mercoledì , 13 Novembre 2019

Tra trifogli, birra, leprechaune e Boxty, Irlanda da vivere

Noi irlandesi siamo troppo poetici per essere dei poeti, siamo una nazione di brillanti falliti, ma siamo i più grandi oratori sin dal tempo dei greci.

Un posto incantato, dove natura e tradizioni si intersecano in un tenero abbraccio. L’Irlanda, un posto incredibile, da sempre considerata la sorella del Regno Unito, anche perché con essa condivide la lingua e l’antica cultura. L’Irlanda è considerata come un’isola colorata di magia e alquanto mistica, basta considerare il popolo celtico, un antico e misterioso popolo dalle origini indo-europee.  I resti degli insediamenti più importanti dei celti si trovano in Irlanda, nell‘isola di Man e nel gruppo montagnoso della Scozia occidentale, in Galles, in Cornovaglia e in Bretagna. La mitologia celtica, ancora oggi si mescola con la tradizione irlandese e influenza la vita quotidiana; si pensi alla gastronomia, alla musica, alle danze ed anche all’economia. Andiamo a scoprirne i misteri e le tradizioni più antiche. La Cultura e le tradizioni irlandesi sono le prime cose da scoprire per conoscere le radici e l’appartenenza di un popolo alla propria terra.

Scopriamo i sapori irlandesi:

Il main dish, cioè la portata principale, in Irlanda è composta da un piatto di carne o pesce accompagnato da riso, patate o verdure.

Il Boxty è un piatto tradizionale irlandese a base di patate. Nacque nel periodo precedente la Grande carestia, per poter utilizzare le patate che sempre più di frequente  erano di scarsa qualità a causa dello sfruttamento intensivo dei terreni. Le patate sono cotte e schiacciate ed una parte viene comporta cruda per poi essere grattugiate.

Altro piatto tipico è il Fish Pie,  ingrediente principe è il pesce. La caratteristica della ricetta è la crosta di patate, che vengono lessate, schiacciate e condite con del burro. La Fonduta alla Guinness è invece una squisita ricetta, ideale per organizzare una cenetta a tema St. Patrick’s Day. La fonduta irlandese è al formaggio cheddar e alla birra. E’ una portata facile da realizzare, deliziosa da mangiare, ma sopratutto di grande effetto. La tradizione irlandese prevede anche una ricetta speciale, la Irish Cheddar and Stout Fondue, ovvero la fonduta irlandese al formaggio cheddar e alla birra scura.

Mentre per i dolci, gli irlandesi sfornano varie ricette, degli per i miglior golosi, una fra tante è l’ Irish Chocolate Cake. Questo dolce al cioccolato è veramente “Irish” grazie al meraviglioso liquore irlandese usato nel ripieno: una vera delizia per ogni occasione.  La Lemon and Vanilla Curd Cake è un dolce fresco e delicato, grazie alla vaniglia e al limone che insieme si sposano una meraviglia. Molto semplice e divertente da preparare, basta della pasta frolla, burro, zucchero vanigliato, uova, limone, formaggio fresco e vaniglia.  Impossibile non citare il Trifoglio irlandese. E’ impossibile non concludere un pranzo di Natale senza un dolce della tradizione irlandese, un vero porta fortuna. Un dolce di pasta di mandorla, soffice e glassato, tradizionalmente, di verde!

Boxty
Lemon and Vanilla Curd Cake

 

Cosa visitare in Irlanda:

Inutile dire, Dublino, la capitale della Repubblica d’Irlanda è la principale città che conta ogni anno milioni di turisti. Città dal fascino indescrivibile, ricca di storia di grandi artisti e scrittori irlandesi, come Oscar Wilde e William Butler Yeats. Una città da vivere a pieno, vediamo cosa visitare. . .  Saint Patrick’s Cathedral: La cattedrale di San Patrizio, è molto suggestiva, dalla struttura Gotica è alta ben 43 metri. Un luogo sacro e speciale della Capitale Irlandese è il primo cimitero Cristiano esistito a Dublino. Qui giacciono personaggi Irlandesi che hanno fatto la storia di questa nazione, parliamo del Cimitero di Glasnevin – Dublino 11. Altra meta importante per ogni turista intento a visitare Dublino, la tappa obbligatoria è il Temple Bar: Il quartiere storico culturale di Dublino, uno dei luoghi must. Qui è possibile  fare una passeggiata lungo le vie con sampietrino, sostare in pub e negozietti in tema Irish. La piazzetta di Temple Bar è luogo di raduno di musicisti da strada. Cos’altro non perdere in città? il Trinity College, il Dublin Castle, il National Museum of Ireland ed, ovviamente, il famigerato Museo-fabbrica della Guinness.  – Cork, è la seconda città d’Irlanda per dimensioni e importanza, uno dei centri più rinomati per la produzione gastronomica e la qualità della tradizione culinaria.  – Galway è una città medievale sulla costa occidentale dell’Irlanda, che si trova sul fiume Corrib tra Lough Corrib e la baia di Galway. E’ la città più giovane e vivace d’Irlanda, dove tra pub, locali e festival di musica tradizionale irlandese, si può trovare la più divertente atmosfera dell’isola.  – Giants Causeway è situata nell’Irlanda del Nord, 40.000 colonne di basalto naturale formate da una antica eruzione vulcanica. Nominato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO . Una zona circondata da racconti mitici, la più duratura è la leggenda di Finn McCool.

Dublino

Curiosità irlandesi:

  1. Il Leprechaun è senza dubbio il più famoso folletto irlandese, uno dei simboli dell’Irlanda che porta con se leggende e superstizioni. Il suo nome bizzarro deriva dal gaelico “leath bhrogan” cioè “calzolaio”, infatti, il nostro minuscolo ometto è l’unico in tutto il popolo dei folletti ad avere un’attività: s’industria a fabbricare le scarpe che i suoi colleghi consumano a furia di gighe sfrenate; forse è per questo che lo si trova quasi sempre in stato di ebbrezza. Oltre al suo lavoro di ciabattino, il leprechaun è anche il guardiano di favolosi tesori, di solito monete d’oro custodite in un pentolone situato alla fine dell’arcobaleno.
  2. Il trifoglio è il simbolo iconico dell’Irlanda. La leggenda la considera come una pianta sacra, perché le sue foglie formano una triade, e il numero 3 era una cifra mistica nella religione celtica, e anche in quella cristiana.
  3. Strano ma vero, si consuma più Guinness in Nigeria che in Irlanda – Il primo mercato della birra Guinness non è l’Irlanda ma il Regno Unito. Al secondo posto si piazza la Nigeria e solo terza l’Irlanda.
  4. È (stranamente) illegale essere ubriachi nei luoghi pubblici, infatti si rischiano multe che possono aggirarsi tra i 100 e i 500 euro. La legge però non viene applicata alla lettera.
  5. La passione per la birra e per la musica hanno una tradizione molto più potente di quanto si creda. Una delle tante leggende narra di un diluvio universale che ha colpito l’isola spopolandola; le prime persone a ripopolare l’isola furono un produttore di birra e un distributore di bevande alcoliche. E da qui si spiegano molte cose. . .

 

Per gli irlandese, le tradizioni si traducono in momenti goliardici, ricchi di entusiasmo, come la partecipazione alla festa del St. Patricks Day, il Bloomsday, omaggio allo scrittore James Joyce, assistere alle partite di rugby, calcio e frequentare pub e amare la birra. Ma l’Irlanda è anche molto altro. . .

 

l’Irlanda, un posto splendido, tutto da vivere e da bere!

Please follow and like us:

Biografia Maria Rosaria Ianniciello

Maria Rosaria Ianniciello
Lettrice patentata, scrittrice e ricercatrice di sogni perduti. Ho conosciuto il mondo del lavoro, quello vero, già dall’adolescenza; ma la scrittura, quella profonda, da molto prima. Amo viaggiare e scoprire tutto ciò che mi circonda. Mi cibo di arte, musica e lettura. Ma venero la buona cucina, non solo “chell’ e mammà”, ma di tutto il mondo.

Check Also

Barrette Croccanti

CROCCANTE DI MANDORLE: IMPOSSIBILE RESISTERGLI!

Croccante di Mandorle: impossibile resistergli! Cosa sarebbe una sagra, una fiera o una festa patronale …