Sentirsi in gabbia: Under the Dome

Tratto da un romanzo di Stephen King (The Dome), Under the Dome è stata una serie statunitense di genere fantascientifico andata in onda dal 2013 al 2015. Le tre stagioni racchiudono le più di mille pagine del romanzo ambientato a Chester’s Mill, una tranquilla cittadina fino a che i suoi cittadini non vengono intrappolati all’interno di una cupola. Questa cupola, quasi un muro di Berlino, divide le famiglie, gli amici, poichè spunta senza preavviso e senza possibilità di far interagire se non a gesti chi è dentro con chi è fuori. Chi prova a toccarla prende una scossa, ma solo la prima volta, poi sembra che interagisca con della gelatina liquida. Questa la trama di base all’interno della quale interagiscono i cittadini e anche chi si trovava di passaggio, che viene poi arricchita con misteri che pian piano si scioglieranno, conflitti e rapporti sociali. Tutti si domandano: “Che cos’è la cupola?”, “Chi l’ha messa lì? In che modo?”, “E’ possibile uscirne?”. Come già visto in LOST o in Twin Peaks, le risposte che ciascuno dei personaggi si dà spaziano dal surreale al metafisico, al fantascientifico, al cospirazionista.

Mai scontata, questa serie capovolge i classici ruoli di “buoni” e “cattivi”: ecco che il reduce Dale Barbie Barbara, reduce di guerra coinvolto in un omicidio, diventa il risolutore e intraprende una sincera relazione amorosa con la giornalista Julia Shumway, abbandonata dal marito, coinvolto in una serie di tradimenti e bugie; o il sindaco della cittadina, Big Jim Rennie, che alterna il suo senso di responsabilità ai suoi loschi affari; o suo figlio, che ha un precario equilibrio mentale e diventa stalker della sua ex fidanzata fino a incatenarla nel rifugio antiatomico.

Confrontarsi con la trasposizione cinematografica di un libro di Stephen King non è mai semplice, è come giocare alla roulette russa: ci sono stati tentativi riusciti (come Shining, IT, Stand By Me, Misery non deve morire, Il miglio Verde), ma anche tanti fallimenti (come Cuori in Atlantide o La Nonna). Lo stesso King aveva provato a farci una sceneggiatura con The Dome, La Tempesta del Secolo (1999), che divenne poi però un libro.

Con questa serie assistiamo a un intrigo continuo che fa emergere in modo notevole la caratterizzazione dei personaggi, visti nella loro umanità: messi a nudo, considerati spesso meschini o cattivi, avidi, senza scrupoli. Definiamoli pure umani, troppo umani.

Please follow and like us:

Biografia Bianca Gammieri

Bianca Gammieri
Laureata in filosofia nel 2006 lavora come consulente matrimoniale per l'agenzia "legami di vita e non solo". È presidentessa dell'associazione culturale "jailbreak" di San Nicola La Strada.

Check Also

LG RAFFORZA LA PARTNERSHIP GLOBALE CON NETFLIX

LG Electronics (LG) ha stretto una partnership con Netflix per estendere il supporto del servizio …