Recensione For Honor [Playstation4]

Titolo: For Honor
Genere: hack and slash
Sviluppatore: Ubisoft Montreal
Publisher: Ubisoft
Data di uscita: 14 febbraio 2017 (EU)
Piattaforme di uscita: Playstation 4, Xbox One, Windows
Supporto: Blu-Ray / Distribuzione digitale
Giocatori: 1-2
Multiplayer: 2 – 8
Lingua: tutto in Italiano
Contenuti Extra: Season Pass

Introduzione

For Honor è un interessante titolo “tripla A” che fa dell’impatto grafico e della giocabilità i suoi punti di forza. Il gioco è ambientato in un medioevo parallelo con rilevanti elementi fantasy dove le fazioni dei vichinghi, dei cavalieri e dei samurai sono in lotta tra loro per la conquista di territori dilaniati tempo prima da una serie di eventi catastrofici. La trama in effetti è solo un pretesto per introdurre la vera essenza del gioco: un susseguirsi di epici e violentissimi scontri tra le varie tipologie di guerrieri che nella storia non si sono mai potuti incontrare per evidenti problemi logistici e temporali.

Grafica

Realizzato con l’engine proprietario AnvilNext 2.0, la sontuosa grafica è uno dei punti forti del gioco. Scenari evocativi, dettagliati e iperrealistici fanno da contorno ad epiche battaglie piene di guerrieri realizzati magistralmente, ottime le animazioni. molto ispirate anche le esecuzioni con cui potremo porre fine ad ogni scontro.

Sonoro

Il comparto sonoro fa il suo dovere:  esalta la drammaticità degli scontri e sottolinea l’epicità del contesto, gli effetti sonori sono ben riusciti.

Giocabilità 

Il fulcro del gioco. Ogni fazione possiede 4 sottoclassi che andranno ad influire sullo stile di combattimento, sulla velocità, sulla potenza dei colpi e sull’ esperienza globale del gioco. Ci sono le avanguardie, eroi bilanciati e dotati di un buon attacco, gli assassini degli eccellenti duellanti mentre i  pesanti che sferrano attacchi lenti ma devastanti. L’ultima classe è quella degli ibridi, che sono una fusione tra le classi elencate prima.

Per quello che riguarda le modalità di gioco c’è da fare una netta distinzione tra campagna e modalità multiplayer. Nella campagna  dovremo affrontare una serie di combattimenti divisi in 18 scenari, inframezzati da una serie di animazioni che svilupperanno la trama. La giocabilità è divertente, ma così come nei vari Assassin Creed la CPU non è particolarmente brillante, è molto restia ad attaccarvi in  massa preferendo l’attacco 1Vs1 che vi vedrà spesso facili vincitori, anche a livelli di difficoltà più elevati. La campagna dovrà essere affrontata, anche in cooperativa, sempre connessi ad internet.

Molto più articolato è il discorso del comparto multiplayer. Le modalità in questo caso saranno:  Dominio 4v4, Rissa 2v2, Duello 1v1, Schermaglia 4v4 ed Eliminazione 4v4. L’ open beta che si è chiusa  pochi giorni fa ha avuto un grande successo. Circa 3 milioni di download per questo gioco che è tremendamente votato al multiplayer. Non a caso tutti i contenuti della season pass riguardano il comparto online. Le micro transazioni non sono, per fortuna  indispensabili.

La beta ha evidenziato un gran gameplay corredato da un comparto grafico eccellente. Non sono mancate però le critiche al gioco come il pessimo matchmaking (problema che è stato solo limato nella patch del day one), ed in molti hanno chiesto fossero riviste alcune dinamiche in game dove era quasi sistematico l’essere attaccato contemporaneamente da più nemici.

Longevità

Come detto la campagna non è particolarmente ispirata, la trama è  debole, il comparto multiplayer, anche grazie ai contenuti che verranno introdotti in futuro è praticamente infinito.

Verdetto Finale

Come spesso accade Ubisoft fa centro, ci troviamo davanti ad un titolo dalla grafica sontuosa e dalla giocabilità sopraffina che terrà incollati i gamer per molto tempo davanti alle proprie TV. Come detto il gioco non è esente da difetti, ma mi sento di promuovere a pieni voti l’ultima fatica di Ubisoft Montreal.

Link:

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

UZAKI-CHAN WANTS TO HANG OUT! N. 1: SUGOI DEKAI!

Un terremoto di simpatia, in arrivo dal 29 settembre Hana Uzaki è piena di energie, logorroica, infantile, …