Consigli e rimedi per smettere di russare

Quella di russare la notte, come alcuni erroneamente credono, non è una cattiva abitudine ma rappresenta un disturbo respiratorio in grado di creare problemi di salute anche gravi.
Per smettere di russare si devono in primo luogo individuare le cause fisiologiche scatenanti del fenomeno, e poi intervenire su quelle con degli accorgimenti di vario tipo o delle modifiche dello stile di vita per ottenere dei buoni risultati.

Partiamo dunque da questo passaggio preliminare prima di elencare tutti i possibili rimedi, che in molti casi possono anche essere di tipo naturale.

Perché si russa la notte?

Le più comuni cause che portano a russare soprattutto in età avanzata vanno ricercate nel generale stato di salute: obesità, accumulo di stress, eccesso nell’uso di alcolici ed anche il fumo di sigarette sono le prime motivazioni, in associazione ad un regime alimentare disordinato e di scarsa qualità.

Dal punto di vista puramente meccanico si inizia a russare quando c’è un restringimento o un’ostruzione delle prime vie respiratorie, e in maniera particolare per chi è abituato a dormire in posizione supina, ossia a pancia in su: la lingua arretra e lascia meno spazio per passare all’aria, di conseguenza quando si inspira si mette in atto una vibrazione della parte molle del palato e della faringe.
In alcuni casi questo fenomeno acustico può raggiungere intensità molto elevate, perché tale restringimento del fisiologico passaggio dell’aria aumenta anche la velocità e la pressione con cui viene inspirata ed espirata.

Si può russare per cause fisiologiche?

Naturalmente tra i motivi di questo restringimento può anche non esserci uno stile di vita sregolato, in quanto può essere causato da ostruzioni patologiche quali polipi nasali, adenoidi o tonsille gonfie, setto nasale deviato e per finire l’obesità.
In questi casi è preferibile consultare quanto prima uno specialista al fine di rimuovere o di alleviare questi fattori scatenanti; trascurarli vuol dire rischiare di incorrere nella fastidiosa sindrome da apnee notturne, un disturbo ben più grave e progressivo che può compromettere in maniera ancora più evidente la salute.

Va inoltre considerato che il semplice russare non facilita la qualità del sonno, anzi: la compromette in quanto non permette la giusta ossigenazione dell’organismo e dei tessuti, e non consente che il sonno sia continuativo e rigenerante.
Ciò avrà come risultato un risveglio con poche energie, oltre al fastidio ed all’irrequietezza che verranno trasmessi all’eventuale partner col quale si condivida il letto.

Escluse le cause mediche, ascoltare il parere esperto di un consulente all’interno di un negozio specializzato nella vendita materassi ed altri accessori per il riposo notturno quali cuscini e guanciali è sempre una ottima iniziativa. Alcuni marchi hanno addirittura messo a punto degli specifici guanciali antirussamento, caratterizzati da una lastra appositamente sagomata per favorire la respirazione nella posizione più corretta.

I rimedi naturali per smettere di russare

Analizziamo in conclusione delle tecniche di primo approccio per smettere di russare mentre si indaga sulle cause, perché ci sono alcuni rimedi anche naturali.

Curare l’alimentazione

Soprattutto la sera è preferibile evitare di assumere alcolici o altre sostanze eccitanti come caffè o tè; per certi versi, a causa del rilassamento muscolare che comportano, anche alcune tisane sono sconsigliate, perché favoriscono l’aumento delle vibrazioni per la muscolatura; infine, va curata l’alimentazione durante la cena serale, evitando cobi troppo complessi da digerire e che comportano un sonno più pesante.

Cambiare la posizione in cui si dorme

Può essere di grande aiuto intervenire sulla posizione nella quale si è soliti dormire. Anche se all’inizio può sembrare un disagio, si tratta solo di trovare un giusto equilibrio e modificare le abitudini notturne cercando di addormentarsi sul fianco piuttosto che a pancia in su. Ciò eviterà alla lingua di scivolare all’indietro restringendo le vie respiratorie.

Umidificare la camera da letto

Se a causa del riscaldamento l’aria nella stanza dove dormi è molto secca, nel corso della notte ti ritroverai con le mucose nasali disidratate e ciò amplificherà la fame d’aria e le vibrazioni. Esistono in commercio diversi tipi di umidificatori, sarà una semplice ricerca per te individuare quello più adatto.

Libera il naso o fai dell’aerosol

A volte le vie nasali possono essere ostruite anche a causa di un semplice raffreddore. In questi casi sarà sufficiente compiere dei lavaggi nasali con della semplice soluzione salina, oppure effettuare dei suffumigi o dell’aerosol con aggiunta di oli essenziali quali quello di eucalipto.

Please follow and like us:

Biografia Redazione

Avatar

Check Also

UN’ALTRA NUOVA SPERANZA: EXO-CD24

Da inizio pandemia, medici, sanitari, e tutto il mondo scientifico non si è mai fermato, …