Tex Willer 30 – Blizzard! – Recensione

L’albo numero 30 della serie Tex Willer porta avanti l’avventura iniziata in Sull’Alto Missouri, e con il titolo di “Blizzard!” lo sceneggiatore Mauro Boselli piazza il punto esclamativo di nome e di fatto in questo breve tassello di una storia ambientata nel gelido nord America.
C’è da proteggersi per l’appunto dal blizzard, la terribile tempesta di vento che spesso infuria nello Stato che pochi anni dopo prenderà il nome di Montana. Come sappiamo l’avventura ha preso le mosse dal cartonato di alcuni anni fa Sfida nel Montana, e più precisamente dal suo epilogo: si fa però apprezzare in questo segmento il doppio piano narrativo che vede protagonisti i due futuri pards Tex e Kit Carson.

Un giovane Kit Carson è infatti sulle tracce del criminale ed assassino Ricardo Gomez, e non lesina pugni e sganassoni durante la sua missione che tra le altre vicende lo porta ad incontrare per la prima volta Ray Clemmons, figura già nota ai lettori di lungo corso e che Boselli si toglie lo sfizio di riproporre dopo averlo introdotto nell’epopea texiana nella sua celebre storia Il passato di Carson del 1994; sull’altro versante, a qualche chilometro di distanza, Tex è alle prese con i guai del suo amico Birdy, e per risolverli deve fare ricorso non solo al suo sangue freddo, ma anche alla sua innata dote di trattare con gli indiani e guadagnarsi il loro rispetto.
Il passaggio del suo incontro con i Crow è in questo senso emblematico, una summa di quanto il futuro Ranger dimostrerà nella sua lunga ed onorata carriera, e a Boselli va il plauso proprio per come ha animato l’intera vicenda.

L’intero cast di personaggi, da Carson a Clemmons fino ai criminali e agli indiani Blackfoot e Crow è tratteggiato con innumerevoli particolari che rendono la lettura scorrevole ed avvincente e fanno desiderare di avere presto tra le mani il seguito.

È impossibile non accorgersi della passione dell’autore per questo tipo di ambientazioni, ma allo stesso tempo del sacro fuoco dal quale è animato nel raccogliere eventi del passato e assemblarli senza mai stravolgere nulla. Boselli maneggia una materia prima della quale è profondo conoscitore e introduce elementi nuovi ma coerenti in un percorso di rilettura di spunti già trattati: il tutto non risulta però mai ripetitivo. È come se il curatore della testata si stesse confrontando con i classici dando al tempo stesso maggiore compiutezza alla sua narrazione della giovinezza di Tex e imprimendo ancora più a fondo la sua autorevolezza.

Anche in questo segmento della storia, che ci terrà compagnia fino all’albo numero 33, Pasquale Del Vecchio lavora di fino e mette al servizio dell’avventura il suo abituale stile solido, realistico e ricco di dettagli, con estrema padronanza delle ambientazioni del glaciale Nord America ed una encomiabile capacità di ritrarre protagonisti credibili nelle loro situazioni.

Per la copertina del mese stavolta Maurizio Dotti lavora quasi “su commissione” per inserirsi nella gallery di ritratti celebrativi degli 80 anni della casa editrice Bonelli, e ci propone così l’effigie di Tex da giovane in una posa statica ma in una sua versione, con il beffardo sorrisetto dei vent’anni o giù di lì. È stimolante fare il confronto con il ritratto di Tex più maturo proposto da Claudio Villa per l’albo 726 Il pistolero vudu, ma in questo caso al copertinista è stato però concesso di lavorare su uno sfondo completo e a tutta pagina che ci immerge in pieno nel freddo pungente di un innevato scenario del Montana.
Segnaliamo infine che sempre nell’ottica delle celebrazioni, a questo albo è allegata la medaglia dedicata a Tiger Jack.

Uscita: 20/04/2021
Formato: 16×21 cm, b/n
Pagine: 64
Soggetto: Mauro Boselli
Sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Pasquale Del Vecchio
Copertina: Maurizio Dotti

Please follow and like us:

Biografia Christian Imparato

Classe '76, lettore compulsivo fin da bambino, ho maturato quella che si può definire, parafrasando De Crescenzo ed Eco, una libridine bibliofila. Nel frattempo ho fatto tante cose, dal precettore per liceali all'addetto vendite estere passando per il portiere d'albergo per finire con l'attuale ruolo di copywriter e operatore SEO. Se vi piace, chiamatemi Nemo.

Check Also

Stellaris: Console Edition – Il quarto Expansion Pass con Federations, ora disponibile

– Paradox Interactive, publisher abile nel fare politica, ha oggi pubblicato il quarto expansion pack di Stellaris: Console Edition! Quest’oggi, …