9 aprile 1998: compie 20 anni Ruputer, il flop “wearable” di Seiko

Oggi compie 20 anni l’antenato dei moderni  smartwatch. Il suo nome era Ruputer e fu presentato dalla giapponese Seiko proprio il 9 aprile 1998. Pensato per uomini d’affari con la passione per l’hi-tech, non ebbe il successo sperato, ma la sua intuizione ha preso forma nelle attuali produzioni “hi-tech” da polso” (tecnicamente wristwatch computer)

Il computer da polso di Seiko aveva l’aspetto di un grande orologio elettronico e fu sviluppato in due anni.  Montava un processore 16 con una frequenza di 3.6 MHz. Una memoria “non volatile” da  2 MB e 128 KB di RAM. Il display monocromatico LCD aveva una risoluzione di 102×64 pixel. Era munito di una croce direzionale a 8 direzioni e 6 pulsanti “funzione”. Era munito di una porta seriale a raggi infrarossi per comunicare con altre periferiche ed era compatibile con Windows ’95.

Il Ruputer, lanciato inizialmente in Giappone all’equivalente di 300$, fu un grosso insuccesso commerciale: era difficile scrivere, lo schermo era troppo piccolo e la tecnologia troppo rudimentale.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Baladin presenta Tonica Paprika: una bibita speciale per il lancio del nuovo fumetto di Mirka Andolfo

Star Comics e Baladin iniziano una nuova avventura insieme: con l’uscita del primo volume di “Sweet Paprika” il …