L’umiltà e la dedizione della grandissima voce napoletana di Giovanna De Sio.

Avere la possibilità di parlare con una maestra della musica neomelodica non è cosa da tutti giorni; c’è molto da apprendere, da carpire…da rubare in qualche modo per chi punta a rendere la propria musica più affine a questo ambiente. Abbiamo l’onore di proporre un’intervista ad una grandissima donna di questa scena musicale fatta in occasione dell’uscita del suo nuovo brano; abbiamo avuto l’onore di incontrare Giovanna De Sio.

  • Ciao Giovanna, partiamo subito dal tuo ultimo brano “Dimmi dove sei”: “Dimmi dove sei” è una canzone scritta da Silvia Tatangelo,(sorella di Anna), la musica e gli arrangiamenti sono del produttore esecutivo del progetto nonché musicista Rai Francesco Comunale. Ha voluto che io cantassi questo brano dalle sonorità nazionali per vedere se la gente avrebbe accettato questo mio modo di cantare un po’ diverso, nuovo, visto che vengo dal classico napoletano e dal neomelodico.
  • Il tema è quello di una storia che finisce ed un nuovo cominciare; ma non è mai come prima…finisce un amore ma non sempre ne inizia un altro: Gli amori vanno e vengono…sicuramente se è stato importante lascia un segno indelebile. Però, come si usa dire, la vita va avanti e senz’altro un nuovo amore prenderà il posto di quello passato; queste esperienze le fa chiunque.
  • Facendo un passo indietro, nella tua lunga carriera hai potuto collaborare con grandissimi nomi della musica napoletana, ecco; come pensi si sia evoluta la scena? Dove credi sia arrivata?: Aver lavorato con grandi nomi del panorama napoletano mi ha fortificato artisticamente…oggi ho un curriculum abbastanza importante. Loro mi hanno spronato e fatto capire che, nella vita, bisogna mettersi in gioco con sacrifici e umiltà… Ad oggi io credo di non  essere arrivata da nessuna parte, anzi la strada e ancora lunga e tortuosa…bisogna fare sacrifici senza mai montarsi la testa come diceva il grande Merola.
  • Se dovessi fare un raffronto tra i maestri e la prospettiva odierna cosa pensi serva a chi vuole lasciare un segno nell’ambiente?: Oggi non è come ieri. Gli artisti passati hanno costruito la loro carriera passo dopo passo mettendoci personalità nel cantare e passione; oggi è tutto più facile ma dura il tempo che trova. Oggi si fa l’artista per monetizzare, ieri si faceva per lasciare un segno indelebile nel cuore e sulla pelle del pubblico. Credo che i sentimenti di una volta non vi siano più; per lasciare il segno bisogna fare questo mestiere con grande  passione e rispetto per il pubblico.
  • Tornando alla tua di carriera; l’ultimo album (Vita Nova) risale al 2013, dopodiché ti sei dedicata ad altri progetti in cerca di nuovi stimoli. A cinque anni da quell’uscita, cosa credi di aver recepito?: Dopo Vita Nova ho inciso altri 2 CD un inedito dal titolo “Lady Gio’” e un the best dal titolo “Le più belle“. Sono venuta alla conclusione che se non ti dai da fare per essere presente  in TV, in radio, sul web rimani indietro; nell’epoca in cui viviamo questo mestiere è diventato più facile. Oggi tutti cantano: basta essere carini, mettere sul web un video fatto col telefonino, ricevi milioni di visualizzazioni (comprate) e diventi una stella.
  • E’ possibile aspettarsi a breve qualche novità? Se si, puoi anticiparci qualcosa?: A breve inciderò due nuovi brani (neomelodici) e poi completerò il disco neomelodico. Per l’anno prossimo sarò al Teatro Trianon con uno spettacolo di Nino D’Angelo…
  • Ringraziandoti della disponibilità, lascio a te i saluti finali: Vi ringrazio immensamente per l’intervista, vi auguro una splendida vita. Giovanna.

“Dimmi dove sei” è la storia di un grande amore finito all’improvviso. La protagonista non riesce a realizzare l’assenza del suo lui e il tempo che passa inesorabile dal momento che tutto è cambiato. La canzone esalta la melodia italiana veicolando il racconto di una storia emotivamente coinvolgente. E’ di sicuro, questo brano, la creazione di un nuovo tassello nel percorso di questa artista che andrà a comporre un puzzle fatto di armonia, di colore, di suono e bel canto e a noi non resta che aspettare sue future iniziative.
Per chiunque volesse seguirla, lasciamo come di consueto il link alla sua Pagina Ufficiale Facebook

Please follow and like us:

Biografia Giuseppe Improta

Check Also

Måneskin e Simple Dimple: i trend online dell’estate 2021 per i bambini

Da una nuova ricerca di Kaspersky Safe Kids sono emersi i contenuti online che, a …