Verso oriente . . .Merhaban in Qatar 

Il denaro ci rende felici, inutile negarlo. Il denaro può tutto, anche “creare” un’isola dal nulla, ed il Qatar ne è l’esempio lampante.

Dopo Dubai, negli ultimi anni abbiamo visto all’opera ingegneri, architetti e magnati di tutto il mondo abbellire, rinnovare ed anche, formare dal nulla, in questo caso in Qatar, la sua isola artificiale, di fronte alla costa di Doha; dove tra un un tripudio di hotel, resort, spiagge e turisti, offrono le immensità colossali del denaro orientale.  Il Qatar offre questo e molto altro. Ed anche se nel lontano 2000 tutto ciò sembrava solo un sogno, possiamo affermare che ci sono riusciti, ed anche alla grande. Tra appartamenti esclusivi, dove i grattacieli si specchiano nel mare, ville, mille o più posti barca e lo shopping più sfrenato, l’offerta di Pearl-Qatar, il cui progetto è stato sviluppato dalla United Development Company, oggi è uno dei posti più invidiati al mondo.

 

Non sicuramente per le sue tradizioni od opere d’arte millenarie, ma per il suo fascino, economicamente, stratosferico. Miliardari e potenti di tutto il globo, almeno una volta all’anno, fanno capatina qui, un paradiso creato dal nulla, o almeno dai soldi…tanti.

Più di vent’anni fa il Qatar era una terra desolata e povera, abitata solo da pescatori e contadini, ma oggi, il piccolo emirato, con meno di due milioni di abitanti, è un “new comer”, un nuovo arrivato nel salotto mondiale della ricchezza.

Il modo di vivere è tanto diverso dall’Europa, innanzitutto dal lavoro. La settimana lavorativa è corta, gli uffici solitamente restano chiusi il venerdì e il sabato e sono aperti mezza giornata. Più che lavorare, in Qatar è meglio spendere. Anche se è un Paese islamico, gli altri credi religiosi sono comunque rispettati. La popolazione cosmopolita di Doha sostiene molti luoghi di adorazione, dai templi hindu alle chiese cristiane.

Vi è comunque un codice rigoroso da rispettare, quello dell’abbigliamento, che vale per gli uomini e le donne, anche per i visitatori che sono tenuti a rispettare la cultura e le abitudini locali. Il bikini e l’abbigliamento da spiaggia sono accettati nei pressi delle piscine dell’hotel ma vietati nei luoghi pubblici della città, infatti le sanzioni sono alte per i trasgressori. Il Qatar gode di uno dei più bassi tassi di criminalità al mondo, una destinazione sicura con stabilità religiosa e politica. I visitatori possono tranquillamente passeggiare in qualsiasi parte della città.

Il Qatar fa davvero di tutto per attirare i turisti e dar loro il massimo comfort. La capitale Doha è uno dei posti più lussuosi e belli da visitare, dove sono concentrati la maggior parte degli abitanti. Qui è possibile trovare numerose moschee. Da visitare assolutamente è il Museo dell’arte islamica, che contiene reperti dell’arte islamica in generale non solo di Doha o del Qatar. 

Altra attrazione sono le Corniche, situato sulla zona del porto, una bellezza da assaporare al tramonto. Si tratta di una linea molto moderna ora con costruzioni avanzate di tanti altri grattacieli. Ma importanti e innumerevoli sono anche i parchi e i mercati dallo stile moderno ed orientale che accompagnano molti luoghi di Doha.

 

Essendo un luogo con cultura prettamente mussulmana, anche il cibo ha un sapore etnico. Come nella maggior parte del mondo i pasti più importanti sono due, quali colazione e pranzo, dov’è possibile esagerare anche con i carboidrati.

Vi è, come per tutta l’Arabia, un grande consumo di tè, caffè e pane arabo. Si consuma comunque carne e pesce, sempre in base alla religione ed al Ramadan. Le specialità culinarie sono , in primis, il Hummus, una deliziosa crema di ceci e tahina, dal gusto leggermente asprigno grazie all’aggiunta del succo di limone. Una ricetta con preparazione antica e diffusa nel tempo in tutti i paesi arabi, soprattutto grazie alla sua semplicità.

 

Il biryani, che è una pietanza persiana a base di riso basmati preparato assieme a spezie, carne, pesce o verdure. Preferibilmente viene usato il pollo. Questa ricetta venne portata in india dai mercanti mussulmani e da quel momento divenne un piatto caratteristico di quelle zone.

Ed anche il Koussa Mahshi, è una delle pietanze tanto amate, cioè delle zucchine ripiene di riso, carne e spezie. Anche questo un piatto siriano molto saporito ed appetitoso, le numerose spezie gli danno un sapore unico.

Come detto la carne è uno degli alimenti tanto consumati. Un piatto popolare è machbous, uno stufato di riso speziato con frutti di mare, carne, o entrambi, servita in una grande piatto comune. L’Agnello e il montone, serviti con yogurt, sono anche loro una portata popolare.

Una delle curiosità è che qui l’acqua dei rubinetti è potabile e che l’alcool è assolutamente bandito, infatti qui vige la Sharia, la legge secondo cui è illegale mostrare alcool o bere in pubblico.

Ed il Caffè, invece, gode di un posto speciale nella cultura del Qatar. E ‘comune avere brocche di caffè o tè in attesa di visitatori nelle case del Qatar.

 

 

 

 

Nel 2022 in Qatar si inaugureranno i mondiali di calcio – FIFA, nonostante sia un posto estremamente caldo, sono assicurati ogni comfort per giocatori ed ospiti. Da poco, infatti, è stato presentato il rendering computerizzato del primo stadio che potrà essere, smontato e riutilizzato dopo la Coppa del Mondo. Questo progetto riguarda l’impianto di Ras Abu Aboud, che sarà costruito sul lungomare della capitale Doha. Il lavoro senza sosta e pieno di innovazioni, renderà sicuramente il prossimo mondiale uno dei più eccentrici, lussuosi e straordinari di tutti i tempi. Certamente tutto secondo uno stile imperiale.

 

 

Chi vive vede molto, chi viaggia vede di più. (detto arabo)

Please follow and like us:

Biografia Maria Rosaria Ianniciello

Maria Rosaria Ianniciello
Lettrice patentata, scrittrice e ricercatrice di sogni perduti. Ho conosciuto il mondo del lavoro, quello vero, già dall’adolescenza; ma la scrittura, quella profonda, da molto prima. Amo viaggiare e scoprire tutto ciò che mi circonda. Mi cibo di arte, musica e lettura. Ma venero la buona cucina, non solo “chell’ e mammà”, ma di tutto il mondo.

Check Also

Contorno di verdure

Cavoletti di Bruxelles alla Parmigiana: un contorno semplice, gustoso e diverso dal solito.

Per preparare i Cavoletti di Bruxelles esistono svariati modi e tante ricette. Al forno, lessi, …