Im-possibile,il sogno di un ragazzo e la sua passione per Vasco Rossi

13839807_10210378398046577_1520559705_o

Un viaggio,che inizia da lontano,in un periodo non proprio fortunato per il giovane autore di questo breve racconto.Un viaggio in cui inizia a conoscere la musica e le canzoni di Vasco Rossi,ed è subito amore.Le parole del Rocker di Zocca,sembrano d’incanto rispondere ad ogni suo perchè,dipingono le giornate che Emanuele vive,gli suggeriscono modi e stili di vita.Finchè la folle idea di voler conoscere Vasco Rossi,un sogno “impossibile”,che solo grazie alla tenacia dell’autore alla fine diventa realtà.Il racconto vuole essere un manifesto per chi,come lui,ha un sogno che molti definiscono “Impossibile”.La splendida prefazione dello storico bassista di Vasco,Claudio Golinelli,è la classica ciliegina sulla torta.

Per cominciare, chi è Emanuele Campasano?

Emanuele è un quasi trentenne della provincia di Napoli che lavora in una nota multinazionale aeronautica. Un po’ come Dottor Jeckil e Mister Hide, di giorno lavora in azienda e di notte lavora (fino a poco fa) come vocalist, nei locali. Emanuele non s’accontenta mai di nulla ed ha tanti sogni nel cassetto.

Tra tanti cantanti, hai scelto proprio Vasco Rossi come tuo idolo; Come mai?

Un po’ come le donne. Ne “ascolti” tante, ma alla fine l’empatia ce l’hai solo con una. Stessa cosa mi è capitata con Vasco. Potrei citare Battisti, De Andrè, De Gregori, Nannini, Grignani etc. Adoro questi artisti italiani, ma Vasco è piombato come un fulmine a ciel sereno nella mia vita. E’ arrivato al momento giusto e, con la canzone “Brava” in particolar modo, mi ha capito più di qualsiasi altra persona. Perfino dei miei migliori amici. Vasco da voce alle mie emozioni in una maniera unica. E poi è l’anticonformista provocatore per antonomasia. Ecco perché lo sento ancora più vicino.

Quando hai incontrato e come è avvenuto il tuo incontro con Vasco?

Eh! Bella domanda! Ci ho scritto un Libro per questo. L’incontro non è avvenuto, me lo sono cercato. Non è capitato. Me lo sono fatto capitare. Il destino non esiste. Siamo noi i fautori del nostro destino. Diciamo che la caparbietà, la pazienza e l’educazione mi hanno permesso di incontrarlo.

Perchè questo libro?

Questo Libro nasce come una confessione intima. Una sorta di poesia d’amore per Vasco affinché sapesse di me. Affinché sapesse quanto è, e quanto è stato importante per me, e come è nata, e si è poi evoluta, la mia passione per la sua musica. Tale doveva restare: una confessione. Stampai giusto due o tre copie, di questo manoscritto, che feci leggere a qualche amico. Una di questi, ne inviò una copia ad un editore di Verona, a mia insaputa, per giunta. Da lì diventò un “libro” vero e proprio. Nonostante l’editore detestasse Vasco, investì su di me. Diceva che ci vedeva la passione. Bah, secondo me era ubriaco!  Da lì, l’idea di contattare Claudio “Il Gallo” Golinelli (bassista ed amico storico di Vasco) che mi scriverà la Prefazione del Libro.

Per tutti coloro che volessero acquistare il libro, dove possono trovarlo?

Il mio libro lo trovate in Feltrinelli, se non è disponibile al momento, consiglio di prenderlo su eBay (molto più veloce). Inoltre vi invito a mettere un Mi Piace ala mia Pagina Facebook “Emanuele Campasano” e di seguirmi, perché non finisce qui. Sto scrivendo un nuovo Romanzo dal titolo “I sogni, le sbronze e le stronze”. Sulla mia Pagina troverete anticipazioni, video e citazioni.

 

Please follow and like us:

Biografia Redazione

Avatar

Check Also

LA TERNA FINALISTA DEL PREMIO LETTERARIO NAZIONALE OPERA PRIMA “SEVERINO CESARI”

Arriva alla terza edizione il Premio letterario nazionale Opera Prima Severino Cesari, con la finalità …