sabato , 14 Dicembre 2019

Rosa canina: proprietà e benefici

La rosa canina è un arbusto  della famiglia delle rosacee, che può superare anche i tre metri di altezza, i suoi falsi frutti raggiungono la maturazione in autunno ed hanno un colore rosso ed un aspetto carnoso. Sono proprio i frutti ad essere usati in fitoterapia per la notevole ricchezza di vitamina C.Siamo portati a pensare che la fonte naturale più ricca di vitamina C siano le arance, ed invece no! La rosa canina  contiene in cento grammi, la stessa quantità di vitamina C di 1 chilo di arance.

La vitamina C che possiede la rosa canina svolge un’azione simile a quella del magnesio, infatti favorisce l’utilizzo di energia da parte delle nostre cellule ed il risultato è una riduzione della stanchezza e dell’affaticamento. Viene utilizzata anche per la sua azione ricostituente, per favorire quindi la ripresa delle persone debilitate per aiutarle a tornare in forza. L’estratto di rosa canina può sostenere le nostre difese immunitarie ed aiutarci a prevenire molti disturbi della stagione fredda, ecco perché già in autunno è bene assumere un integratore di rosa canina, per un’azione di prevenzione.  La grande ricchezza di vitamina C può favorire la formazione di collagene, il sostegno della nostra pelle, aiuta a mantenere il buon funzionamento di vasi sanguigni, cartilagini, ossa, denti e gengive. Aiuta a sostenere  la normale funzione psicologica , facendo sì che la mente sia più attiva. La vitamina C facilita anche l’assorbimento del ferro, non a caso si consiglia di condire gli spinaci con il limone!

In commercio la rosa canina possiamo trovarla in estratto secco polverizzato, in tintura madre, estratti liquidi e tisane, anche se quest’ultima soluzione non è da preferire , poiché la vitamina C ad alte temperature si degrada. Preferire sempre preparati con titolazioni in vitamina C intorno al 50%. La rosa canina può essere assunta da chiunque in qualsiasi momento della giornata e non ha alcun effetto collaterale.Una curiosità: l’aggettivo  “canina” attribuito a questa specie di rosa pare sia dovuto al fatto che in passato l’estratto di questa pianta venisse usato per curare la rabbia!

[themoneytizer id=”13332-16″]

 

Please follow and like us:

Biografia Giuseppina Nesta

Giuseppina Nesta
Farmacista, esperta in piante medicinali, fitoterapia, cultrice di omeopatia, specializzata in Scienze della Nutrizione, Nutrigenetica, Farmacista Vegano, Pman Cosmetico.Entusiasta della professione che cerca di difendere e coltivare, vivendo la farmacia in tutti i suoi aspetti.

Check Also

IL METODO SCIENTIFICO E LE FALSE CREDENZE

La rubrica per la quale scrivo nasce dal presupposto di voler sfatare i falsi miti …