Strade di Napoli:Calata del gigante o Via Cesareo Console?

img_0480

In un antico passato la strada che congiungeva piazza del Plebiscito al lungomare, conduceva a un piccolo porto alle spalle di Castel Nuovo, o anche Maschio Angioino. Questa strada fu chiamata Via dei Provenzali. Nel 1599 il Viceré Arrigo Gusman fece sistemare questa strada e gli donò il suo nome:Via Gusman.

220px-enriquezdeguzmancondedealbadealiste

Ma nel 1670 vi fu la svolta, un successivo Viceré ordinò di rifare la strada facendola partire direttamente da Piazza del Plebiscito che all’epoca si chiamava Largo di palazzo e vi fece istallare un’immensa statua del Dio Giove che era stata ritrovata negli scavi di Cuma, rinvenuta senza braccia e gambe e ristrutturata alla meno peggio.

0174ma10

Questa statua dalle fattezze curiose dette il nome alla strade di Calata dei gigante e da qual momento i napoletani incominciarono ad affiggere su questa statua un po’ sbilenca tutte le offese e la satira più pungente nei confronti dei Viceré del momento. Nel 1807 Giuseppe Bonaparte mise fine, anche per sottrarsi alle feroci prese in giro del popolo napoletano, e rimosse l’oramai famigerato Gigante spostandolo al Museo Nazionale. Più tardi la strada prese il nome con cui oggi la conosciamo,Generale Cesareo Console,ammiraglio napoletano.

Please follow and like us:

Biografia Carmelita de Santis

Carmelita de Santis
"Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo" così è iniziata l’avventura di Senzalinea. Tra i quattro amici, sfortunatamente, ci sono anch'io e le idee peggiori di questa pagina vengono da me. Amo e odio la mia città, mi appassiona la sua storia e le sue tradizioni.

Check Also

LA PIGNASECCA E LE ORIGINI DEL SUO NOME

„Largo Pignasecca, è la zona a ridosso dell’odierna piazza Salvo D’Acquisto (un tempo largo Carità), ed ospita …