Strade di Napoli:Origine di Piazzetta Ascensione

facciata 2

Dell’ascensione a Chiaia abbiamo già notizie nel 1300, all’epoca  vi era solo un terreno paludoso su cui era stata eretta una chiesa, che fu chiamata, in un primo momento chiesa dell’Ascensione in plaga neapolitana. Come sappiamo il nome Chiaia non è altro che la modifica fatta dai napoletani della denominazione “plaja” (di origine spagnola) o plaga, riferito al fatto che tutto l’attuale quartiere era un continuo del litorale marino. La chiesa andò in rovina ma  il Conte di Mola la ricostruì a sue spese per grazia ricevuta. Pare che il Conte ,nella notte del 5 Maggio del 1617, avesse sognato San Pietro Celestino che gli tendeva la mano in segno di aiuto.

index

La mattina turbato e incuriosito dal sogno decise di recarsi in chiesa, all’uscita trovò i militari del viceré duca d’ Ossuna che lo accusava di aver a lungo frodato il Regno, pronti ad arrestarlo. Il Conte era accusato di esportazione non autorizzata di moneta pregiata. Immediatamente, vedendo i militari, egli fuggì nuovamente in chiesa e per la legge dell’epoca secondo cui un uomo poteva chiedere diritto di asilo religioso, non fu arrestato.La sua latitanza durò circa due anni al termine dei quali fu assolto dopo un lungo processo. Compreso il significato del suo sogno e per ringraziare della protezione ricevuta, decise di ricostruire la chiesa dalle fondamenta e dedicarla a Michele arcangelo. Chiesa che possiamo visitare ancora oggi.

s. michele

Please follow and like us:

Biografia Carmelita de Santis

Carmelita de Santis
"Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo" così è iniziata l’avventura di Senzalinea. Tra i quattro amici, sfortunatamente, ci sono anch'io e le idee peggiori di questa pagina vengono da me. Amo e odio la mia città, mi appassiona la sua storia e le sue tradizioni.

Check Also

LO TZUNAMI CHE DISTRUSSE NAPOLI NEL 1343

Era il 1343 un fortissimo terremoto scosse lo Stromboli, fu così violento da fare crollare …