Argilla ….. i 7 colori del benessere.

 

Salute e Benessere - Argilla donna

L’argilla è un dono della natura ricco di proprietà che regalano al nostro corpo benessere combattendo tantissimi fastidi.

Chi ha avuto l’opportunità di provarla, trovandola  passeggiando lungo una spiaggia  o acquistandola,  lo sa bene.

Da sempre è  impiegata per l’igiene del corpo, come rimedio naturale e nella cosmesi.

Ma quali sono queste virtù attribuite all’argilla?

  •  Alcalinizzante
  •  Antisettica e battericida
  • Assorbente e antitossica
  •  Antinfiammatoria e antidolorifica
  • Cicatrizzante
  • Energizzante
  •  Rimineralizzante

Salute e Benessere - Argilla ciotola

L’argilla può essere impiegata  con applicazioni esterne o  interna  svolgendo un’azione rimineralizzante, antitossica, riequilibrante e assorbente grazie  soprattutto alle capacità di scambio ionico che le permette, attraverso un processo osmotico, di estrarre tossine idrosolubili e allo stesso tempo di cedere ai tessuti sali minerali in quantità.

È un potente rimedio antidolorifico, antinfiammatorio, alcalinizzante e disinfettante sui tessuti, e grazie alla capacità di cedere piccole dosi di energia elettromagnetica, acquisita durante l’esposizione al sole, all’aria e all’acqua, rigenera e risveglia il potenziale energetico fungendo da catalizzatore dei processi biologici. Tantissima silice nell’argilla la rendono particolarmente utile per le anemie, le stanchezze croniche, la facilità ad ammalarsi.

  1. Verde
  2. Bianca
  3. Gialla
  4. Rossa
  5. Beige
  6. Blue
  7. Grigia 

…..  questi sono i 7 colori del benessere che dipendono dalla localizzazione del giacimento, dall’età dell’argilla e la composizione chimica.

sALUTE E BENESSERE ARGILLA COLORATE

Argilla verde. Ha proprietà antinfiammatorie elevate e particolarmente adatta per la cura dell’acne e degli eczemi. Se usata per via interna: svolge un’attività disintossicante.

Argilla bianca. È la più fine di tutte le argille ed è indicata per uso interno: combatte le fermentazioni e le intossicazioni intestinali e  regola il transito intestinale.
In uso interno possiede virtù assorbenti  nel sistema digerente: assorbe i gas, le tossine ed è utile in caso di gonfiori o di intossicazioni alimentari offre sollievo in caso di acidità, bruciore di stomaco, ulcera, regolando l’acidità e il pH.
Per uso esterno, invece, l’argilla bianca viene usata soprattutto per maschere di bellezza o come antismagliature generico su tutto il corpo poiché non contiene ferro o, se lo contiene, è in bassa percentuale. L’argilla bianca purifica la pelle e restringe i pori dilatati. Inoltre può essere usata per la pelle screpolata, soprattutto sui talloni. È utile anche per esfoliare la pelle. Il Caolino è l’argilla più dolce per la pelle, il suo utilizzo esterno è indicato alle pelli secche, alle pelli mature e ai capelli devitalizzati. Rinnovatore cellulare, esercita un micro-gommage sulla pelle e rimineralizza l’epidermide. È perfettamente tollerata anche dalle pelli molto sensibili o intolleranti. Le sue virtù cicatrizzanti e antisettiche la rendono preziosa per la cura delle pelli irritate. Non allergizzante, è adatta anche alle pelli dei bambini. In gargarismi è adatta in caso di infezioni alle gengive o mal di gola.

Salute e Benessere Argilla maschere

Argilla Rossa.
E’ molto usata in cosmetica per la preparazione di maschere e creme per la pelle, dove viene riconosciuto il suo potere antinfiammatorio utile in caso di pelle che si infiamma e si arrossa facilmente. Se si soffre di gengive infiammate, ad esempio, basterà immergere lo spazzolino nell’argilla rossa, strofinare delicatamente le gengive e poi risciacquare accuratamente. L’uso di argilla rossa è più indicato per pelli sensibili e delicate con problemi di dermatite.

Molto assorbente, l’argilla rossa è consigliata per lenire le irritazioni cutanee e dare sollievo in caso di dolori dovuti a storte e trauma. Sulle contusioni, gli ematomi, le ecchimosi e i dolori muscolari, l’argilla rossa permette di sgonfiare le zone e di attenuare il dolore. È anche indicata per curare gli ascessi e i foruncoli. L’argilla rossa apporta benefici in caso di mal di testa, di nevralgia, di gotta. È indicata per stimolare la circolazione sanguigna.

Argilla Gialla. Il colore giallo è dovuto alla presenza di composti di ferro e di rame. Molto indicata per essere applicata sul collo, sulla schiena e anche sulla colonna vertebrale in caso di dolori. Ha una buona azione rinfrescante e può essere usata mescolata alla rossa per un’azione più completa. Per i problemi di ossa, per attenuare i dolori, in caso di grave affaticamento, combinata con l’argilla verde, l’argilla gialla stimola la riparazione dei muscoli e legamenti e mantiene gli organi interni puliti.

Argilla Grigia. L’argilla grigia è indicata per uso interno nella cura dell’acidità di stomaco e delle infiammazioni intestinali. Favorisce inoltre il drenaggio dei liquidi in eccesso e svolge un’importante azione alcalinizzante. Ha un forte potere assorbente, probabilmente superiore alla verde ad uso interno. L’argilla grigia ha un incredibile azione antinfiammatoria e antiacido. È adatta per tutti i tipi di pelle.

Le argille in commercio sono disponibile in consistenza grossa, fine e ventilata a seconda degli usi, oppure in compresse.

Di seguito vogliamo suggerirvi alcune modalità di impiego.

Salute e bENESSERE ARGILLA DA BERE

Argilla da bere
Preparata alla sera si beve al mattino a digiuno. Riempire un bicchiere con ¾ di acqua fredda e 1 cucchiaino raso di argilla. Mescolare a lungo con un cucchiaio di legno e lasciare riposare coprendo con una garza il bicchiere. Le prime volte è consigliato bere, a piccoli sorsi, solo la parte che si presenta come “acqua sporca”, e non il fondo. Questo trattamento può essere eseguito per 1 mese contro l’acidità di stomaco, intossicazione e anemia. L’argilla verde ventilata regolarizza la funzione intestinale. Però in generale è bene farsi consigliare da un’erborista professionista su tipo, dosi e modalità.

Cataplasma. In un contenitore di terracotta, legno o vetro, versare l’argilla verde fine e aggiungervi acqua oligominerale fino a coprirla. Lasciar riposare per circa un’ora e aggiungervi circa 10 gocce di olio essenziale (il quantitativo dell’argilla e degli oli essenziali varia in base alle dimensioni dell’area da trattare) mescolando il tutto con un cucchiaio di legno. Distendere l’impasto sopra un telo di stoffa (garza spessa o lino) e applicare sulla parte lasciando agire per un minimo di 30 min. fino a 2 ore e oltre. L’impacco deve essere coperto e fissato con una garza.
– disturbi circolatori: cataplasma freddo alle gambe in associazione a essenze antinfiammatorie e benefiche per l’elasticità e il tono dei vasi sanguigni, per esempio 4 gocce di cipresso, 3 di geranio e 5 di limone;
– coliche intestinali, spasmi e crampi: cataplasma caldo (argilla scaldata a bagnomaria) sulla zona addominale per circa 30 min. associato a 3 gocce di camomilla romana, 2 di lavanda, 2 di melissa, 3 di finocchio (lontano dai pasti).

sALUTE E BENESSERE IMPACCHII SCHIENA

Impiastro. A differenza del cataplasma l’impiastro va applicato direttamente sulla pelle. Per questo utilizzo è possibile impiegare argilla di consistenza grossa, soprattutto se la zona da trattare è estesa.

 – per la cellulite: impiastro su gambe e glutei con 5 gocce di limone, 4 di lemongrass e 2 di origano se la cellulite è edematosa (dolorosa al tatto, presenta la pelle con zone gonfie); 6 di arancio amaro, 2 di zenzero, 2 di legno di cedro se è dura (la forma in cui, almeno inizialmente, non si notano evidenti alterazioni della silhouette. La pelle appare ispessita); 4 di geranio, 4 di cipresso e 3 di rosmarino se dipende da difficoltà nella circolazione sanguigna;
per l’insonnia: impiastro caldo lungo la colonna vertebrale comprendendo la nuca con 4 gocce di arancio amaro, 3 di camomilla romana e 4 di lavanda.

Bagni argillosi
Si tratta di argilla sciolta nell’acqua e nella quale ci si immerge completamente o parzialmente (pediluvi, maniluvi, semicupi). Utilizzando questo metodo sarebbe il caso di non utilizzare la consueta vasca da bagno poiché, una volta scaricata, l’argilla potrebbe intasare le tubature: è consigliabile ricorrere ad una tinozza.
Aggiungere all’acqua del bagno mezzo chilo di argilla verde fine o grossa con circa 10 gocce di oli essenziali.
– reumatismi: 8 gocce di ginepro e 2 di alloro;
– astenia fisica: 7 gocce di rosmarino, 2 di santoreggia, 2 di timo
I bagni argillosi stancano, quindi la loro durata non dovrà superare i 15-20 minuti e non vanno fatti giornalmente.


Maschere viso
Miscelare argilla bianca (circa 3 cucchiaini abbondanti) con un cucchiaino di olio vegetale (mandorle dolci, di germe di grano, di jojoba) e 3-4 gocce di essenze scelte in base al tipo di pelle. Per la pelle grassa è più indicata l’argilla verde fine.
– pelli grasse: 1 gocce di limone, 2 di lavanda;
– pelli secche: olio di germe di grano, 1 goccia di arancio dolce e 2 di sandalo.
Con l’argilla rossa, invece, si può realizzare un composto contro la pelle arrossata. Mischiare l’argilla con dell’acqua tiepida, magari floreale, applicare il composto in maschera, lasciare in posa 10-15 minuti poi risciacquare. Terminare la seduta applicando un’acqua astringente (idrolato di geranio, fiori d’arancio o sandalo).

Gargarismi

Sciogliere 1 cucchiaio di argilla ventilata e lasciatelo riposare per un paio d’ore. Prima dell’uso agitare fortemente il liquido e non sciacquarsi dopo il gargarismo. Si utilizza in caso di affezioni del cavo orale e della gola.Salute e Benessere - Argilla mani

Abbiamo voluto proporvi un modo semplicemente naturale per prendervi cura del vostro corpo e donarvi benessere che rimmarete sorpresi.

Adesso tocca a voi!

 

 

Please follow and like us:

Biografia Giovanna

Avatar

Check Also

Dermatite da stress: cause, sintomi, rimedi

Lo stress è un problema che riguarda tantissime persone e che ha conseguenze non solo …