mercoledì , 11 Dicembre 2019

Dulce de Leche, dall’Argentina una bontà cremosissima!

Dell’Argentina ricordiamo solo l’Angus, Empanadas, Tango e i Gaucho a cavallo! Ma non c’è solo questo, c’è molto altro da assaporare, ed io che amo il dolce più di tutto, non potevo non farvi conoscere questa crema da gustare assoluta o accompagnata con biscottini, gelato, dolci e addirittura vicino al caffè. Simile alla conosciuta salsa mou, questa crema si narra che sia nata da un errore in cucina, da capire se una domestica argentina o un cuoco militare francese, questa ricetta è abbastanza contesa. ma francesi o argentini che siano, questi errori gustosi sono a noi molto ben accetti!

Gli ingredienti sono pochi e tutti reperibili al market sotto casa, e se abbiamo un paio di orette da dedicare ai fornelli, proporrei questa ricetta che dopo tanta fatica a mescolarla sul fuoco, la sua dolcezza ripagherà ogni sforzo. Se avete un bimby di questa ricetta non cambierà nulla se non i tempi di cottura che saranno ridotti a scarsa un ora.

Dunque, mestolo, pentola e pezzi in sottofondo di Astor Piazzolla, che oggi faremo un caschè con il gusto del “Dulce de Leche”

Ingredienti per un barattolo di circa 400 g:             

  • 1 l Latte intero
  • 300 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1\2 cucchiaino di bicarbonato
  • una baccello di vaniglia
  • Ricetta bimby:

Unire tutto nel boccale e cuocere per 60 minuti a 100° velocità 4 (alcune ricette bimby dice cottura a varoma per 45 minuti, sarebbe sì più veloce ma la cottura del latte lo fa fuoriuscire tutto dal boccale )

  • Ricetta in pentola:

Aprire nel senso verticale il baccello di vaniglia e grattare la polpa, e metterlo nel latte e gli altri ingredienti in una pentola capiente così da contenerne il bollore che farà raddoppiare il suo volume, e mescolare per due ore a fuoco lento. il Dulce de Leche sarà pronto quando avrà il colore del caramello mou, da ricordarsi che più cuoce e più diventa scuro e più sarà duro. E’ importante che non cuocia troppo altrimenti potrebbe cristallizzare ed avere una densità al palato “sabbioso.”

Questa crema può essere conservata in barattoli sterilizzati anche per 2 settimane in frigo. Se dovesse essere duro nel barattolo, basterà scaldarlo un pò per ammorbidirlo.

Curiosità chimica:

  • Perchè il bicarbonato? perchè il latte che ha un PH poco inferiore a 7, in cottura aumenta la sua acidità che potrebbe condizionare la caseina a coagularsi e fare grumi, e il bicarbonato essendo un elemento alcalino ne neutralizza l’acidità.
  • Perchè è scuro? Perchè è grazie alla reazione di Maillard che avviene tra gli zuccheri del latte, il lattosio e con alcuni aminoacidi presenti nelle proteine, specialmente la Lisina. Grazie al bicarbonato tutto questo processo viene velocizzato.

Ecco, il nostro piccolo tour argentino è concluso e nella maniera più dolce del mondo! Provare per credere, questa deliziosa crema mi ha del tutto conquistata!

A presto con un altra ricetta dal mondo!

 

 

Please follow and like us:

Biografia Oriana Capuano

Oriana Capuano
Cake design e pasticcera pasticciona. Per me un pasto non può essere davvero concluso senza un dolce! vi porterò con me in pasticceria e scopriremo le sue meraviglie!

Check Also

gingerbread house

Con la Casetta di Pan di Zenzero è subito Natale!

Scaricate il PDF per le sagome da stampare: QUI Come ogni anno ecco che si …