Storia di Napoli:Il parco del Pausyllipon

Villa-Imperiale-Pausilypon[1]

Il parco del Pausyllipon è un complesso archeologico-ambientale che comincia al termine della Discesa Coroglio (Capo Posillipo) e si accede attraverso l’imponente Grotta di Seiano, traforo di epoca romana, realizzato dal’architetto Lucio Cocceio e ristrutturato per volere di re Ferdinando II di Borbone, lungo più di 700m che congiunge la piana di Bagnoli con il vallone della Gaiola. Dei tre cunicoli, che servono per dare luce e ventilazione, ne restano aperti soltanto due. Oltrepassata la grotta, attraverso un sentiero immerso nella vegetazione mediterranea, si ammirano le antiche vestigia della villa del Pausyllipon, fatta erigere nel I secolo a.C. dal cavaliere romano Publio Vedio Pollione. Essa è uno dei primi esempi di residenza lussuosa caratterizzata, oltre che dalla parte abitativa, da impianti termali, giardini, quartieri per gli addetti ai servizi, aree per gli spettacoli, e verso il mare le strutture portuali con gli edifici connessi e il complesso sistema di peschiere. In seguito alla morte di Pollione, il Pausyllipon entrò a far parte del demanio imperiale.Nel suggestivo panorama del Golfo, durante il percorso è possibile apprezzare anche ciò che resta del Teatro maggiore, l’Odeion (dal greco oidé, “canto”), un secondo teatro coperto di dimensioni minori, destinato alle audizioni di poesia retorica e di musica, e, infine, alcune sale di rappresentanza della villa, con pavimenti a mosaico e in marmo e resti di rivestimenti parietali dipinti.

Per info su orari, telefono e indirizzo: http://www.campiflegreipark.it/i-campi-flegrei/capo-posillipo/cosa-visitare.html

Please follow and like us:

Biografia Stefania Orlando

Stefania Orlando
Laureata in "Lingue, culture e letterature moderne europee" all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Appassionata principalmente di viaggi interculturali, lettura e scrittura. Obiettivo professionale: giornalista.

Check Also

LO TZUNAMI CHE DISTRUSSE NAPOLI NEL 1343

Era il 1343 un fortissimo terremoto scosse lo Stromboli, fu così violento da fare crollare …