Storia di Napoli:Palazzo Venezia

Lo storico Palazzo Venezia, sito in via Benedetto Croce, a pochi metri dalla Chiesa di Santa Chiara e da Piazza del Gesù Nuovo, è uno dei monumenti architettonici di maggior rilievo esistenti nel cuore di Napoli. Costituito da un cortile nel quale vi domina la struttura imponente su tre archi, la Casina Pompeiana (eretta nel XIX secolo e attualmente adoperata a condominio privato) e l’incantevole giardino, il palazzo venne pensato per essere utilizzato come sede diplomatica e residenza dei consoli generali veneti. Infatti, a partire dal 1412, anno in cui il re di Napoli Ladislao II d’Angiò Durazzo lo donò alla Serenissima Repubblica veneziana dopo averlo confiscato ai Sanseverino di Matera, esso sarà per circa quattrocento anni sede dell’ambasciata veneta nel Regno di Napoli.Il palazzo visse il periodo più florido tra il XV secolo e il XVI secolo. Da quel momento in poi fu sottoposto a continui restauri: a metà cinquecento cadde in completa rovina tanto da decidere di farlo restaurare, affidando il compito a Giuseppe Zono, nel 1610; nel 1646, l’incarico fu assunto da Pietro Dolce. In seguito, dopo il disastroso terremoto del 5 giugno 1688, il palazzo, gravemente danneggiato, fu restaurato da Antonio Maria Vincenti. Infine, un rimaneggiamento toccò a Cesare Vignola. Nel 1816 il palazzo fu ceduto dall’Impero austriaco, con il Trattato di Campoformio, al giurista Gaspare Capone, il quale ordinò un ulteriore modifica al fine di modernizzare il palazzo con le tendenze artistiche in voga in quel periodo. Il giardino di Palazzo Venezia rappresenta il simbolo della forza storica dell’edificio. Costituito da cavità artificiali che collegano il cortile, l’appartamento e il giardino stesso, questo si presenta secondo un gusto romantico con aiuole curvilinee. Attualmente la dimensione ridotta del giardino è conseguenza della espansione del limitrofo palazzo Brancaccio, oggi Filomarino. Qualche anno fa, un giovane imprenditore, Gennaro Buccino (presidente de L’incanto S.r.l. Palazzo Venezia associazione aderente al Club Unesco Napoli) con l’intento di restituire l’edificio agli antichi fasti, decide di aprire le porte del palazzo al pubblico ospitando mostre di arte moderna e contemporanea, presentazioni di libri, incontri di poesia, spettacoli di danza e concerti. Tra i vari eventi, per gli appassionati di cosplay il 24 settembre Palazzo Venezia ospiterà la quarta edizione del Costumeplay (ingresso 5 euro). Per ulteriori informazioni è possibile far riferimento al sito: www.palazzovenezianapoli.com

Please follow and like us:

Biografia Stefania Orlando

Stefania Orlando
Laureata in "Lingue, culture e letterature moderne europee" all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Appassionata principalmente di viaggi interculturali, lettura e scrittura. Obiettivo professionale: giornalista.

Check Also

PALAZZO PIGNATELLI DI TORITTO E IL SUO MAGICO GIARDINO

Un luogo oltre che ricco di mistero, carico di storia, è Palazzo Pignatelli di Toritto …