Casa a prova di Animali

Le nostre case sono spesso piene di ogetti che ai nostri occhi risultano inoffensivi, ma che in realtà possono costituire un serio pericolo per i nostri piccoli o grandi amici.

Che il nostro (o i nostri) compagno di vita sia un cane, un gatto, un coniglio, un pappagallo, un furetto ecc. ecco una serie di norme utili per evitare spiacevoli incidenti:

TENERE LONTANO DALLA LORO PORTATA FARMACI, DETERSIVI, SAPONE, CIBI TOSSICI ECC.

Gli animali, specie se cuccioli, proprio come i bambini, sono incauti, potrebbero assaggiare un detersivo (magari con una profumazione gradevole o per loro commestibile) o ingurgitare un pillola per la pressione (la maggior parte dei medicinali per risultare gradevole all’essere umano viene “addolcita) o avventarsi sui dolciumi incustoditi.

CAVI ELETTRICI, SPINE, SCARPETTE ED ORDIGNI VANNO MESSI IN SICUREZZA

Non solo alcune specie adorano giocarci, ma molte amano reciderli con eventuale rischio fulminazione, pertanto è fondamentale utilizzare canaline coprenti e porre in alto, mai lasciare a contatto col pavimento conduttore di corrente sui quali potrebbero rovesciare acqua, sbavarci o urinarci.

GUARDO IL MONDO DA UN OBLO’…

La lavatrice sia vuota che piena affascina tanti animali, ricordare di chiudere sempre l’oblò quando è vuota è buona norma, ma anche controllare che non ci siano “ospiti” che riposano all’interno prima di azionarla. Attenzione particolare va fatta a tutti gli elettrodomestici incustidi: fornelli accesi, frigoriferi aperti ecc.

UN TUFFO DOVE L’ACQUA E’ PIU’ BLU…

Anche il wc può rappresentare un “territorio inesplorato” minimo un cane potrebbe berne il contenuto, ma altri piccoli amici potrebbero tuffarcisi dentro: chiudiamo sempre l’asse del water.

PIANTE SI E PIANTE NO!

La maggior parte delle piante ornamentali sono tossiche per tutti gli animali, di buona norma dovremo informarci sempre con il veterinario, ad esempio il peperoncino che è assolutamente digeribile per i pappagalli potrebbe dare una grave intossicazione alla maggior parte delle specie.

DIVANI, CUSCINI, MATERASSI E CALZINI

Molti dei nostri pet si annoiano e spesso per contrastare questa noia possono sviluppare un disturbo che si chiama “Pica”, ovvero mangiare ciò che non sarebbe commestibile… un animale con questa problematica non dovrebbe essere lasciato incustodito in presenza di alcuni oggetti che potrebbero procurargli occlusioni, perforazioni o blocchi gastrici ed intestinali.

ATTENZIONE AI BALCONI, LE FINESTRE ED IN CASO DI VOLIERE O RECINZIONI CONTROLLARNE LA CHIUSURA

Un gatto cucciolo o anziano per “predare” un insetto potrebbe sbilanciarsi sulla ringhiera o la finestra ad esempio ed un topolino o un volatile non dovrebbero girare liberi se non controllati (per la loro sicurezza).

Please follow and like us:

Biografia Nicoletta Gammieri

Nicoletta Gammieri
Nasce a Napoli il 29 agosto 1984, frequenta l'Università di Medicina Veterinaria, ma la lascia per seguire nel 2006 la sua vera strada “gli Interventi Assistiti con gli Animali”diventando coadiutore del gatto e del coniglio, del cane e dell'asino. Si Forma come Educatrice Cinofila. Partecipa a numerosi progetti in strutture socio-sanitarie: Scuole, Carceri, Ospedali, Case Famiglia. A gennaio 2014 apre un negozio di Mangimi ed Accessori per gli Animali, Il Bianconiglio (totalmente contrario alla vendita di animali).

Check Also

Cani: mai ciotole promiscue o acqua stagnante!

Da qualche anno si è diffusa la moda delle ciotole di acqua fresca in città …