PANINI COMICS presenta ARCADIA -VOLUME 1: MAD WORLD

Sta per terminare l’attesa! Giovedì 26 novembre arriva, edito da Panini ComicsArcadia Vol. 1: Mad World, il seguito di Nomen Omen, il capolavoro fantasy di Marco B. Bucci Jacopo Camagni. L’universo narrativo creato dai due autori nei tre volumi di Nomen Omen cambia completamente volto e, con il primo capitolo di Arcadia, spalanca le porte a un racconto che gioca con le regole stesse della narrazione.

L’isola di Manhattan non esiste più. Al suo posto, invisibile agli occhi dei mortali, si erge Arcadia, il regno di tutte le storie, un luogo in cui Tempo e Spazio hanno nuovi significati. Un reame idilliaco dominato dalla magia, ma martoriato dalla guerra tra Re Taranis e le feroci milizie della Mano Verde. E mentre personaggi vecchi e nuovi cercano di dare un senso a questo folle mondo, una domanda tra mille troverà risposta: cosa è successo a Becky Kumar?

“La magia dei nomi, all’interno di una storia, può essere così potente da cambiarne persino il nome. Raccontare la magia significa anche sottostare alle sue leggi” dichiara lo sceneggiatore Marco B. Bucci a proposito del nuovo colpo di scena della saga che dal 2017 tiene col fiato sospeso migliaia di fan. “Se prima raccontavamo una storia urban fantasy, con Arcadia entreremo nel territorio narrativo del fantasy urban. Una terra incognita in cui tutto può accadere”.

Al radicale cambio di ambientazione si accompagneranno diverse novità anche dal punto di vista visivo. “L’utilizzo del colore in Nomen Omen ha sempre rappresentato la magia” spiega Jacopo Camagni, disegnatore della serie “Ma se il mondo è tutto permeato di magia allora saranno i toni di grigio a raccontarci della sua assenza.”

Arcadia Vol. 1: Mad World è disponibile anche in edizione a tiratura limitata e numerata in una special box contenente la versione esclusiva del volume con la cover disegnata da Pepe Larraz, la mappa extralarge di Arcadia e il dado a venti facce dell’esercito della Mano Verde.

GLI AUTORI

Jacopo Camagni, disegnatore, lavora nel settore dei comics e dell’illustrazione da oltre vent’anni. Nel 1998 disegna per Kappa Edizioni un volume inedito dedicato a Lupin III sotto la supervisione di Monkey Punch, creatore del personaggio. Nel 2008 viene selezionato tra centinaia di artisti di tutto il mondo e comincia a lavorare per Marvel ComicsPer la Casa delle Idee ha realizzato, tra le altre cose, la miniserie Star Wars: KananLongshotHawkeye vs. DeadpoolDeadpool the Duck e alcuni numeri della serie X-Men. Nel 2017 disegna una storia breve di Groucho per Sergio Bonelli Editore, su testi di Marco B. Bucci. Dal 2017, con Bucci pubblica per Panini Comics la serie Nomen Omen (proposto anche oltreoceano dalla casa editrice Image Comics) a cui segue il nuovo capitolo intitolato Arcadia.

Marco B. Bucci, classe 1981, è una nuova categoria di narratore. Fotografo, designer, illustratore e scrittore, nel 2004 fonda Studio Dronio con Jacopo Camagni, con il quale lavora a Magna Veritas, fumetto fantasy pubblicato in Francia da Soleil nel 2005. Nel suo percorso ci sono anche la creazione dello scenario del board game Dogs of War per CMON Limited e il gioco di ruolo Memento Mori per Raven Distribution. Si divide tra la fotografia per alcune tra le più blasonate case di moda e la scrittura in tutte le sue forme. Dopo Nomen Omen e Arcadia, è in arrivo a gennaio 2021 Saetta Rossa (Panini Comics), realizzato insieme a Riccardo Atzeni.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Kerbal Space Program 2: approccio alla serie più semplice per i nuovi giocatori

Nel corso degli anni Kerbal Space Program si è guadagnato la fama di essere molto accurato scientificamente …