giovedì , 23 Gennaio 2020

Il fascino e l’ eterea bellezza di Enid Cosplay

Eccoci giunti all’intervista, in questo caso, della domenica. Oggi intervistiamo Linda, in arte Enid Cosplay.

La prima domanda è quella di rito: presentati e parlaci un pò di te!

Ciao a tutti i lettori di Senzalinea, mi chiamo Linda ho 24 anni e vivo a Roma, fin da piccola ho sempre avuto una passione per l’Oriente, sia come cultura che cucina. Adoro mangiare, sopratutto cose nuove, mi piace anche la fotografia, l’informatica e i gatti! Ho effettuato studi linguistici allo scopo di imparare culture diverse per poi arrivare al giapponese. Dopo il diploma ho studiato presso l’istituto giapponese di Roma per 3 anni dove ho ricevuto degli attestati linguistici. Purtroppo ho dovuto interrompere a causa del lavoro ed altre esigenze, ma non ho mai smesso di fare Cosplay.

Come hai scelto il tuo nickname?

E’ un nickname che ho da quando ho iniziato a giocare ai miei primi giochi online e l’ho usato poi per tutti i social network, ormai ci sono affezionata quindi l’ho riadattato anche per i Cosplay.

Da quanto tempo fai cosplay e quali hai realizzato fino ad ora?

Il mio primissimo cosplay risale al lontano 2007, avevo 14 anni e portavo Sakura Haruno, mi vergognavo tantissimo e non sapevo come
comportarmi! Tanto che negli anni successivi sono andata alle fiere senza mai portare altri cosplay, non mi sentivo pronta!

E poi?

Al Lucca Comics del 2011 dove ho realizzato Shiro di Deadman Wonderland e da li la passioneha preso il sopravvento. Ho realizzati davvero tanti cosplay, sia da videogiochi che anime. I miei preferiti sono: Diana da League of
Legends, Himari da Mawaru Penguindrum, Kofuku da Noragami, D.va da Overwatch, Shiro da Deadman Wonderland, Karen Araragi da Nisemonogatari e Janna Star Guardian

A quale cosplay che hai realizzato sei più legata?

Diana da League of Legends, è stata una sfida con me stessa realizzare un’armatura per la prima volta e nonostante non sia perfetta per me è una bella soddisfazione.

Qiundi realizzi da sola i tuoi cosplay? 

Diciamo 50/50 , il 90% degli accessori e armi li realizzo da sola, tranne qualche eccezione, mentre per la parte sartoriale, non essendo molto brava, ho cucito soltanto i miei cosplay più semplici.

 

Qual’è il tuo “dream cosplay”?

Difficile scegliere, ci sono tanti personaggi a cui sono affezionata, per esempio Sailor Moon! Ho una foto di carnevale di quando ero
all’asilo a 5 anni vesta da Sailor Moon, è sempre stata importante per me e
sicuramente prima o poi la realizzerò!

In quale cosplay invece, non ti vedresti proprio?

Non mi vedo bene nelle loli, bamboline o al contrario personaggi troppo adulti!

Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?
Anche se è principalmente un hobby non credo ci sia nulla di sbagliato, lavorare in un campo in cui ci si diverte guadagnandoci pure…penso sia perfetto! Il bello di questa passione è che può aprire moltissime porte in diversi campi come la fotografia, il make up e la sartoria.

Hai mai partecipato a qualche contest?

Si, in passato ho partecipato a qualche contest come il contest dello Starshop di Roma dove ho vinto il secondo posto del cosplay singolo nel 2011. Sucessivamente ho partecipato in gruppo alla fiera di Prato Comics dove abbiamo vinto il premio per miglior gruppo ed infine ho partecipato al Nimi a Firenze, dopo di che non ho più partecipato ai contest, anche se mi piacerebbe riprovarci.

Hai qualche aneddoto da raccontarci che ti è accaduto?

Non è proprio un aneddoto, ma una volta al Romics mi stavo sistemando la parrucca e il trucco nel bagno delle ragazze e ho fatto amicizia con delle ragazze carinissime che mi hanno fatto tanti complimenti e alla fine ci siamo fatte una foto insieme! Purtroppo non ci siamo scambiate ne contatti ne nomi, quindi non le ho più rintracciate, ma questa è una delle cose
che mi piace nel cosplay, il modo in cui si fa amicizia cosi all’improvviso e ci si diverte con le proprie passioni

A quali eventi hai partecipato fino ad ora?

Essendo di Roma partecipo sempre al Romics, poi ho partecipato al Mantova Comics, Nimi, Prato Comics, La sSezia, Lucca e altre fiere minori.

Hai mai partecipato al Comicon di Napoli? 

Purtroppo non ancora!

Quali sono i tuoi prossimi progetti? 

Dopo il  Romics di ottobre, dove ho portato  una versione fanart di D.va non ho altri progetti, ma solo qualche idea come  girare piu fiere possibili anche fuori dall’Italia.

Ecco infine i contatti social di Linda:

Le foto di Linda sono (anche) di Dizzymonogatari.

[themoneytizer id=”13332-23″]

 

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega , tornato sulla terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Nell' ultimo anno scrive su Senzalinea di tecnologia e soprattuto di Cosplay. Ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega..

Check Also

Renoir Comics presenta la collezione definitiva dei crossover tra Usagi Yojimbo e le Tartarughe Ninja!

Stan Sakai è legato da una lunga amicizia con Kevin Eastman e Peter Laird, i …