L’INCAZZATA TECNOLOGICA SI CHIEDE: “MA PERCHÉ COSTUI FA VIDEO???”

In questi giorni, scorrendo distrattamente Instagram, ho fatto una riflessione: i social network hanno dato grande visibilità a quei personaggi che fino a una decina di anni fa, sarebbero stati relegati a mostrare i loro siparietti solo davanti ai parenti e a un ristretto numero di amici, oggi invece impazzano senza sosta e, soprattutto, senza filtri su Facebook, Instagram e Youtube, solo per citare quelli che uso io.

Se vi è mai capitato di usare la “lentina” di ricerca di Instagram avrete di sicuro capito di chi o cosa sto parlando, essendovi trovati davanti foto e video di dubbio gusto.

Tralasciando i video di adolescenti senza controllo che trovano indispensabile caricare ogni loro azione, e sia ben chiaro che ho detto “azione” per non incorrere nella censura, vi lascio spaziare con la fantasia sul significato nascosto della parola, dicevamo, tralasciando loro che non possono respirare (e altro…) senza il bisogno di farlo sapere a tutti i followers, ci troviamo davanti a un esercito di Over 40 e più, senza alcuna dote, che non si sa per quale assurdo motivo, ha deciso di iniziare a girare video, la gran parte delle volte totalmente senza senso. Il bello (o il brutto) è che hanno pure un vasto seguito.

Questi quelli che mi hanno più colpito/ inorridito/ innervosito/ altro, nell’ultimo periodo, da quando cioè, ho deciso di scrivere sull’argomento.

  • Maria Grazia Catalano alias Follettina Creation, che realizza video da circa 4 anni, inizialmente mostrando solo la sua routine quotidiana con la bambola reborn (e già qui, ce ne sarebbe da discutere…), spaziando successivamente sulla sua vita, arrivando a chiedere (e ottenendo) donazioni su PayPal e creando una lista regali su Amazon, regolarmente sfruttata dai suoi fans, chiamati follettini e follettine. Bullizzata per il suo aspetto fisico (denti sporgenti e spaziati, capelli grassi, monociglio), ha sempre risposto a tono agli haters e nell’ultimo periodo ha subito anche un restyling, aiutata da ladivadeltubo, altra youtuber di dubbio talento, lasciando i suoi ammiratori, e non, particolarmente basiti. Quindi ottimo che sappia combattere contro il cyberbullismo, assurdo che la gente le mandi soldi e regali.

Follettina e Ladivadeltubo
  • Omar Palermo aka Youtubo Anche Io invece è solo imbarazzante, non ho altri termini più gentili per definirlo: obeso e solo, fa video dove si sfonda di cibo, dopo aver preso degli integratori, incitato a smettere o a continuare a mangiare da coloro che lo seguono. In uno degli ultimi video ha mangiato 50 kinder fetta al latte per un totale di 5900 calorie ingurgitate, in un altro 2 kg di tiramisù inframmezzati da mezzo pollo, 3600Kcal. Per di più ricatta i suoi fans: se non si iscrivono al canale, niente più video. E sarebbe anche ora!

Youtubo Anche Io coi Kinder Fetta al Latte
  • chiaradalessandro78 fans di Hello Kitty, Harry Potter e unicorni, racconta con estrema spensieratezza le sue giornate: tra finte gravidanze, fidanzati che spariscono andando a comprare le sigarette (classicone) e video dove anch’essa si sfonda di cibo, biascicando parole con la bocca piena e ruttando. Vittima anche lei degli haters, viene insultata per il suo aspetto fisico, i video senza senso e i comportamenti al limite del rozzo che spesso mostra. In coppia con Davide (davide_chiara81), resta uno dei misteri irrisolti del web: perché mai la gente la segua e come da questo ne tragga guadagno, resta incomprensibile.

Davide e Chiara
  • Sabrina Marchetti (sabrina_marchetti_official) è forse l’unica che ha un motivo per fare video: scrittrice, affetta dalla Sindrome di Tourette, durante i suoi video ha molto spesso tic motori e coprolalici piuttosto violenti: bestemmia, dice frasi senza senso, ha scatti con varie parti del corpo. Ha deciso di mostrarsi in pubblico per sensibilizzare le persone e i medici su questa malattia spesso invalidante. Ovviamente non mancano coloro che l’accusano di fare finta solo per farsi notare, ma ormai si sa, se vuoi esporti nel mondo social, aspettati fiori, ma anche…

Sabrina Marchetti
Please follow and like us:

Biografia Maggie Lee

Maggie Lee
Anche se non sembra sono nata a Milano, ma sono di origini siculo-calabresi: da lì derivano i miei colori poco “nordici”. Sono laureata in Psicologia e sto frequentando la magistrale. I miei amici sostengono che ho un sesto senso innato per capire le persone, soprattutto quelle cattive, cosa che talvolta è più una maledizione che un dono. Cerco di interessarmi a po' di tutto, ho una passione per Wikipedia e mi diletto di cucina e fai da te. Sono il tuttofare tecnologico della famiglia, per qualsiasi cosa abbia dei pulsanti o, ultimamente, uno schermo touch. Amo le tecnologie semplici che semplificano la vita. Viaggio parecchio per amore, i mezzi di trasporto tedeschi non hanno più segreti per me, adoro la loro puntualità, ma odio la loro mancanza di elasticità e, naturalmente, la maggior parte del loro cibo.

Check Also

Kaspersky presenta la prima soluzione Cyber Immune alla fiera di Hannover

In occasione della fiera Hannover Messe Kaspersky presenterà Kaspersky IoT Secure Gateway 100, una soluzione …