Non solo cosplay! Gli Heartbreakers: Italian Kpop Dance Crew!

Cosa c’entra il cosplay con la danza e il k-pop? Cosa è una crew? Se siete curiosi seguiteci per conoscere gli Heartbreakers, un gruppo di ragazze (ed un ragazzo) appassionati di danza, musica pop coreana e naturalmente cosplay!

Iniziamo con la presentazione di tutta la crew

Ciao a tutti, noi siamo gli Heartbreakers! Siamo essenzialmente un gruppo di sette persone, sei ragazze e un maschietto, che ha come passione in comune quella di condividere l’amore per il k-pop, la danza e il cosplay. Quando abbiamo pensato per la prima volta ad unirci e creare una crew vera e propria, non pensavamo sarebbe stato un progetto tanto impegnativo e coinvolgente, ma ci siamo resi conto che amiamo quest’ambito e che ci piace divertirci e far divertire tutti quelli che si trovano bene in nostra presenza.
Tutti e sette abbiamo un ruolo preciso e facciamo un po’ da collante gli uni con gli altri in ogni situazione. I membri che ne fanno parte sono Marsh (leader), Rio (Main dancer), Yuki (Visual), Haru (Center), TJ (Lead dancer), Aki (Visual) e Momo (maknae nonché più giovane del gruppo!).

Perchè proprio una crew di kpop? Potete spiegare ai lettori di Senzalinea.it questo genere musicale che sta spopolando in tutto il mondo?

Il k-pop è un genere musicale che nasce in Corea del Sud, ma che si è sviluppato in Italia molto prima di quanto si pensi. Alcuni dei gruppi più vecchi come i Big Bang e gli Shinee si sono fatti strada in Italia col loro stile unico sia musicale che coreografico. Pian piano il genere si è esteso sempre più al di fuori dell’Asia, toccando l’America e l’Europa soprattutto negli ultimi anni. Attualmente, gruppi come i BTS, gli NCT e le BlackPink stanno toccando punte di successo anche nelle radio italiane. Ciò che tocca particolarmente i giovani, circa il genere, sono le coreografie spettacolari, i testi e la musicalità.

Gli Heartbreakers crew ha partecipato al contest kpop organizzato da Coreanapoli lo scorso Comicon, com’è andata?

Coreapoli è un’associazione no profit che si occupa dell’organizzazione di eventi, contest e non, nella regione Campania. Quest’anno abbiamo avuto il piacere di partecipare al contest più importante di tale organizzazione, che si è tenuto al Napoli Comicon e devo dire che per noi è stata un’esperienza davvero particolare. Oltre che essere stata la primissima volta, per noi è stato un modo di introdurci e interagire meglio in questo mondo, metterci in gioco, avere a che fare col pubblico e conoscere tante persone del campo.

So che state organizzando un raduno a Caserta per far conoscere il genere a più persone possibile, ti va di parlarci di questa iniziativa?

Certo che sì, anche se l’idea ci è venuta in mente qualche tempo fa, ed è ancora in fase di lavorazione! Ma vogliamo assolutamente organizzare qualcosa a Caserta che, come sempre, rispetto a Napoli rimane un pochino indietro e di eventi di questo tipo non se ne vedono molti. È importante, perché magari le persone interessate ci sono, ma non si fanno avanti per paura di essere le uniche nel loro paese, quando magari non è così!
Prima possibile forniremo tutte le info a riguardo, ma promettiamo che sarà un qualcosa da ricordare e che speriamo coinvolgerà la maggior parte degli interessati.

Quanto è difficile realizzare una coreografia?

Senza dubbio lavorare alle coreografie in generale richiede tanto tempo e impegno, dedizione e cura del dettaglio. Ogni coreografia è a sé stante, ha il proprio stile e la propria difficoltà, per cui le studiamo sempre tutti insieme dopo averne scelta una. Pochi in crew partono da una base di ballo, quindi dobbiamo fare tante prove e lavorarci molto per raggiungere una buona sincronia, interpretazione del personaggio e capacità di trasmettere un qualcosa. Solitamente studiamo le coreografie prima in ottave, senza musica, poi rivediamo le posizioni di ognuno e infine ci aggiungiamo l’interpretazione. È un po’ come una ricetta di cucina!

La vostra crew è nata da poco, su che social possiamo trovarvi?

Sì, la nostra crew ha avuto il suo debutto il 1° Settembre del 2018. Principalmente il social su cui siamo più attivi è Instagram,  ma abbiamo anche un canale YouTube che presto verrà riempito di contenuti e un profilo Twitter. Venite a trovarci!

Quali gruppi consiglieresti per far conoscere un pò il kpop a chi ne è completamente a digiuno e perchè?

Crediamo che il K-pop e i rispettivi gruppi abbiano ognuno una qualche particolarità nello stile musicale che, in un modo o nell’altro, va a rapire l’attenzione dell’interlocutore. Quindi diciamo che ognuno sceglie il proprio o i propri gruppi preferiti da solo. Anche noi ne abbiamo alcuni, pur ascoltando un po’ di tutto!

Marsh: BTS.
Rio: NCT e STRAY KIDS.
Yuki: Shinee.
Aki: Twice
Haru: FX e BAP
TJ: EXO
Momo: Mamamoo

Quali sono i vostri prossimi progetti?

Come progetto futuro stiamo pensando di ampliare la crew, di dedicarci a coreografie che ci stimolino a dare il massimo e a superare i nostri limiti. Siamo persone ambiziose e difficilmente ci accontentiamo. A breve avremo anche un cambio di concept e un comeback, dove verranno annunciati nuovi membri in uno stile un po’ particolare. Infine puntiamo a partecipare a qualche altro contest.

Speriamo siate entusiasti di seguirci.
Vi aspettiamo!

The HB Crew.
Italian Kpop Dance Crew.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

GIOCA ATTRAVERSANDO 5 ERE DELL’UMANITA’ NELLA CLOSED BETA DI HUMANKIND

Per la prima volta, gioca fino a 200 turni in HUMANKIND™, incluse 10 nuove culture …