli ospiti…dall’accoglienza alla manutenzione, la sicurezza del personale e del pubblico…è un lavoraccio ma vieni eseguito in modo egregio, senza nulla dare a vedere ai più distratti. Ospiti di questa edizione sono anche il comico Peppe Iodice che, sul palco duetta con la bella Barbara Foria in siparietti comici che mantengono attivo il pubblico. Pochi attimi e le luci si spengono per riaccendersi sul secondo nome importante ospite…Andrea Sannino. Si può dire che nell’arco del pomeriggio Andrea è davvero alla mano, non perde occasione per fare battute o concedere una foto…non fa scontentare nessuno ma al contempo sul palco e quasi irriconoscibile per la serietà e la professionalità che mostra nelle esibizioni. Presenterà i brani del nuovo album da poco uscito e, inutile anche dirlo, il pubblico esplode davvero per lui. I pezzi eseguiti sono: “Carnale”, “Lassame cu’ tte”, “A città e pulecenella” (che in questa occasione il sottoscritto non ha molto gradito; non per l’esecuzione che comunque è stata magistrale ma perché già proposta pochi attimi prima da un altro gruppo), ed in conclusione il suo pezzo forte “Abbracciame”, pezzo con cui Napoli, vicino al mare, si scorda tutto e ritorna ad amare.
Anche per lui grandissimo tributo; sta lavorando bene e sta rapidamente ottenendo un meritato posto d’onore nel cuore dei fan e della città.

Tocca ora al lato femminile della manifestazione, colei che tinge di rosa la serata…Bianca Atzei. Di lei posso dire che, nel pomeriggio, è stato un sorriso vivente. Davvero…è scesa dall’auto sorridendo e se n’è andata via così. Ama stare tra le persone, trova sempre il modo di una chiacchiera o di ascoltare il parere di chiunque, e sul palco sa mantenere banco indubbiamente. La cosa che mi ha colpito di lei è stato l’attimo prima di salire la scaletta verso il palco….ha abbracciato una sua amica e le brillavano gli occhi in un modo assurdo; non so dirvi se fosse emozione, paura o altro…fatto sta che aveva un espressione di gioia quasi indescrivibile. Sul palco è pacata, ma da molta sostanza alla sua esibizione…i contenuti sono forti dal punto di vista dell’impatto che hanno. Eseguirà di seguito:  “Ora esisti solo tu”, “Abbracciami perdonami gli sbagli”, “La paura che ho di perderti”, “Fire on ice”, e chiude con un tributo, anche lei a Lucio Battisti dal titolo “Con il nastro rosa”. Così si chiude la serata musicale per il sottoscritto ma non quella del Pizza Village con la Discoteca Nazionale.

A breve, incontreremo Mario Biondi, Nesli e tanti altri ancora, per questa nuovissima esperienza targata Senza Linea.

Please follow and like us:

Biografia Giuseppe Improta

Avatar

Check Also

TONY BORLOTTI E I SUOI FLAUERS: BEAT PSICHEDELICO TARGATO ITALIA

Ammetto la mia ignoranza; non conoscevo un gruppo veramente fondamentale nello scenario della musica campana: …