60° Anniversario del ‘giorno del rifiuto di Rosa Parks’

Rosa-Parks1[1]

Il primo dicembre del 1955, a Montgomery, in Alabama, si verificò un episodio simbolo della lotta contro il razzismo: la donna di colore Rosa Parks si rifiutò di alzarsi dal posto in autobus riservato ai bianchi e per questo venne denunciata e arrestata. Questo gesto – piccolo eppure significativo – costituì uno dei momenti fondativi del grande movimento per i diritti civili guidato da Martin Luther King, il cui valore andò ben oltre i confini degli Stati Uniti.

In occasione del 60° anniversario del giorno del rifiuto di Rosa Parks, il Comune di Napoli aderisce all’iniziativa nazionale di ricordo e sensibilizzazione indetta dal MibacT, il Miur e l’Anci in concertazione con l’Unar, il giorno martedì 1° dicembre, che si svolgerà in contemporanea in tutti i Comuni d’Italia capoluogo di Provincia e che proseguirà con la campagna #alpostogiusto fino al 6 dicembre.

A Napoli l’appuntamento è alle 10.00 in piazza Carlo III dove alla presenza delle istituzioni, delle scuole, delle comunità straniere e dei cittadini sarà ricordata Rosa Parks.

Per l’occasione uscirà dai depositi ANM il restaurato Filobus storico che diventerà stage per narrare, attualizzandola, la storia di Rosa Parks, con interventi artistici, con artisti immigrati che vivono a Napoli. Tra letture e musica si racconterà al pubblico, agli studenti, ai giovani, il gesto rivoluzionario di Rosa Parks, un no che è diventato pietra miliare nella storia della rivendicazione dei diritti civili.

L’iniziativa sarà un’ulteriore e importante occasione di dialogo tra le istituzioni e le comunità di immigrati residenti a Napoli, creando l’opportunità di attualizzare e contestualizzare il tema dei diritti civili oggi a Napoli.

Il Filobus storico, con un gruppo scelto di spettatori, partirà poi dalla piazza per attraversare la città percorrendo alcuni luoghi simbolo dell’integrazione.

Per tutta la settimana inoltre, dall’1 al 6 dicembre, alcuni autobus di linea allocheranno negli spazi abitualmente riservati alle pubblicità commerciali, sul retro e sui laterali dei mezzi, la campagna #alpostogiusto per la quale gli Archivi Alinari hanno concesso l’immagine: Rosa Parks, seduta nella parte anteriore di un autobus pubblico, riservata ai “bianchi”, Montgomery, Alabama; dietro di lei il giornalista Nicholas C. Criss, 2/12/1956, Granger, NYC/Archivi Alinari. A corredo della campagna tutti i dispaly (paline elettroniche) alle fermate degli autobus riporteranno la scritta ‘Rosa Parks’. Sui siti istituzionali e sui social sarà veicolata la locandina dell’iniziativa realizzata dal Ministero e nei videowall distribuiti su tutto il percorso Metro Linea 1 e 6 e funicolari sarà trasmesto uno spot/locandina dell’iniziativa.

Il testo della locandina licenziato dal Ministero e distribuita ai Comuni sarà tradotto nelle varie lingue delle comunità straniere presenti in città e distribuito tramite i Presidenti delle comunità stesse che hanno partecipato nei giorni precedenti all’iniziativa alla costruzione del percorso.

Il Festival della nascita:

La Nascita: un bene comune. Parole, immagini, suoni

con un intervento musicale di Moni Ovadia

Sala dei Baroni del Maschio Angioino 1 dicembre, ore 16,00

(Ideazione e cura di Maria Pia Marroni,
Presidente di Coop. Soc. Na.Sc.eRe nel Terzo Millenio)

Martedì 1° Dicembre dalle ore 16.00 alle 19.15 nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino, la Cooperativa Sociale Na.Sc.eRe. nel Terzo Millennio, nell’ambito del progetto Parto…da Napoli: il Festival della Nascita, presenta l’evento:

La Nascita: un bene comune. Parole, immagini, suoni.

La Nascita rappresenta il tema portante e centrale dell’intero periodo natalizio. Na.Sc.eRe nel Terzo Millennio con il progetto “Il Festival della Nascita” prevede un percorso che parte dalla riflessione sulla “buona nascita” come primo momento di relazione dell’individuo con la società che lo accoglie. Il nascere inteso come co-nascere, relazione dialogica tra chi è atteso e chi accoglie, come evento collettivo fondante, lo definiamo bene comune in quanto socialmente gestito e storicamente radicato. L’intento è quello di intraprendere una riflessione sulla nascita dell’uomo esplorandone valori, mutamenti e potenzialità e valorizzandone gli aspetti culturali, scientifici ed estetici. L’evento-metafora del la nascita simboleggia l’inizialità. Percorrendo dunque il principio, l’origine, il fondamento di molteplici ambiti: la nascita del Teatro, della Scienza, della Filosofia, della Musica, della Letteratura, dell’Archeologia, del Cinema, durante il Natale 2015 a Napoli, si affronterà la natalità non solo come evento fisico, ma come primo momento di formazione di una coscienza, di una volontà, di un modo di vedere le cose come progettualità in divenire. L’uomo stesso è principio, in quanto unico capace di dare inizio alle cose generando cambiamenti attraverso il suo agire creativo e libero. Diversi itinerari, percorsi reali e fantastici, vedranno la Città coinvolta quale madre e culla della nascita e rinascita delle coscienze, attraverso la riscoperta e la riqualificazione creativa di spazi fisici e simbolici. Napoli vuole lanciare un messaggio: “Nascita come Bene Comune é nella società del Terzo Millennio un impegno di tutti, verso tutti per la realizzaz€ione di una società migliore.”

Programma:

ore 15.30

Saluti e presentazioni

Luigi de Magistris – Sindaco di Napoli

Nino Daniele – Assessore alla Cultura e al Turismo

Simonetta Marino – Assessorato Pari Opportunità

Maria Pia Marroni – Presidente Nascere nel Terzo Millennio

ore 16.00

Matrici. Un rito – Suggestioni di Marina Rippa e Alessandra Asuni

C’era una volta l’attesa… – Antonella Bozzaotra, Lucia sarno, Fausta Nasti

La gioia della nascita – Edoardo Boncinelli

La relazione di cura nella società del terzo millennio – Ivan Cavicchi

Il pianeta Aticsan: la storia di una ostertrica – di Giusy Di Lorenzo raccontata da Claudia Sasso

I primi mille giorni di vita. Esperienza nel Rione Sanità – Giuseppe Cirillo

Immagini di nascita in Campania – Videoproiezioni

Venire al mondo – Gianfranco Ranisio

Monologo tratto da L’Annunziata di Maria Pia Marroni e paola Cereda, attrice Federica Aiello, violoncello Marina Giugliano, regia Giorgia Palombi

ore 18.15

Musica per nascere – Albert Florian Mihai, fisarmonica

Dal primo momento di vita alla nascita delle coscienze, la nascita della società, la cultura come medicina – MONI OVADIA

Momento musicale a cura di Moni Ovadia
L’evento è aperto alla città

Ninna nanne dal mondo

Concerto a favore del bambini del Burkina Faso

promosso dall’Associazione Kam Na Yi Nere

Giovedì 3 dicembre – ore 18,00

Palazzo Carafa di Maddaloni, via Maddaloni, 6 (presso piazza Dante) Napoli

Saranno eseguiti brani di M. Castelnuovo Tedesco, Tosti, Giordano, Alfano, De Falla etc.
Pianoforte Mirella Giordano – Balaphon Ousmane Sanou – percussioni Ousmane Konate – voce Rosario Cantone.

L’Associazione Kam Na Yi Nere opera nel Burkina Faso, in particolare nei quartieri più poveri della capitale Ouagadougou, con iniziative di alfabetizzazione dei bambini e di tutela e valorizzazione delle tradizioni culturali locali.

Please follow and like us:

Biografia Enrico Pentonieri

Avatar

Check Also

Un Natale di amore e bontà con i Regali Solidali ANT

Non sarà probabilmente un Natale come gli altri, ma potrà essere comunque un Natale di …