giovedì , 23 Gennaio 2020

Una “IA” sviluppata dal Politecnico di Losanna riesce a prevedere il luogo della caduta di un fulmine!

I fulmini sono fenomeni atmosferici  particolarmente pericolosi per l’incolumità delle persone, per non parlare dei danni che possono arrecare a tutto quello che ci circonda.

Il Politecnico di Losanna in Svizzera ha creato un algoritmo che usando semplici dati meteorologici riesce a prevedere dove e quando cadrà un fulmine entro un raggio di 30 chilometri con un anticipo che va da 10 a 30 minuti, lanciando, in alcuni casi,  l’allerta ancora prima che inizi un temporale. Le previsioni hanno un’affidabilità del 80%, come dimostra lo studio pubblicato sulla rivista Climate and Atmospheric Science.

L’algoritmo  riconosce le condizioni che favoriscono lo svilupparsi di questo tipo di fenomeni analizzando i dati raccolti in dieci anni da 12 stazioni meteo svizzere, distribuite in aree urbane o di montagna. I parametri che sono stati presi in considerazione sono quattro: pressione atmosferica, temperatura dell’aria, umidità relativa e velocità del vento. I dati sono stati poi messi in correlazione con i fulmini registrati in passato dai sistemi di rilevazione e localizzazione.

L’inventore dell’algoritmo Amirhossein Mostajabi ha spiegato:

“I sistemi attuali sono lenti e complessi e richiedono dati esterni costosi acquisiti con radar o satelliti. Il nostro metodo usa dati che possono essere ottenuti da qualsiasi stazione meteo. Questo significa che possiamo coprire anche regioni remote fuori dalla portata di radar e satelliti e dove le reti di comunicazione non sono disponibili”.

Secondo i ricercatori questa tecnologia potrà essere utilizzata nel progetto europeo Laser Lightning Rod (Llr), che ha l’obiettivo di sviluppare un sistema di protezione dai fulmini basato sulla tecnologia laser: l’idea è quella di inviare nell’ atmosfera dei potenti impulsi  che creino un percorso preferenziale per il fulmine, in modo da guidarlo lontano da aree a rischio.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega , tornato sulla terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Nell' ultimo anno scrive su Senzalinea di tecnologia e soprattuto di Cosplay. Ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega..

Check Also

Renoir Comics presenta la collezione definitiva dei crossover tra Usagi Yojimbo e le Tartarughe Ninja!

Stan Sakai è legato da una lunga amicizia con Kevin Eastman e Peter Laird, i …