L’intervista cosplay della settimana: Shelire

– ENGLISH VERSION HERE! – 

– 日本語版はこちら!- 

Parlaci di te 
Mi chiamo Serena, ho 23 anni e sono di Bari. Sono iscritta alla facoltà di lettere moderne e faccio parte di un’associazione ludico ricreativa presente nella maggior parte delle fiere territoriali e, all’occasione, negli eventi privati. Nel tempo libero mi dedico alla scrittura ed alla lettura. Mi piace tenermi sempre impegnata sia dal punto di vista lavorativo, sia negli hobby e appena possibile, mi dedico alle maratone di film e serie tv o alla grafica.
Da quanto tempo fai cosplay e quali hai realizzato fino ad ora?
Ho iniziato a fare cosplay nel 2013 con Harley Quinn. Subito dopo ho fatto Elsa (Frozen), Malefica (Maleficent), Beth (The Walking Dead), Astrid (Dragon Trainer), U.S.A. girl (Capitan America), Vedova Nera (Marvel), Lagertha (Vikings), Sansa (Game of Thrones), Rey (Star Wars), Lily Evans (Harry Potter), Kara  Zor-El (Supergirl) e il più recente Historia Reiss (Attack on Titan). Inoltre ho fatto diversi istant di vari personaggi letterari o di serie tv.
Come hai scelto il tuo nickname?
Il mio nickname è stato creato unendo parti del mio vissuto personale. “S” ovvero, l’iniziale del mio nome, “Eli” come Elizabeth, il primo personaggio che ho inventato per il mio primo racconto, “Re” come Rerè, un nomignolo affettuoso di quando ero piccola. L’ “H” ha un significato tutto personale.
A quale cosplay che hai realizzato sei più legata?
Ogni cosplay che ho realizzato è stato scelto perché rappresentava qualcosa di importante per me, ma tra tutti credo di essere più legata a quello di Sansa, che mi ha accompagnata per tre lunghi anni di crescita personale, esattamente come il suo percorso nella serie da ragazzina ingenua a donna forte e indipendente.
Realizzi da sola i tuoi cosplay o preferisci comprarli/commissionarli?
La maggior parte dei miei cosplay sono stati realizzati da me. Raramente decido di acquistarli on line in quanto preferisco sempre personalizzarli ed adattarli al mio stile e gusto.
Cosa pensi si chi ha fatto una scelta diversa dalla tua?
Penso che ognuno abbia i propri motivi personali per scegliere di realizzare o acquistare un cosplay e sindacarne la scelta sarebbe oltre che ingiusto, anche irrispettoso verso lo spirito di divertimento che dovrebbe avere questo hobby.
Hai un  “dream cosplay” o un progetto che hai particolarmente a cuore?
Al momento sono concentrata sul mio progetto di Historia, in quanto appena realizzata. Prossimamente ho in programma di aggiornarla agli abiti dell’ultima stagione.
In quale cosplay invece, non ti vedresti proprio?
Probabilmente Daenerys Targaryen, uno dei personaggi che più mal sopporto, soprattutto dopo la sua crescita personale all’interno della saga di GoT.
Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?
Non credo di avere ancora una vera e propria opinione a riguardo. Nel momento in cui il cosplay diventa un lavoro che richiede investimenti, tempo ed energie, è giusto che ne derivi un guadagno, però sono anche consapevole del fatto che quel personaggio è stato creato da qualcun altro. Al momento, quindi, non saprei dare una risposta, ci sono troppi fattori e troppe campane da prendere in considerazione.
Secondo te ci sono dei casi dove non lo sia?
I casi in cui gli autori abbiano esplicitatamene detto che non gradiscono cosplay o rivisitazioni della loro opera.
Ultimamente si parla molto degli original, secondo alcuni snaturano il senso del cosplay, tu come la pensi?
Io non credo assolutamente che possano snaturare il senso del cosplay. Quello che facciamo è fatto unicamente per divertirci ed interpretare dei personaggi, esistenti o creati direttamente da noi, in totale libertà.
Secondo te che impatto hanno avuto i social network nella diffusione del cosplay?
Un altissimo impatto, soprattutto per una, seppur lenta, “accettazione” di questo mondo. I social, se usati in modo sano, possono essere un ottimo strumento per farsi conoscere e condividere i lavori, consigli o passioni con persone che, altrimenti non avremmo mai incontrato.
A quali eventi hai partecipato fino ad ora?
Fin ora sono stata in tutti gli eventi presenti nella mia regione, al Romics ed al Lucca Comics. Mi è anche capitato di portare Sansa a Barcellona a fine 2019.
Qual’è la tua fiera preferita?
Direi in assoluto il Lucca Comics (quando non piove). Un’esperienza unica che attendo con ansia ogni anno e che consiglio a tutti.
Quali sono i tuoi prossimi progetti? 
Un po’ difficile fare progetti in tempo di Coronavirus, ma so di certo che appena sarà possibile tornare in fiera in totale sicurezza, sarò la prima ad entrarci.
Hai qualche aneddoto particolare che ti è successo in ambito cosplay che vuoi raccontarci?
In un Lucca Comics di qualche anno fa, fui fermata da un ragazzo che mi consegnò una bustina. Non conoscendolo rimasi sorpresa da questo gesto ed incuriosita aprii la busta. All’interno vi era un piccolo cartoncino con un mio ritratto in cosplay. Mi emoziono ancora ora nel raccontare questa storia, è stato uno di quei semplici gesti, ma simbolici, che ti fanno amare questo mondo.
Hai mai partecipato a qualche contest cosplay?
Sì e ne ho anche vinto alcuni. Di solito però li faccio solo supportata dai miei compagni perché da sola e senza incoraggiamento mi vergognerei troppo.
Hai mai partecipato come giurata a qualche manifestazione?
Sì e devo dire che mi sono divertita parecchio. Non penso però di essere un bravo giurato, tendo sempre a dare giudizi positivi su tutti.
Hai mai presentato un evento cosplay?
Sì e credo di amare questo ruolo. In compagnia della giusta controparte possono crearsi delle situazioni davvero simpatiche per intrattenere il pubblico in maniera genuina e naturale.
Hai mai partecipato ad eventi all’estero?
Sono stata chiamata come figurante in un evento aziendale all’estero ed è stata un’esperienza di crescita davvero importante. Sapere di lavorare in un altro Paese, di uscire e scoprire nuovi posti grazie ad un hobby che amo mi lascia sempre una sensazione di felicità. Spero sinceramente mi capiti ancora.

Hai un profilo dove  offri contenuti contenuti o chiedi di essere supportata per i tuoi progetti? 

Per adesso chiedo supporto solo tramite visualizzazioni e condivisioni sulle piattaforme gratuite come Facebook, Instagram e TikTok.

Le foto appartengono ai relativi fotografi, per essere aggiunti ai photo credits contattateci su cosplay@senzalinea.it

Our Friends:

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

WORLD WAR Z – L’esperienza definitiva coop-shooter a tema zombi in arrivo su console

L’esperienza definitiva coop-shooter a tema zombi in arrivo su console World War Z: Aftermath in …