giovedì , 17 Ottobre 2019

Anche io so farti compagnia: Made in Bunny si batte per i coniglietti!

MADE in BUNNY è una pagina nata per dare visibilità alle associazioni e gruppi di volontari che si occupano della salvaguardia del coniglio, il terzo animale da compagnia nelle case italiane, esponendo i loro market solidali con lo scopo di aiutare a reperire fondi per coprire i costi di gestione scaturiti dai recuperi dei trovatelli. Una pagina che ha messo in contatto diverse associazioni tra loro, creando una rete di collaborazione, organizzando e partecipando ad eventi. Oggi parleremo con i fondatori Fabio Marcone e Danielle Tellan per comprendere come si stanno muovendo per il riconoscimento dei coniglietti come animali da compagnia.
Come nasce MADE in BUNNY  e quale obiettivo si prefigge?
Fabio risponde: MADE in BUNNY nasce dall’idea di Danielle di creare una pagina shopping solidale con l’obiettivo di esporre e dare più visibilità ai vari market solidali delle associazioni. Grazie ad un gruppo di volontari  abbiamo organizzato il primo raduno nazionale in Toscana, coinvolgendo per la prima volta tutte insieme molte associazioni “conigliose” Italiane: il MADE in BUNNY On the Road. Abbiamo anche partecipato ai loro eventi per conoscere le realtà di ogni associazione e per promuovere la rete di collaborazione: Roma, Milano, Firenze, Bologna, etc… Il nostro obiettivo, oggi, è che il coniglio venga riconosciuto come animale da compagnia, e che venga maggiormente tutelato, al fine di diminuire il numero sempre crescente di abbandoni. Vorremmo inoltre coinvolgere le città del centro sud Italia, creando collaborazione ed aggregazione tra i volontari, al fine di far nascere nuove associazioni.
In cosa consiste la Petizione e come è possibile aderire?
Fabio risponde: La petizione, chiamata “Anche io so farti compagnia”, vuole essere principalmente uno strumento contro l’abbandono dei conigli. Prevede l’istituzione di un’anagrafe cunicula da parte dello Stato, l’apposizione di un microchip in tutti gli esemplari anche in vendita presso negozi e/o allevamenti, con lo scopo di rendere “tracciabile” ogni passaggio di proprietà e quindi ridurre il numero di abbandoni ormai elevato. Progetto che prevede un maggiore impegno da parte degli enti preposti nel controllo, nel rispetto e nell’applicazione del quadro normativo e delle relative sanzioni. Per poter aderire, è sufficiente andare sul sito www.ancheiosofarticompagnia.eu e firmare la petizione online. Ma non solo: è possibile scaricare i moduli firma per diventare sostenitori attivi della petizione e raccogliere firme di pugno. Tutte le info disponibili sul sito.
Dove possiamo incontrarvi prossimamente?
Fabio risponde: Le prossime date saranno il 1 novembre in piazza del Popolo a Roma, con uno stand informativo in occasione della ricorrenza del World Vegan Day. Il 19 novembre scenderemo a Napoli, presso il Parco Naturale dei Fondi di Baia, per l’evento “Giornata Flegrea MADE in BUNNY”, una giornata ricca di iniziative e di contenuti informativi sugli animali esotici, con la presenza di molti veterinari esperti del settore, i market solidali, la firma della petizione.
 Il Bianconiglio ci sarà, e voi?!
Please follow and like us:

Biografia Nicoletta Gammieri

Nicoletta Gammieri
Nasce a Napoli il 29 agosto 1984, frequenta l'Università di Medicina Veterinaria, ma la lascia per seguire nel 2006 la sua vera strada “gli Interventi Assistiti con gli Animali”diventando coadiutore del gatto e del coniglio, del cane e dell'asino. Si Forma come Educatrice Cinofila. Partecipa a numerosi progetti in strutture socio-sanitarie: Scuole, Carceri, Ospedali, Case Famiglia. A gennaio 2014 apre un negozio di Mangimi ed Accessori per gli Animali, Il Bianconiglio (totalmente contrario alla vendita di animali).

Check Also

8 cucciole in cerca di casa

Abbiamo già parlato dell’Associazione Animalista Oreste Zevola (che nasce in onore di Oreste, artista napoletano, …