sabato , 21 Settembre 2019

PRIMI ALLENAMENTI A DIMARO PER I NAZIONALI ED IL NUOVO ACQUISTO MANOLAS

Verso le 22:30 un boato ha rotto la quiete della tranquilla serata di Dimaro, nei pressi dell’hotel Rosatti, la struttura che da sempre ospita il Napoli nel ritiro della località trentina.

I tantissimi tifosi che ancora stazionavano sotto l’albergo nella speranza di incrociare i loro idoli, hanno esultato quando dalle finestre delle loro camere si sono affacciati gli ultimi arrivati in ordine di tempo, ovvero il capitano Lorenzo Insigne ed il nuovo acquisto, il difensore ex Roma Kostas Manolas, nazionale greco destinato a formare una coppia “formidabile” (parole di Ancelotti) con Kalidou Koulibaly.

Il forte centrale avrebbe confessato agli amici di voler finalmente vincere qualcosa di importante e di poterlo fare a Napoli, squadra a suo dire (e come dargli torto…) ricca di campioni.

Questa mattina i due si sono quindi messi a disposizione del mister, insieme a tutti gli altri nazionali arrivati il giorno prima ma…costretti al riposo mentre i loro compagni disputavano l’amichevole col Benevento.

Tutti al lavoro dunque, i polacchi Zielinski e Milik, i due terzini Mario Rui ed Hysaj (con un’improbabile chioma biondo platino), ed il Belga-napoletano Mertens, acclamatissimo dall’oceanica folla di tifosi  che ha preso d’assalto il campo di Carciato sia ieri che oggi, approfittando del fine settimana.

Dopo una breve sessione atletica, i giocatori hanno svolto lavoro essenzialmente tecnico, con ripetuti “torelli” tra bianchi e verdi, prima in cerchio e poi a campo ridotto con 2 piccole porte per ciascuna metà campo.

Assenti all’allenamento tutti i giovani della primavera utilizzati fino a ieri per “fare numero”, che da domani probabilmente verranno girati in prestito in giro per l’Italia a farsi le ossa.

Nella sessione pomeridiana sono state provate soprattutto le uscite palle al piede dalla difesa, col pressing degli attaccanti a disturbare l’impostazione.

A distinguersi proprio il neo acquisto Manolas, già carico ed autore di un paio di tackle che hanno infiammato (e spaventato…) il pubblico.

L’impressione è che per i giocatori arrivati negli ultimi giorni il lavoro aumenterà progressivamente di intensità fino all’amichevole del 19 contro la Feralpi Salò, avversario “classico” di ogni ritiro del Napoli a Dimaro.

Sugli spalti continuano a tenere banco le discussioni sul calciomercato: la novità di oggi è rappresentata dalla prima pagina dell’autorevole quotidiano spagnolo Marca secondo il quale James, stanco dell’attendismo del Napoli, potrebbe dire davvero di si alla corte dell’Atletico Madrid del Cholo Simeone.

La sensazione è che questa sia essenzialmente una manovra orchestrata dal Real, tramite un quotidiano molto vicino alla “Casa Blanca”, per mettere fretta al Napoli e chiudere l’affare; come ha detto più volte Adl, chi vivrà vedrà.

Molto vicino alla chiusura invece l’acquisto del giovane e duttile centrocampista Elmas, classe ’99, macedone in forza ai turchi del Fenehrbace, per il quale gli ultimi dettagli dovrebbero essere definiti la prossima settimana.

Domani altra serata dedicata ai tifosi che, come ogni anno, incontreranno in Piazza Madonna della Pace 4 giocatori azzurri, ai quali potranno rivolgere domande e chiedere qualche curiosità, sostituendosi agli “addetti ai lavori”.

 

Jacques Pardi

 

Please follow and like us:

Biografia Jacques Pardi

Jacques Pardi
La laurea in ingegneria gli ha fatto perdere i capelli ma non le tante (troppe?) passioni, dallo sport (soprattutto il Napoli, calcio e basket, ma più che di passione qui parliamo di...malattia), al cinema, dalla musica alle serie tv, fino (inevitabilmente) ai fumetti. La moglie e le due figlie queste passioni spesso le supportano, altrettanto spesso le...sopportano. Un autentico e fiero "nerd partenopeo" insomma, incurante dell'età che avanza, con un sogno nel cassetto: scrivere di quello che ama

Check Also

Meritiamo di più? Un grande Napoli stende i Reds, ora i tifosi facciano la loro parte!!

Ancora il Liverpool!! E ancora una vittoria contro i terribili Reds di Jurgen Klopp: i …