1129523828

Il potere di un Grazie: Julius Meinl, per festeggiare i suoi 160 anni di storia celebra quel sentimento positivo e dilagante che è la gratitudine

La storica torrefazione viennese rivela i dati di una ricerca sul potere del ‘ringraziare’ fatta su 4mila persone in Austria, Croazia, Italia e Romania

Semplicemente aprendo una porta, invitando qualcuno a prendere un caffè o sorridendo a uno sconosciuto si potrebbe ispirare migliaia di atti di gentilezza in più al giorno: questo suggeriscono i dati raccolti dalla ricerca One Poll* voluta da Julius Meinl, uno dei marchi di caffè più antichi d’Europa. In occasione del suo 160° anniversario, l’azienda accende i riflettori sui semplici atti di gratitudine e i momenti più significativi per le persone oggi, rivelando che dire “grazie” è uno dei gesti più potenti che si possano fare.

La gratitudine è ‘trasmissibile’
In media, le persone vengono ringraziate 11 volte durante una giornata tipo, in Italia dalle 5 alle 7 volte e, a loro volta, continuano a ringraziare altrettante persone nello stesso giorno. Per ogni “grazie” ricevuto si crea, infatti, un effetto moltiplicatore che può far sentire meglio amici, familiari, colleghi e persino sconosciuti.
Sentendo la parolina magica, il 90% degli intervistati nei quattro Paesi è più propenso a ringraziare gli altri durante la giornata, la media italiana è leggermente più alta, arrivando vicino al 100% con un 96%. A dimostrazione di quanto questa parola incida per i singoli, l’87% degli italiani si ricorda con precisione quando è stato ringraziato l’ultima volta da uno sconosciuto.

La differenza in un piccolo gesto
Dare e ricevere gratitudine va anche oltre le parole. I gesti quotidiani come sorridere, abbracciare o invitare qualcuno a prendere un caffè sono davvero atti che possono cambiarci la giornata. In media il 79% dei quattro paesi presi in esame afferma che invitare qualcuno a prendere un caffè sia un ottimo modo per esprimere gratitudine, mentre in Italia il gesto più votato è l’abbraccio, con il 58%. Ma in ambito lavorativo, anche da noi è il rituale del caffè a farla da padrone in fatto di gratitudine: per il 64% offrire un caffè sul posto di lavoro è addirittura più significativo di una mail di ringraziamenti dal capo (21%).

Gratitudine: in aumento dopo il Covid-19
La pandemia ha influito anche su questo fronte, rendendoci forse più sensibili: il 61% degli italiani dichiara che ringrazia più spesso oggi uno sconosciuto rispetto all’epoca pre Covid-19, perché si rende conto che i piccoli gesti possono fare una grande differenza. Ma ancora, in ufficio 2 su 3 (66%) ammettono di non sentirsi ringraziati a sufficienza, in linea con la media dei quattro paesi (67%), eppure il 42% degli italiani sarebbe molto più produttivo con un grazie detto in più (la media dei paesi è addirittura del 65%).

Quali le categorie di lavoratori più ringraziate giornalmente secondo i dati della ricerca? Sicuramente in Italia vincono baristi e camerieri, con il 60% contro una media del 46% tra Austria, Croazia, Italia e Romania. In Romania e Austria sono gli educatori infantili i più ringraziati, rispettivamente al 61% e al 53%, mentre in Croazia è l’operatore ecologico (59%).

Julius Meinl festeggia il suo 160° compleanno ringraziando tutti coloro che hanno saputo dire grazie con un sorriso, un abbraccio o un caffè e dà il via all’iniziativa ‘Say Thank You’ – un caffè sospeso in 200 locali sparsi in tutta la Penisola nel mese di maggio.

Grazie da Julius Meinl!

Julius Meinl
Julius Meinl è un’azienda familiare austriaca di grande successo internazionale e da 160 anni è l’ambasciatrice nel mondo della cultura delle caffetterie viennesi. Il successo globale di Julius Meinl si basa su valori tradizionali: cinque generazioni di esperienza nel caffè, prodotti di qualità premium e un eccellente servizio ai clienti. Julius Meinl è ambasciatrice globale per la cultura del caffè viennese e oggi ispira le persone in tutto il mondo, proprio come facevano in passato i caffè letterari.
• Fondata nel 1862
• 1000 dipendenti in tutto il mondo
• Presente in più di 70 paesi in tutto il mondo: market leader in Austria, Russia, i paesi dell’Europa Centrale ed Orientale, Dubai
• Circa 50.000 clienti in tutto il mondo
• Centri di produzione a Vicenza (Italia) e a Vienna (Austria)

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

In forma tutto l’anno, non solo per la prova costume

Con l’avvicinarsi della stagione calda il corpo si risveglia seguendo quelli che sono i ritmi …