AIUTO! GIULIA DE LELLIS HA PUBBLICATO UN LIBRO!

 

I lettori sono in subbuglio, non si parla d’altro, i principali bookbloggers e bookstagrammers hanno i capelli ritti in testa. Si aprono polemiche infinite sulla nuova uscita in casa Mondadori, ovvero “Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza” di Giulia De Lellis.

La prima domanda che molti si sono posti è su chi fosse questa donna. Niente a che fare con il caso Ferrante, di Giulia si sa qualcosa. La giovane ha fatto capolino in tv come corteggiatrice di Uomini e Donne per poi darsi ai tutorial sul make-up, Grande Fratello Vip, sponsor e pubblicità varie. Non ha mai brillato particolarmente, tant’è vero che sono abbastanza noti i suoi battibecchi con molti personaggi dello spettacolo che l’hanno tacciata di grande ignoranza.

Troppi i lettori scioccati da questo caso editoriale reputandolo spazzatura, ma intanto è in cima alle classifiche. Analizzando con calma la situazione, si può dedurre che non è il caso di farne un dramma.

Punto uno, la casa editrice si è fatta due conti in tasca ed ha capito che quest’ultima risulterà molto più pesante dato lo stuolo di ragazzine fan della De Lellis, che sicuramente avranno acquistato il libro in anteprima perché la “scrittrice” ha un seguito altissimo sui social, nonché aggiungiamoci pure i lettori curiosi che pur disdegnando il genere non si esenteranno dal leggerlo.

Punto due, Giulia è stata furba: non la si vedeva più sugli schermi e probabilmente il suo manager le avrà proposto di rompere gli schemi per riavere visibilità e guadagno utilizzando un mezzo che spiazzerà la folla. Ed ha avuto ragione. Ne parlano tutti, il libro vende e lei ne trae grandissimo profitto. A questo punto non bisogna indignarsi, credo che pochi rifiuterebbero un’offerta simile soprattutto quando abituati ad avere i riflettori in faccia ci si ritrovi al buio più totale.

Punto tre, si piagnucola che questo è il riflesso della cultura italiana, bla bla, gli italiani sono ignoranti perché leggono la De Lellis invece di Proust, bla bla, l’editoria è morta, le case editrici puntano solo al guadagno e chi più ne ha più ne metta. Il lettore, sia quello purista che quello saltuario ed amante del genere più leggero, ha il diritto di leggere quello che vuole. Nessuno è autorizzato ad applaudire chi preferisce Calvino ed a lapidare chi legge Giulia De Lellis.

Punto quattro, l’influencer ha battuto il re dell’horror Stephen King. Anatema! Ma per nulla! King pubblica di media due libri l’anno, la tipetta in questione ha difficoltà riconosciute con la sintassi, ovviamente suscita più clamore e curiosità anche se nel suo libro non racconta nulla di interessante, non ha storie originali da proporre, avvenimenti coinvolgenti, no, niente di tutto ciò. Opinabili le reazione delle fans che si sono ritrovate leggendo cosa ha fatto Giulia per vendicarsi dei tradimenti. Una cosa è certa, questo libro ha fatto il cosiddetto botto, un’esplosione che ha alzato proprio il polverone che ci si aspettava, tutti sono caduti nella trappola, tutto è filato secondo dei piani ben stabiliti. Missione compiuta!

E non è il caso di piangere lo sconfitto King: il libro della brunetta tra un po’ finirà nel dimenticatoio, mentre il re resterà sempre ben piazzato sul trono.

 

 

Please follow and like us:

Biografia Cristiana Abbate

Cristiana Abbate
Veterinaria pentita e mamma convinta.Si ritiene propositiva e per nulla diplomatica .Grande appassionata di viaggi e divoratrice di libri. Malata di shopping e con il conto in banca fisso sul rosso.

Check Also

ITINERARIO LETTERARIO EUROPEO. NORVEGIA

Hei alle sammen! La Norvegia ci accoglierà per questa tappa letteraria. La letteratura norvegese ha sia un passato …