Recensione Borderlands: the Handsome Collection [Playstation 4]

Titolo: Borderlands: The Handsome Collection
Genere: FPS/Action RPG
Sviluppatore: Gearbox Software/Armature Studio ì/Iron Galaxy Studios
Publisher: 2K Games
Data di uscita: 27 marzo 2015 (EU)
Piattaforme di uscita: Playstation 4, Xbox One
Supporto: Blu-Ray / Distribuzione digitale
Giocatori: 1-4
Multiplayer: si
Lingua:  Italiano
Contenuti Extra: no

Introduzione

Credo che valga  la pena ritornare a parlare di questa collection in attesa che Gearbox annunci il terzo capitolo della saga. Attualmente il gioco si può recuperare ad un prezzo risibile, e terrà impegnati qualsiasi giocatore per molte ore grazie ai tantissimi contenuti e all’ottima giocabilità. La collection  comprende Borderlands: The Pre-Sequel e Borderlands 2, i giochi includono tutti i DLC usciti in precedenza e girano ad una risoluzione di 1080P a 60fps (dopo la patch 1.02 a dire il vero). Assente il primo capitolo della saga, grave mancanza, ma superabile.

Il Gioco

Nella saga di Borderlands, ci troveremo davanti alle classiche meccaniche di uno sparatutto in prima persona con molti elementi di un gioco di ruolo. Avremo a disposizione migliaia di armi che potremo ottenere con un drop casuale  e una moltissimi  personaggi diversi tra loro. Una volta scelto il proprio personaggio dovremo affrontare un mondo enorme, totalmente esplorabile e pieno di missioni.

Grafica

La grafica in cel shading realizzata con il “vecchio” Unreal Engine 3 fa ancora il suo dovere.  Il filtro anti-aliasing FXAA ammorbidisce la grafica  rendendo il gioco pressoché indistinguibile dall’esperienza visiva ottenuta su di un PC da gaming di fascia media. Va fatto una precisazione sulla differenza grafica dei due episodi, che a volte, è stridente.Il Secondo capitolo è sicuramente il miglior episodi dei due. Presenti ancora alcuni difetti grafici come il ritardo nel caricamento di alcune textures e altri piccoli bug, problemi imputabili però al motore grafico del gioco.

Sonoro

Il gustosissimo doppiaggio completamente in italiano  ironico e dirompente è sicuramente l’ennesima nota positiva di questa collezione. La colonna sonora è solo un gradevole accompagnamento.

Giocabilità 

Si tratta di un collaudatissimo FPS con una forte componente GDR. Come in Destiny di Bungie a fine di ogni missione riceveremo un drop causale proporzionato al nostro livello. Le partite cooperative locali fino a 4 giocatori ( dove  il frame rate passerà da 60 a 30fps), sono molto divertenti e aggiungono altro divertimento ad un gioco già molto piacevole in single player . Le tantissime armi presenti  diversificheranno non poco l’approccio  il nostro approccio personale al gioco.

Longevità

Qui il voto è altissimo, la campagna single player considerati i due giochi e tutti i DLC vi terrà impegnati per non meno di 130 ore, il collaudatissimo multiplayer e la nuova modalità cooperativa fino a 4 giocatori non fanno altro che migliorare la situazione.

Voto Finale

Una collection quasi definitiva con tanti pregi e pochi difetti che non risente tanto dell’età in attesa del terzo capitolo ufficiale della saga. 

Link:

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

DRAGON BALL Z: KAKAROT + A NEW POWER AWAKENS SET è disponibile

In DRAGON BALL Z: KAKAROT + A NEW POWER AWAKENS SET, disponibile  per Nintendo Switch, i …