India: restrizioni ad Amazon e Walmart per “proteggere” il commercio locale

Dal primo febbraio 2019 sarà vietato in India stringere accordi di esclusiva, come quello che consente alla sola Amazon di vendere i cellulari del brand cinese OnePlus. Allo stesso tempo, i gruppi online non potranno più vendere beni detenuti in India da loro controllate locali, ma saranno obbligati a tenerli in magazzino di gruppi indiani. Infine nessun produttore potrà più affidare una quota superiore al 25% di un proprio bene ad un singolo rivenditore, in arrivo restrizioni anche alle pratiche pubblicitarie e di marketing.

L’India prova così a limitare lo strapotere dei colossi internazionali delle vendite online, con una serie di norme protezionistiche sopratutto nei riguardi di Amazon e Walmart, che a maggio ha rilevato per 16 miliardi di dollari  Flipkart.

Le nuove regole puntano a promuovere la crescita dell’industria indiana dell’e-commerce, C’è chi pensa che l’India stia seguendo l’esempio della Cina, dove politiche restrittive hanno sostenuto la crescita di gruppi locali come Alibaba e Tencent.

Fonte: Ansa

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Kaspersky: Golden Globe- minacce nascoste dietro le più importanti serie TV e i film in nomination

Domenica 28 febbraio avrà luogo la 78esima edizione dei Golden Globe, il primo grande evento …