Il lato oscuro di Apple secondo Star Wars.

Il lato oscuro di Apple

bonus
Il lato oscuro di Apple secondo Star Wars.
Il lato oscuro di Apple secondo Star Wars.

L’ affermazione può sembrare polemica, ma in questa lunga riflessione vorrei soffermarmi non sul prodotto in se stesso, oggettivamente buono, ma sulla tanta disinformazione che gira attorno al colosso americano Apple, oggetto di vera e propria “venerazione” da parte di molti suoi utenti e non solo.

Alcuni vedono gli utenti Apple così.
Alcuni vedono gli utenti Apple così.

 

Ma quali sono le colpe della casa di Cupertino? Sicuramente con il suo  marketing  procura nella propria utenza un grandissimo “hype” che fa credere che possedendo un loro prodotto si entra in una cerchia esclusiva di possessori del “mitico” melafonino. Il design e la facilità d’uso dei prodotti ha fatto il resto.

Fan e lavoratori degli Apple Store sembrano vittime dello stesso indottrinamento.
Fan e lavoratori degli Apple Store sembrano vittime dello stesso indottrinamento.

Sono diverse le errate convinzioni che vogliono Apple creatrice degli smartwatch (inventati da Seiko nel lontano 1982), delle App (Nokia aprì il proprio store Ovi un anno prima di Apple), e dei tablet ( presentati da Microsoft nel 2002).

Molti attribuiscono ad Apple innovazioni tecnologiche create da altri.
Molti attribuiscono ad Apple innovazioni tecnologiche create da altri.

 

Apple è stato invece il primo produttore ad eliminare lo slot della microSD per aumentare la memoria di archiviazione, a montare sui propri terminali batterie non removibili, a brevettare costosissimi cavi “propietrari” con jack dalle forme piu’ disparate.

Un chiaro esempio di "Jack creativo" made in Apple
Un chiaro esempio di “Jack creativo” made in Apple.

 

La società, tra l’altro, si è distinta sin dai primi anni 2000 per quello che tecnicamente si chiama obsolescenza programmata: una strategia volta a definire il ciclo vitale di prodotto un in modo da renderne la vita utile limitata a un periodo prefissato. Chi ha un Iphone vecchio di una o due generazione ed è costretto ad aggiornarlo all’ ultimo iOS sa di cosa sto parlando.

Ogni volta che esce un nuovo modello di Iphone su Google si nota che la ricerca delle parole "iphone slow" impenna vertiginosamente
Ogni volta che esce un nuovo modello di Iphone su Google si nota che la ricerca delle parole “iphone slow” impenna vertiginosamente.

 

Tutti i terminali Apple vengono prodotti dalla cinese Foxconn (partner tra l’altro di altri colossi come Samsung, Microsoft, Nintendo, Sony e tanti altri), da lavoratori che vivono in condizioni disumane, negli ultimi anni in alcune fabbriche di produzione i lavoratori hanno protestato, diversi sono stati invece i casi di suicidio. Steve Jobs, seppur invitato, non ha mai voluto visitare le fabbriche di Foxconn.

Dormitori della Foxconn in Cina.
Dormitori della Foxconn in Cina.

 

In occidente i prodotti Apple sono venduti al quadruplo del prezzo di produzione. Questo ha fatto di Apple una delle aziende piu’ ricche al mondo generando oltre il 90% dei profitti del mercato degli smartphone detendendo neanche il 20% del mercato. Lo stesso Steve Jobs affermò piu’ volte: “Sì, il cliente pagherà di più, ma è proprio quello che vogliamo “.

Di recente Amnesty Interntional ha denunciato Apple ed altri colossi della teconologia che sfruttano il lavoro minorile nella repubblica democratica del Congo. Bambini di sette anni lavorano anche per 12 ore di fila per estrarre cobalto, una materia fondamentale per costruire le batterie a ioni di litio.

Bambini impegnati nell' estrazione di cobalto in Congo.
Bambini impegnati nell’ estrazione di cobalto in Congo.

Anche quasi santificato Steve Jobs è stato coinvolto in diverse storie che gettano del fango sulla sua vita a partire dal patto di non belligeranza richiesto via email ad Eric Schmidt di Google, sempre interessanti le email che Jobs spediva ai suoi collaboratori, intimandoli di  “garantire che, quando Music Match (un concorrente di iTunes) lancia il suo negozio online, non sia accessibile dall’iPod”.

Finì in tribunale anche l’intesa oligopolistica fra Apple e i maggiori editori americani, condannati per avere manipolato i prezzi dei libri al rialzo, danneggiando i consumatori.

Per non parlare dell trattamento che riservò all’amico e co-fondatore di Apple Steve Wozniak che fece boicottare e fallire quando quest’ ultimo abbandonò Apple nel 1985.

L’ ultima magagna riguarda l’ex fidanzata di Steve Jobs che racconta in un libro di memorie il lato oscuro del guru: “Ha negato la paternità a mia figlia, nonostante il test di paternità fosse risultato positivo”. Ma questo non è verificabile quindi potrebbe essre solo gossip postumo

Seppur geniale non sono  poche le critiche che si possono muovere a Steve Jobs.
Seppur geniale non sono poche le critiche che si possono muovere a Steve Jobs.

 

Apple è  un colosso che ovviamente cerca e ottiene profitto dalla produzione dei propri terminali, non è certo l’incarnazione del male, ma non è assolutamente diversa da tutte quelle società che pur di aumentare i propri guadagni applica pratiche scorrette, non parliamo certo di una multinazionale “equa e solidale”,ma lo slogan  degli anni ’90 “think different” è davvero duro a morire.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Wiko lancia sul suo e-store la promo “Esprimi un desiderio!”, per acquistare View4 e View4 Lite in bundle con i nuovi WiSHAKE Pocket

bonus La “notte delle stelle cadenti” si avvicina e Wiko, per celebrare l’occasione, ha lanciato una promozione a tema: Esprimi un …