domenica , 15 Settembre 2019

Allarme privacy: Snapchat, alcuni dipendenti hanno avuto accesso ai dati degli utenti

Alcuni dipendenti di Snapchat, l’app popolare tra i ragazzini  e famosa per i messaggi che scompaiono dopo un po’ di tempo, hanno ottenuto accesso in modo improprio alle informazioni degli utenti usando uno strumento interno originariamente pensato per soddisfare le richieste delle forze dell’ordine.

Stando alle rivelazioni di due ex dipendenti della piattaforma social, tutti all’interno di Snapchat avrebbero accesso a un tool utilizzato per ispezionare i profili degli iscritti per motivi di sicurezza. Purtroppo, però, più di qualcuno si sarebbe lasciato prendere la mano, abusando della loro posizione e sfruttando SnapLion (questo il nome dello strumento) per spiare l’attività degli utenti senza un valido motivo e, in alcuni casi, trafugando  informazioni personali.

SnapLion è chiamato negli ambienti interni “la chiave del Paradiso” della piattaforma. Utilizzato solitamente per accedere a profili segnalati dalle autorità di polizia delle varie nazioni, SnapLion ha finito con l’essere sfruttato dai vari team per scopi tutt’altro che leciti. SnapLion non è l’unico strumento utilizzato da tecnici e sviluppatori della piattaforma social per accedere ai profili degli iscritti. I vari team di lavoro, infatti, hanno tool con differenti livelli di accesso.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega , tornato sulla terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Nell' ultimo anno scrive su Senzalinea di tecnologia e soprattuto di Cosplay. Ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega..

Check Also

Google aggiorna il proprio algoritmo per dare più visibilità a contenuti originali

Richard Gingras, direttore delle News di Google ha spiegato in un post ufficiale: “Tra i …