“Una Coppia Perfetta”, di Mariano Lamberti – Intervista e recensione

Marco è un creativo che lavora nella pubblicità. Alex è infermiere in una struttura ospedaliera. Si contattano su Grindr, app per incontri veloci e immediati. L’intesa è istantanea, vanno a vivere insieme da subito e diventano una coppia. Nonostante la convivenza e le apparenze formali, Marco non cambia le sue abitudini: segue fedelmente i suoi impulsi, le sue smanie sessuali, e tradisce Alex con metodica assiduità. Alex, anche se finge di non essere geloso, cova in realtà un sordo rancore. La loro unione è la consuetudine di un’intimità, embolo di pulsioni aggressive colmo di bisogni rigidamente celati all’interno che schiaccia ogni iniziativa legata all’eros senza ruoli. Marco e Alex sono la coppia perfetta. Sì. Loro lo chiamano Amore. Gli psicologi, invece, Narcisismo.

 

Lo scrittore, Mariano Lamberti, è un regista, sia di cinema che tv, e poeta. Diplomatosi alla scuola nazionale di cinema nel ’92, ha successivamente realizzato lungometraggi per il cinema, documentari e fiction. I primi esordi sulla scrittura iniziano con dei versi, agli inizi degli anni duemila. Nel 2016 ho esordito,  tardivamente, come romanziere con “Una coppia perfetta. L’amore ai tempi di Grindr” ed. Goware.

intervista:

  • Ciao Mariano, raccontaci un po’ del tuo libro. Il libro nasce, in verità, dalla necessità di parlare di sentimenti oscuri e poco toccati dalla letteratura a volte (un po’ troppo) edificante LGBT: volevo farlo in maniera romantica capovolgendo però il cliché delle storie d’amore che generalmente  iniziano con il classico “colpo di fulmine” di due persone che si innamorano e poi via via il rapporto diventa sempre meno caldo e coinvolgente. Io ho voluto fare il contrario: all’inizio ci sono due persone che si conoscono in maniera fredda e controllata quasi anaffettiva, man mano che si conoscono (come accade nel “Velo dipinto” di Somerset Maughamla storia ed i protagonisti si “riscaldano” fino a toccare zone incandescenti dell’anima.

 

  • “L’amore ai tempi di Grindr”, secondo te i social network hanno, in qualche modo, plasmato il concetto dell’amore, del corteggiamento e del rapporto di coppia? Io volevo  raccontare  come oggi le “macchine”, la tecnologia, come accade nel film Blade runner, dove i cloni sono gli unici  che cercano l’autenticità dei sentimenti, ci mettano in contatto e quasi si sostituisca alle nostre emozioni. Quest’ aspetto così prezioso e affascinate  dell’essere umano che tanto fa soffrire, sembra quasi negletto, e le emozioni rimangono un tesoro dimenticato nella veste come racconta la parabola buddista.

 

  • Titolo emblematico, UNA COPPIA PERFETTA,  cosa vuoi dirci con questo titolo? – Per te esiste la “ perfezione” in una coppia? Ovviamente il titolo coppia perfetta era ironico: non esiste una coppia perfetta,  tutto il libro è un elogio dell’imperfezione, della coppia imperfetta. La vera coppia è quella che si riconosce nelle proprie fragilità e le accoglie; la coppia del libro invece fa di tutto per schermarsi dalle proprie paure  ma come scoprirà il  lettore leggendo sarà  inevitabile l’attraversamento di un inferno emotivo.

 

  • Quanto c’è di te, del tuo vissuto, in questa storia e nei protagonisti? Non c’è nulla di strettamente autobiografico, ma ci sono tanti miei “fantasmi” che mi hanno fatto visita durante la scrittura del libro. Ho attinto da un mio vissuto emotivo più che biografico. Ho preso, sì, qualcosa da tante persone che conoscevo, molte persone, amici soprattutto, si sono sentiti “derubati”, ma la letteratura è un po’ così credo.

 

  • Ritieni che questo libro sia adatto ad ogni genere di pubblico? Il mio augurio era raccontare una storia universale, l’ho voluto raccontare però da dentro un microcosmo che al grande pubblico è, in parte, sconosciuto.  Il primo pubblico è stato quello LGBT,  ma spero che col tempo si possa allargare la platea, perché infondo parla di sentimenti, di tradimenti, di illusioni e di disillusioni. Quindi una storia universale.

 

  • Come ogni buon libro, quello che si vuole lasciare al lettore è un messaggio, delle volte anche ben nascosto, in questo caso, qual è il messaggio che speri ed è tua intenzione lasciare? Sono un comunista dell’anima: il mio augurio è che al consumismo dei corpi  e dell’anime si sostituisca un consumo attento ed essenziale dell’ Eros, vista come forza creatrice del mondo, che tutti possano accedere a questa grande immensa riserva dell’essere umano, sia nel lavoro, che nei sentimenti, che nei rapporti in generale.

 

Recensione:

Non è un libro di consigli, dove magari ti illudono nella ricerca, nello studio di come realizzare uno dei sogni più proibiti dell’uomo, vivere in un rapporto di coppia perfetto. Al contrario, questo libro ci fa sentire sempre meno soli in un mondo che sta cambiando, soprattutto sentimentalmente. Un romanzo divertente, crudo, ed esplicitamente spietato, dove chiaramente ci trasporta nelle verità mai dette. Senza mezze misure ci fa porre una domanda, con una risposta non tanto scontata, “Quante possibilità ci sono di trovare l’amore su un social network?”. La risposta non è semplice da trovare, probabilmente non esiste neanche una percentuale su cui affidarci e questo libro, chiaramente, ce lo dimostra. Un romanzo dal linguaggio semplice e poco scontato, sicuramente adatto ad ogni genere di pubblico, ci mostra come sia facile confondere aspetti e sentimenti primordiali, la grande confusione tra Amore ed Egoismo.

In fondo, La coppia perfetta è quella che si crea tra mille problemi e turbamenti, che si incastrata nelle proprie debolezze e manie. Oppure no?

 

 

Please follow and like us:

Biografia Maria Rosaria Ianniciello

Maria Rosaria Ianniciello
Lettrice patentata, scrittrice e ricercatrice di sogni perduti. Ho conosciuto il mondo del lavoro, quello vero, già dall’adolescenza; ma la scrittura, quella profonda, da molto prima. Amo viaggiare e scoprire tutto ciò che mi circonda. Mi cibo di arte, musica e lettura. Ma venero la buona cucina, non solo “chell’ e mammà”, ma di tutto il mondo.

Check Also

LA TERNA FINALISTA DEL PREMIO LETTERARIO NAZIONALE OPERA PRIMA “SEVERINO CESARI”

Arriva alla terza edizione il Premio letterario nazionale Opera Prima Severino Cesari, con la finalità …