Eventi napoli e Campania: Agenda della settimana dal 15 al 18 aprile

Anche questa settimana Senza Linea vi propone gli eventi più interessanti della settimana.

🖼CHAGALL SOGNO D’AMORE

lunedì 15 aprile

Napoli

Dal 15 febbraio al 30 giugno 2019 Chagall. Sogno d’amore rappresenta una straordinaria opportunità per ammirare più di 150 opere di Marc Chagall e ripercorrere la sua produzione artistica caratterizzata da un mondo elegante e utopistico, intriso di stupore e meraviglia. Sarà possibile ammirare opere nelle quali coesistono ricordi d’infanzia, fiabe, poesia, religione e guerra; un universo di sogni dai colori vivaci e di sfumature intense che danno vita a paesaggi popolati da personaggi, reali o immaginari, che si affollano nella fantasia dell’artista. Opere che riproducono un immaginario onirico in cui è difficile discernere il confine tra realtà e sogno.

🏚Luogo: LAPIS Museum, Piazzetta Pietrasanta, 80138 Napoli

🕐Orario: 10.00 – 20.00

☎Info: idealshow.it


🎶 CENERENTOLA TOUR

lunedì 15 aprile

Napoli

In gara al 69° FESTIVAL DI SANREMO con il brano
“NONNO HOLLYWOOD”
ENRICO NIGIOTTI il 15 aprile sarà in concerto al Teatro Acacia per il “Cenerentola Tour
Al via da aprile “Cenerentola tour”, il tour teatrale di ENRICO NIGIOTTI in gara alla 69° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Nonno Hollywood”, scritto dallo stesso Enrico Nigiotti, prodotto da Fabrizio Ferraguzzo e arrangiato da Fabrizio Ferraguzzo e Enrico Brun.
In scaletta i brani dell’edizione speciale di “Cenerentola e altre storie…” (Sony Music Italy), in uscita il 15 febbraio. Sul palco Enrico Nigiotti sarà accompagnato da Andrea Torresani (direzione musicale, basso/contrabasso), Andrea Polidori (batteria), Mattia Tedesco (chitarre elettriche e acustiche) e Fabiano Pagnozzi (Tastiere e piano).
Queste le date del tour:
3 aprile – Pala Riviera SAN BENEDETTO DEL TRONTO (data zero);
4 aprile – Teatro Duse BOLOGNA;
9 aprile – Teatro Puccini FIRENZE;
10 aprile – Teatro Della Concordia TORINO;
14 aprile – Teatro Politeama Greco LECCE;
15 aprile – Teatro Acacia NAPOLI;
17 aprile – Teatro Toniolo MESTRE (VE);
23 aprile – Teatro Politeama Genovese GENOVA.
I biglietti dei concerti sono disponibili in prevendita su Ticketone.it e al botteghino del teatro Acacia
Il tour è una produzione Massimo Levantini per 1Day;

🏚Luogo: Acacia, Via Raffaele Tarantino, Napoli, CAM, Italia

🕐Orario: 23.00

☎Info: www.unoday.it.


Quattro volte Paperino. La grande mostra al MARTE di Cava de' Tirreni

🖼Quattro volte Paperino. La grande mostra al MARTE di Cava de’ Tirreni

lunedì 15 aprile

Cava De’ Tirreni

Dal 16 febbraio al 16 giugno 2019, Marte Mediateca, il polo culturale di Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno, spalanca le porte a “Quattro volte Paperino”, la mostra che rende omaggio a uno dei volti più iconici del fumetto internazionale.

Il papero con la casacca da marinaio è, infatti, di gran lunga il personaggio preferito dei lettori del settimanale Topolino secondo un sondaggio realizzato qualche tempo fa in occasione dell’uscita del numero 3000.

Organizzata dell’associazione culturale “C’è Cultura su Marte” in collaborazione con la Fondazione Franco Fossati e il museo WOW Spazio Fumetto di Milano, e in partnership con il CAVACON, l’esposizione conta su albi, tavole e acetati originali, pannelli con le storie più significative, approfondimenti e memorabilia, che arrivano dall’archivio della fondazione milanese e da numerose collezioni.

Il percorso espositivo, che ricostruisce la carriera di Paperino, racconta tutte le anime di questo personaggio così amato dal grande pubblico: Paperino classico (il papero collerico, pigro, ma anche generoso, che tutti noi conosciamo) per arrivare a Paperinik (l’eroico difensore della città di Paperopoli), PK (la versione supereroistica di Paperinik), e infine a DoubleDuck (intrepido agente segreto).

Quattro alter ego del simpatico papero che hanno conquistato l’immaginario di tre generazioni, da quel lontano 1934 in cui il personaggio si presentò al pubblico per la prima volta ai nostri giorni.

La mostra è articolata in cinque sezioniLa prima, curata da Luigi Bona, direttore di WOW Spazio Fumetto, è dedicata al Paperino classico: nato nel lontano 1934, fa la sua comparsa nel cortometraggio d’animazione “The Wise Little Hen”. Con un lungo becco e le mani che sembrano più le ali di una papera, appare molto diverso da come è oggi. Questo lo step in cui viene raccontata la nascita, l’evoluzione grafica e caratteriale e ci narra le sue avventure più famose, con particolare attenzione sulla produzione italiana, fiore all’occhiello del fumetto Disney a livello mondiale.

La seconda, a cura di Luca Bertuzzi, è dedicata al ladro imprendibile ispirato a Diabolik Paperinik (1969): partendo dagli esordi più cupi e noir, quando si faceva chiamare Diabolico Vendicatore e vendicava i torti subiti da Paperino, fino ad arrivare all’impavido supereroe dei nostri giorni, in cui ha spesso dovuto affrontare “minacce” assai concrete e quotidiane, dalle diete dimagranti all’inquinamento selvaggio.

La terza, curata da Alberto Brambilla, è dedicata a PK, supereroe ispirato all’universo Marvel, che combatte contro invasori alieni, intelligenze artificiali impazzite, cellule terroristiche. La sezione analizza i motivi del suo successo a partire sia dagli elementi di innovazione grafica portati nel fumetto disneyano, che dalle tematiche più mature rispetto al classico fumetto Disney.

La quarta, a cura di Riccardo Mazzoni, è riservata a DoubleDuck, il nome in codice di Paperino quando fa l’agente segreto per l’Agenzia. La nuova versione, più seria e avventurosa, nasce nel 2008, ispirandosi allo 007 di Ian Fleming.

Una quinta sezione sarà dedicata ai personaggi Disney in Italia, paese che ha avuto un ruolo importante fin dagli inizi. La testata “Topolino” esce a Natale 1932 con disegni di autori italiani. Poco tempo dopo iniziano ad arrivare le storie americane, pubblicate a breve distanza dall’uscita originale.

Il primo editore è il fiorentino Nerbini, ma è con Mondadori – complice anche l’amicizia fra Arnoldo Mondadori e Walt Disney – che il fenomeno editoriale assume una dimensione rilevante. La prima innovazione di prodotto italiana è del 1949. La veste editoriale si trasforma e passa dal “lenzuolone” (grandi pagine, simili al “Corriere dei Piccoli”) al formato “pocket” che conosciamo oggi. Mondadori capisce rapidamente che per mantenere alta la qualità di queste riviste e vivo l’interesse dei lettori, va creata una squadra di disegnatori capaci di produrre storie a ritmi elevati. Nasce così la scuola italiana degli autori Disney, che dagli inizi con artisti come Guido Martina, Giuseppe Perego, Giovan Battista Carpi, Pier Lorenzo De Vita, Romano Scarpa e Luciano Bottaro arriva fino ai giorni nostri, con centinaia di autori coinvolti in una produzione di alta qualità esportata in ogni parte del mondo.

Spesso vittima dello zio Paperone e del cugino Gastone, Paperino è stato per anni relegato al ruolo di perdente. Negli anni però gli autori italiani hanno voluto raccontare un’altra storia e hanno dato vita a un Paperino, eroico, romantico, e avventuroso. Allora nascono storie in cui Paperino fa il guerriero samurai, oppure il cow-boy; viene cioè allontanato dall’ambiente in cui era nato – Paperopoli – ma il tutto senza mutare il suo profilo psicologico, autentico dogma della casa madre. È in questo filone che si iscrivono le celebri “parodie Disney”, come per esempio Guerra e pace disegnata da Carpi. Gli italiani fanno storie più lunghe rispetto a quelle americane – che sono spesso più brevi e piene di gag – giocano sull’ambientazione, sviluppano la narrazione e soprattutto fanno evolvere i profili dei personaggi.

In quest’ottica, la vera chicca della mostra saranno gli acetati originali disegnati da Romano Scarpa negli anni ottanta, utilizzati per la famosa Camminata Disney. Il cortometraggio dura poco più di cinque minuti e nasce come sigla d’apertura del programma televisivo di Rete 4 Topolino Show – Vai col Verde, una trasmissione nella quale veniva proiettato materiale disneyano, si organizzavano giochi con bambini presenti in studio e persino incontri con personalità del calibro di Marco Rota e Gaudenzio Capelli, allora direttore di Topolino. La sigla rimaneva però la parte più interessante, perché per la prima volta vedeva i personaggi Disney prendere vita in uno stile diverso dal solito, e con un cast che comprendeva figure che fino a quel momento non avevano mai avuto l’onore di apparire in animazione.

Nel corso del periodo della mostra sono previsti eventi, incontri con autori e presentazioni, che permetteranno ai fan di approfondire la loro conoscenza di Paperino.

In quest’ottica, il Cavacon Comics & Games annuncia che molteplici saranno le attività promosse dall’Associazione che andranno ad arricchire l’offerta di Quattro volte Paperino con incontri di games, masterclass sul fumetto ed eventi cosplay. La partnership si concluderà con l’edizione CAVACON 2019 per l’occasione a tema Disney, in programma dal 14 al 16 giugno 2019, sempre al Marte.

Associati all’esposizione anche una serie di attività e laboratori didattici a cura dell’associazione L’Albero delle…Idee (pensate per bambini e ragazzi dai 3 ai 19 anni) volti ad introdurre studenti e appassionati in un mondo nel quale coesistono musica, immagine, cinema e fantasia. Allo scopo di favorire la conoscenza del personaggio e delle opere in mostra attraverso un approccio immediato, non convenzionale e ludico, non mancheranno le merende con percorso alla mostra e laboratorio per i bimbi e le visite guidate teatralizzate per tutta la famiglia.

La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 (ultimo accesso ore 19.00); sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 21.00 (ultimo accesso ore 20.00).

🏚Luogo: C.so Umberto I, 137 84013 – Cava de’ tirreni

🕐Orario: 9.00 – 13.00 / 16.00 – 20.00

☎Info: – 089 9481133 info@marteonline.com – La pagina Facebook di MARTE MEDIATECA

💶Costo: intero € 6,00 – ridotto € 4,00Telefono:

🎶Musica in Marcia | Osservatorio Astronomico di Capodimonte

lunedì 15 aprile

Napoli

“Musica in marcia” è il tema del programma di concerti, visite guidate e attività formative riservate ai ragazzi delle bande per la primavera 2019.
Tre gli appuntamenti aperti al pubblico: il 15 aprile presso l’ INAF Osservatorio Astronomico di Capodimonte, l’11 maggio presso la Stazione Toledo – MetroNapoli e il 18 maggio presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte.

Il #15aprile, i ragazzi delle bande di Porta Capuana e Capodimonte, si esibiranno presso l’Auditorium.
A seguire una visita al presidio scientifico dell’Osservatorio.

Vi ricordiamo che la partecipazione al progetto #CantaSuonaeCammina è gratuita e aperta a tutti!

🏚Luogo: INAF Osservatorio Astronomico di Capodimonte

🕐Orario: 18.00 – 20.00

☎Info: Per informazioni scrivere a musica@scabec.it. – https://www.facebook.com/events/2271091249824054/


🖼Benevento: paesaggio e paesaggi

fino al 30 aprile

Benevento

L’Archivio di Stato di Benevento parteciperà alla terza edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio promossa dal MiBAC, con la mostra “Benevento: paesaggio e paesaggi” che sarà aperta al pubblico dal 14 marzo al 30 aprile 2019.

L’evento si celebrerà in collaborazione con il Convitto nazionale “P. Giannone” di Benevento.

Saranno esposti lavori sul paesaggio realizzati dagli studenti dell’Istituzione scolastica unitamente a documenti iconografici e cartografici enucleati dai fondi archivistici e da materiale bibliografico sul tema.

In mostra anche riproduzioni fotografiche dell’archivio privato L. Intorcia.

Nella stessa giornata del 14 marzo verrà presentato il logo sul paesaggio beneventano realizzato dagli studenti del Convitto nazionale “P. Giannone”

La mostra, a ingresso libero, sarà ospitata nei locali di via Giovanni De Vita dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

 

🏚Luogo: via Giovanni De Vita, Benevento

🕐Orario: 09.00 – 18.00

☎Info: Il sito dell’Archivio di Stato di Benevento

 


🎶Madama Butterfly

martedì 16 aprile

Napoli

Madama Butterfly, tragedia giapponese in tre atti su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, dedicata alla regina d’Italia Elena di Montenegro e tratta dalla tragedia Madame Butterfly di David Belasco, a sua volta tratta dal racconto Madame Butterfly di John Luther Long.

🏚Luogo: Teatro San Carlo, Via San Carlo 98/F, 80132 Napoli

🕐Orario: 20.00 – 22.30

☎Info: Saimir Pirgu


🎭L’INFERNO DI DANTE NEL MUSEO DEL SOTTOSUOLO

martedì 16 aprile

Napoli

E quindi “uscimmo a riveder le stelle”

Dopo aver incantato oltre 700.000 spettatori nelle edizioni realizzate nelle Grotte di Pertosa e di Castelcivita, L’Inferno di Dante continua il suo emozionante viaggio con un nuovo fantastico allestimento, realizzato in esclusiva per e nel Museo del Sottosuolo di Napoli.
Basato sulla Prima Cantica dell’Opera di Dante Alighieri, racconta il viaggio del Sommo Poeta tra i dieci cerchi dell’Inferno alla ricerca dell’Amore. Un susseguirsi di incontri con i personaggi straordinari del regno delle anime dannate in una cornice che non potrete dimenticare.
L’obiettivo è far vivere il luogo che ospita lo spettacolo e aumentare ancora il coinvolgimento dello spettatore. “L’inferno di Dante” nel Museo del Sottosuolo si realizza in tre momenti, ognuno dei quali vedrà protagonista una sala differente del Museo che si sviluppa per circa 3000 mq a 25 metri sotto piazza Cavour, nel cuore della Città, a pochi metri dal Museo Archeologico Nazionale.
Nella prima Sala chiamata “Sala Bianca”, dedicata alla prematuramente scomparsa primogenita di Clemente Esposito, padre della speleologia urbana a Napoli e proprietario dei locali in superficie il pubblico incontra Il Sommo Poeta, che in compagnia di Virgilio, che lo libera dalla Lupa dalla Lonza e dal Leone, inizia il suo viaggio, superando l’ira di Caron Dimonio dagli occhi di bragia, ascolterà la voce suadente e innamorata di Beatrice nella sua invocazione, affiché l’autore dell’Eneide aiuti il suo “amico e non de la ventura” nella “diserta piaggia” sfiderà le grida di “Minosse” e si emozionerà alle parole di “Francesca da Polenta” che abbracciata al suo “Paolo” invocherà la “Caina per chi a vita la spense”. Nella seconda Sala, Sala intitolata a Michele Quaranta, detta “delle riggiole”, il Pubblico vedrà ed udrà come Cerbero prima e Pluto il Dio della ricchezza poi, tenteranno invano di avversare il cammino del Poeta e della Sua Guida, e nemmeno le Furie: Megera, Aletto e Tesifon, benché invochino la Medusa potranno bloccare il passaggio alla Città di Dite. Infine Farinata degli Uberti e Cavalcante Cavalcanti usciranno dalle Loro “archie infuocate” per conoscere il viandante Fiorentino, mentre l’albero di Pruno che imprigiona Pier delle Vigne, poeta alla corte di Federico II di Svevia e intimo consigliere dell’imperatore, pregherà il Sommo Poeta che “nel mondo riede, di confortar la memoria mia, che giace ancor del colpo che ’nvidia le diede”.
Nella terza ultima sala dedicata a Lucio Bartoli, detta “della guerra” Dante, Virgilio e il Pubblico incontreranno gli ultimi tre personaggi provenienti da tempi e da
epoche precedenti: Ulisse, del celebre “fatti non foste a viver come Bruti ma per seguir virtute e conoscenza” il Conte Ugolino che piange la sua disperazione e Lucifero, il Male Assoluto, rappresentato in un modo da far riflettere chi lo incontra.

Qualche informazioni in più

La colonna sonora originale, scritta per lo spettacolo, è di Enzo Gragnaniello, esso si avvale delle coreografie di Monica Caruso, dei Costumi di Federica Amato e le maschere di Luca Arcamone delle luci e effetti speciali creati da Franco Polichetti di un eccezionale cast artistico tra cui Salvatore Mazza, Enzo Varone, Ciro Zangaro, Francesco Merlino, Simona Fasano, Rodolfo Medina ed altri per la Regia di Domenico M. Corrado

🏚Luogo: Il Museo Del Sottosuolo, Piazza Cavour 140, 80137 Napoli

🕐Orario: 9.30 – 13.30

☎Info: 081 863 1581 – 339 1888611 – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

 

 

🎬Il treno di Lenin di Damiano Damiani

mercoledì 17 aprile

Napoli

L TRENO DI LENIN di Damiano Damiani
Italia, 1988, 90’+90′
con Ben Kingsley, Leslie Caron, Dominique Sanda, Jason Connery, Timothy West

Uno dei migliori sceneggiati prodotti dalla RAI che racconta un episodio che preparò la Rivoluzione russa.
Nel 1917, in seguito alla rivoluzione di febbraio, la Germania guglielmina attuò un piano – ideato dall’avventuriero Parvus – per dare una svolta alla Prima guerra mondiale: fare rientrare Lenin in Russia per rovesciare il governo provvisorio, diretto da Kerenski, e chiedere un armistizio alla Germania; questo avrebbe permesso alla Germania di svincolarsi dal fronte orientale e concentrare così lo sforzo bellico in occidente e in Italia. Nel marzo di quell’anno il Comando Supremo della Deutsches Heer organizzò, quindi,
un viaggio in treno per rimpatriare un gruppo di bolscevichi dalla Svizzera alla Russia. Fra i passeggeri, oltre a Lenin, sua moglie Nadežda Krupskaja, la sua collaboratrice particolare Inessa Armand e il rivoluzionario Zinoviev.
Lenin, conscio che il tornare in patria grazie alla Germania, lo avrebbe esposto all’accusa di essere un agente del nemico, pretese che il vagone su cui avrebbe viaggiato fosse “piombato”, ossia con porte sigillateper impedire qualsiasi contatto con l’esterno. Il 3 aprile 1917, Lenin arrivò alla stazione di Pietrogrado: la folla enorme che c’era a festeggiarlo non servì, comunque, a dissipare le accuse di “tradimento” che gli erano state rivolte e che divennero più forti quando Lenin ribaltò quella che era la linea politica del partito bolscevico, prona nel sostenere il “democratico governo Kerensky” impegnato in una feroce guerra contro le truppe tedesche. Nasce da qui la bufala di Lenin al soldo del Kaiser. Menzogna “attestata” da documenti rivelatisi clamorosamente falsi e perpetuatasi fino ai nostri giorni .

Qualche informazione in più
All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.

🏚Luogo: l‘Asilo, vico Giuseppe Maffei 4, 80138 Napoli

🕐Orario: 20.00 – 23.00

☎Info: https://www.facebook.com/events/1180443142135319/?active_tab=about


🎤VERVE SESSION JAM

mercoledì 17 aprile

San Marzano sul Sarno

Ogni mercoledì, Verve offre a tutti la possibilità di mostrare in pubblico il proprio talento. Apertura Jam alle ore 21.30.

Qualche informazione in più

Guido Ferra: Conduction
Ben Romano: Guitar
Flippettone Fluzzotti: Drums
Giuseppe Desiderio: Bass
Alfonso Marra: Piano

La Jam verrà gestita con un’iscrizione per singolo strumento (chitarra, basso, batteria, voce, piano) e con un sorteggio per formare piccoli dialoghi tra musicisti (max 6 min).
Il locale metterà a disposizione il seguente setup:

BATTERIA (cassa, hi-hat, ride)

*È obbligatorio per i batteristi dotarsi di bacchette*
AMPLI BASSO + ME-50B
SR B10 – http://bit.ly/2Bhctb8
ME-50B – http://bit.ly/2UDieZK

AMPLI CHITARRA (X 2) + ME-70
Valvolari Clemente – http://bit.ly/2Ef0sWV
ME-70 – http://bit.ly/2LeCaOf
Kustom – http://bit.ly/2UGydq7

PIANO ELETTRICO
MICROFONO voce
IMPIANTO cassa + mixer

🏚Luogo: VERVE – food,drink & live music, Viale Roma, 84010 San Marzano sul Sarno

🕐Orario: 21.30 con possibilità di iscrizione fino alle 22.30

☎Info: pagina facebook verve


🎬Frank Matano rende omaggio al grande Massimo Troisi

mercoledì 17 aprile

Napoli

Sarà l’attore Frank Matano a rendere omaggio al grande Massimo Troisi, a venticinque anni dalla scomparsa, mercoledì 17 aprile 2019, alle ore 18.30, in un incontro dal titolo “Ricomincio da 25” presso Casa Lavazza – Palazzo Marigliano in Via San Biagio dei Librai, a Napoli.

L’attore campano, star del cinema e della tv, racconterà Troisi, l’uomo e l’artista, e si confronterà sul tema della comicità al cinema tra passato e presente in un dibattito moderato da Andrea Morandi, direttore di Hot Corn. Interverrà anche Ilaria Urbani, giornalista napoletana esperta di cinema.

L’appuntamento anticipa la serata-evento dedicata al regista e attore napoletano con il ritorno sul grande schermo di “Ricomincio da tre”, film d’esordio di Troisi con Lello Arena e Lorenza Marchegiani, in programma alle ore 20.30 al Cinema Modernissimo.

Dopo la grande richiesta di partecipazione, il film sarà in visione anche alle ore 21.00 in una seconda sala del Modernissimo. Entrambe le proiezioni sono sold out.

A presentare il film Frank Matano e Andrea Morandi. 

Il doppio evento è targato HotCorn, il magazine digitale dalla vocazione internazionale con corrispondenti in tutto il mondo, che dopo il successo a Milano punta su Napoli per riportare in sala i grandi capolavori del cinema italiano e internazionale.

🏚Luogo: Casa Lavazza – Palazzo Marigliano in Via San Biagio dei Librai, a Napoli.

🕐Orario: 20.30

☎Info: La pagina Facebook di HotCorn

 


🖼Paesaggi Immaginari. La pittura contemporanea alla Reggia di Portici

giovedì 18 aprile

Portici

Dal 22 marzo al 3 maggio 2019, la Reggia di Portici, uno tra i più splendidi esempi in Europa di residenza estiva della famiglia reale borbonica e della sua corte, ospiterà “Paesaggi Immaginari”, una mostra di arte contemporanea che vuole sottolineare la capacità della Natura di interagire con le sensibilità poetiche nella creazione artistica.

Un paesaggio è un visione, uno sguardo che, all’improvviso, riempie di meraviglia, di orrore o di curiosità. Cose di sempre, eppure mai viste, che in un attimo catturano, trascinano e fanno tracimare le emozioni.

Gli occhi si distraggono dai pensieri e immergono in una dimensione inaspettata nella quale si resta immobili: basta un secondo, la frazione di un attimo ed ecco che ci si ritrova immersi nel Mondo.

Questa visione ha sempre rappresentato per gli artisti un irresistibile desiderio di esprimere il proprio sentire: il loro sguardo rende immobile la meraviglia, eternizza l’attimo nelle loro opere.

L’arte si nutre e al contempo nutre il mondo, si meraviglia e meraviglia, si racconta e narra, si incuriosisce e si fa curiosa, coniuga l’uomo e il mondo, ricollega il cordone ombelicale tra noi e lo spazio, tra la mortalità degli uomini e l’eternità del cosmo.

Gli artisti in mostra si esprimono con stilistiche e tecniche diverse, ma in questo percorso espositivo sono accomunati dalla capacità di raccontare il mondo delle loro visioni stimolando nello spettatore la nascita di una nuova meraviglia dello sguardo.

La Reggia di Portici, posta alle pendici del Vesuvio, fu costruita nel 1738 per volere del re di Napoli, Carlo di Borbone, e della moglie, Amalia di Sassonia. Lavorarono alla sua realizzazione ingegneri, architetti e decoratori, da Giovanni Antonio Medrano ad Antonio Canevari, da Luigi Vanvitelli a Ferdinando Fuga; per la decorazione degli interni operarono, Giuseppe Canart, Giuseppe Bonito e Vincenzo Re, per il parco e i giardini Francesco Geri.

Il Sito di Portici si rivelò profondamente intriso di memorie sepolte: ad ogni scavo della terra qualche meraviglia del passato riemergeva alla luce. I reperti, provenienti dalle città sepolte di Ercolano e Pompeie ben presto formarono una delle raccolte più famose al mondo e diedero vita all’Herculanense Museum, inaugurato nel 1758, successivamente le collezioni di archeologia furono trasferite a Napoli e costituirono il nucleo dell’attuale Museo Archeologico Nazionale.

Il Sito Reale di Portici, oggi centro museale, è luogo in cui convivono l’anima archeologica e l’anima scientifica. Il parco, a monte e a valle dalla Reggia conserva spazi di flora mediterranea, coltivi, vivai di specie pregiate di grande interesse per gli studiosi, con i suoi squarci paesaggistici, rappresenta per il visitatore un’affascinante immersione nella natura.

Il percorso espositivo sarà aperto al pubblico, a ingresso gratuito, il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 18.30, il venerdì e il sabato dalle ore 9.30 alle ore 18.30.

Questi gli artisti partecipanti

Andrea Angeletti, Ariela Böhm, Mariangela Calabrese, Giancarlo Ciccozzi, Diana D’Ambrosio, Luigi Di Sarno, Rossella Liccione, Giovanni Mangiacapra, Stefania Marino, Tiziana Mastropasqua, Michele Mautone, Sanja Milenkovic, Miro Gabriele, Leonardo Pappone, Elisabetta Piu, Simona Sarti, Angela Scappaticci, Pasquale Simonetti, Sergio Spataro, Lisa Stefani, Stefania Vassura.

🏚 Luogo: via Università,10,  Reggia di Portici, NA

🕐 Orario: giovedì 15 – 18/ venerdì-sabato 9.30 – 18.00

☎ Info: 339 7919227 –  artegiovanni55@virgilio.it – L’evento “Paesaggi Immaginari” su Facebook


ROBERTO VECCHIONI – L’INFINITO TOUR

mercoledì 17 aprile

Napoli

 

A distanza di cinque anni dall’ultimo lavoro discografico esce “L’infinito”, il nuovo album di Roberto Vecchioni.

Il lavoro racchiude 12 brani inediti e il ritorno eccezionale sulla scena musicale di Francesco Guccini che, per la prima volta, duetta con Roberto Vecchioni nel singolo “Ti Insegnerò a volare”, ispirato al grande Alex Zanardi.

Due padri della canzone d’autore si rivolgono alle nuove generazioni, in un periodo in cui tutto si dissolve nella liquidità e nella precarietà culturale, invitandole a sfidare l’impossibile. La storia del campione è la metafora della “passione per la vita che è più forte del destino”.

“Questo brano – racconta Vecchioni – si specchia direttamente in quella che è stata chiamata la “canzone d’autore” e che non c’è, non esiste più dagli anni ’70. In realtà l’intero disco è immerso in quell’atmosfera perché là è nato e successo tutto. Là tutto è stato come doveva essere, cioè immaginato, scritto e cantato alla luce della cultura, semplice ed elementare oppure sottile e sofisticata, ma comunque cultura”.

Un album manifesto, “non 12 brani, ma un’unica canzone divisa in 12 momenti”, in una dimensione temporale verticale che rinvia al tema dalle suggestioni letterarie: la necessità di trovare l’infinito al di qua della siepe, dentro noi stessi.

L’album è il frutto della collaborazione di un team d’eccezione, Lucio Fabbri (produzione artistica): pianoforte, piano elettrico, organo Hammond, violino, viola, fisarmonica, basso elettrico e chitarra elettrica; Massimo Germini: chitarra classica e acustica, chitarra 12 corde, mandolino, bouzouki, ukulele, liuto cantabile; Marco Mangelli: basso fretless; Roberto Gualdi: batteria e percussioni.

E “L’Infinito” sbarca a teatro per un tour nazionale nei teatri più importanti, da marzo a maggio 2019.

🏚Luogo: Teatro Palapartenope, Via Barbagallo, 115 – Fuorigrotta

🕐Orario: 21.00

☎Info:  081 5700008 – http://www.palapartenope.it

💶Costo: Primo Settore € 48,00

Secondo Settore € 43,00
Terzo Settore € 38,00

POSTI DISPONIBILI: 1500

Caccia al tesoro alle uova di Pasqua napoletane

giovedì 18 aprile

Napoli

Da giovedì 18 a sabato 20 aprile 2019, l’Ospedale delle Bambole di Napoli ha pensato di legare alla tradizione del Nord Europa della caccia al tesoro alle uova di Pasqua a una serie di storie e usanze campane.

Alla fine del gioco, per ogni uovo ritrovato una storia raccontata: da i Sepolcri al giro delle sette chiese, dallo “struscio” al cibo pasquale, dalle processioni – che il Venerdì Santo popolano le strade di ogni città e
borgo campano – alla storia della Madonna dell’Arco.

I bambini e gli adulti, in due appuntamenti giornalieri – alle ore 11.30 e alle ore 16.30 – potranno così conoscere la storia della Pasqua in Campania, dove si incontrano religione e tradizione.

Si consiglia la prenotazione. Nel costo di partecipazione sono incluse anche le uova di cioccolata.

🏚 Luogo: Ospedale delle Bambole di Napoli 

🕐 Orario: 11.30 – 16.30

☎ Info: 081 18639797 L’evento “Caccia al tesoro alle uova di Pasqua (napoletane)” su Facebook

💶 Costo: € 5,00


🎭Pasqua all’Edenlandia!

giovedì 18 aprile

Napoli

Dal 18 e fino al ‪26 aprile il grande parco cittadino propone orari  straordinari  e tanti appuntamenti.
Per grandi e piccini il giorno di Pasqua si svolgerà, alle 10:30,‪ la Grande Caccia alle Uova Colorate. Tutti i partecipanti dovranno seguire il grande coniglio bianco che con il suo orologio magico, appeso al collo, scandirà il tempo per la ricerca. All’interno delle uova, nascoste tra i viali del parco e nelle giostre, sarà possibile trovare dei bigliettini/indizi che condurranno i più veloci alla vittoria. Poche le regole per partecipare, basta inviare nome, cognome ed età all’indirizzo mail: pasqua@edenlandia.it ed il gioco è fatto.
Il punto di ritrovo per dare il via alla “gara”  sarà   (ore10:30) al palco centrale, sincronizzate gli orologi. ‪Dopo la divertente caccia, il resto della giornata, sarà caratterizzata da vari momenti musicali con Dj e con il gruppo di youtubers più seguiti del momento: i “FIUS GAMER”.
Anche per il giorno di Pasquetta, l’Edenlandia accoglierà il suo pubblico dalle 09:30 e dalle 10:30 in poi inizieranno gli  spettacoli con il cast artistico di Edenlandia e con gli artisti di strada,  mangiafuoco, giocolieri e acrobati.
Per il lungo ponte pasquale che vede poco dopo il 25 aprile ed il 1^ maggio, Edenlandia anticipa anche altri appuntamenti: ‪Il 25 aprile alle ore 12:00 ospite  del parco   sarà il mago più seguito del web  “JACK NOBILE” e ‪il 1^  maggio sempre dalle ore 9:30 e per tutta la giornata si susseguiranno vari show, spettacoli e artisti di strada ( eventuali aggiornamenti saranno riportati sulla pagina fb: Edenlandia Official)

🏚Luogo: Edenlandia Official, VIA JOHN FITZGERALD KENNEDY 76, 80125 Napoli

🕐Orario: 10.30 – 22.30

☎Info: Edenlandia Official


 

🖼Escher | PAN Palazzo delle Arti Napoli Aprile 2019

fino al 22 aprile

Napoli

La grande retrospettiva Escher, che negli ultimi anni ha battuto ogni record di visitatori, sarà ospitata nelle sale del PAN | Palazzo delle Arti Napoli dal 1 novembre 2018 al 22 aprile 2019.

La mostra presenterà oltre alle opere del visionario genio, amatissimo dal pubblico, anche un’ampia sezione dedicata all’influenza che il suo lavoro e le sue creazioni esercitarono sulle generazioni successive, dai dischi ai fumetti, dalla pubblicità al cinema: un percorso di 200 opere che parte da Escher per arrivare ai giorni nostri.

La mostra è promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia in collaborazione con la M.C. Escher Foundation e curata da Mark Veldhuysen e Federico Giudiceandrea.

 

🏚Luogo: PAN Palazzo delle Arti Napoli, Via dei Mille, 60, 80121 Napoli

🕐Orario: 9.30 – 19.30

☎Info: +39 081 1865991 www.mostraescher.it

Biglietti Intero € 13,00 (Audioguida inclusa)
Ridotto € 11,00 (Audioguida inclusa)

Recensione: https://www.senzalinea.it/giornale/escher-il-visionario-genio-olandese-in-mostra-a-napoli/

 

Please follow and like us:

Biografia Redazione

Check Also

Marco Maddaloni Charity Seconda edizione

Squadra che vince non si cambia! A distanza di un anno si torna a Villa …