Antiche ricette napoletane:Maccheroni napoletani a ferro

maccaronaro-neapel-grande

Ciò che contraddistingue noi italiani in fatto di cibo dal resto del mondo è il nostro gusto per la pasta. Qui di seguito un piatto storico della costiera amalfitana risalente al XVI secolo.

Fusilli ciurilli e provola

Questo tipico piatto contadino dell’inizio dell’estate, ne sono protagonisti da una parte i fiori di zucchini ed il basilico, prodotti ricercati in un territorio come quello di Amalfi povero di terra coltivabil, dall’altra la provola affumicata, eccellente latticino tipico dei due versanti del Monte Lattari. I fusilli, chiamati all’epoca “maccheroni napoletani a ferro”, erano un tipo di pasta schiacciata a mano. Tra le varie forme oggi presenti sul mercato, i “fusilli di Gragnano” sono quelli che più somigliano agli antichi fusilli. I pomodori sono una integrazione posteriore del XIX secolo.

INGREDIENTI (per 6 persone)

fusilli di Gragnano gr. 600

ciurilli (fiori di zucchini) gr. 300

provol affumicata gr. 250

20  pomodori

olio d’oliva

2 fasci di basilico

2 spicchi d’aglio

parmigiano

pecorino

sale

PREPARAZIONE

Lavare i ciurilli e sbollentare con poca acqua salata in un pentolino. In un tegame rosolare l’aglio in spicchi, aggiungere i pomodori e lasciar cuocere. Cuocere e colare i fusilli, e versare nel tegame con la salsa. Aggiungere la provola tagliata a dadini ed il basilico (rotto con le dita). Mescolare ed amalgamare. Versare tutto in un piatto di portata e cospargere di formaggio parmigiano e pecorino grattugiato.

Please follow and like us:

Biografia Stefania Orlando

Stefania Orlando
Laureata in "Lingue, culture e letterature moderne europee" all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Appassionata principalmente di viaggi interculturali, lettura e scrittura. Obiettivo professionale: giornalista.

Check Also

SANTA MARIA LA NOVA E IL MISTERO DEL CONTE DRACULA

Il Complesso Monumentale di S. Maria la Nova è un vero scrigno di storia, di arte e …