giovedì , 27 Giugno 2019

CIBI PROCESSATI: CONOSCERLI PER EVITARLI

I cibi processati – dall’ inglese processed foods, sono tutti quei cibi di origine industriale, confezionati, che hanno una shelf life molto elevata, cioè, una data di scadenza molto protratta nel tempo.  Questi cibi ultra-lavorati fanno male alla nostra salute

Si sa,la mancanza di tempo ha favorito le vendite di questi prodotti perchè  pratici e veloci da preparare e spesso anche più economici dei prodotti freschi.

Con questo articolo vorrei spiegare perché dovremmo evitare di mangiare cibi processati.

Hamburger, wurstel, piatti pronti e pizze surgelate, crocchette o bastoncini di pesce, parigine impanate a base di carne ricostituita (carne separata MECCANICAMENTE), le tanto amate patatine, biscotti e dolci confezionati a lunga conservazione, snack, bevande dolci e gassate. Tutti questi sono cibi processati.

Questi “cibi” hanno tutti un’alta densità energetica, cioè sono molto calorici, hanno un elevato indice glicemico e sono quasi del tutto privi di vitamine e antiossidanti in più sono ricchissimi di grassi alimentari, zuccheri semplici, sale e insaporiti con glutammato e tante altre cose nocive per il nostro organismo

I rischi per la salute

Recenti studi hanno evidenziato una relazione tra consumo di cibi processati e aumento dell’obesità ha messo anche in evidenza il costante aumento di malattie autoimmuni come celiachia e diabete tipo 1 nei bambini. Questo studio ha anche evidenziato che in età adulta i bambini che mangiavano regolarmente questi cibi erano soggetti a un maggior rischio  di cancro

 

Sottilette e formaggini

Sono alimenti solo simili al formaggio, sono un mix di grassi del latte, solidi, proteine del siero, emulsionanti e coloranti alimentari. Il contenuto di sodio altissimo, supera i 2 grammi su 100 g di alimento, un quantitativo troppo elevato sia per i bambini che per gli adulti.

Fosfati e polifosfati

Si tratta di additivi chiamati anche sali di fusione, che impediscono il corretto assorbimento del calcio nel nostro organismo, in quanto si legano al calcio impedendone l’assorbimento intestinale. Questi additivi permettono di mantenere l’idratazione nei cibi a cui vengono aggiunti (in particolare a formaggi, salumi e insaccati.

Quante volte andando al banco del supermercato ci è capitato di chiedere del prosciutto, senza polifosfati,  per il bambino?

Ma sapete che i polifosfati si trovano anche in molti formaggini.? Chi di noi non ha mai dato tranquillamente i formaggini ai nostri figli? Certo non sapevamo che i polifosfati contenuti impediscono di assimilare il calcio, quindi ci resta solo una cosa da fare, sostituire formaggini e sottilette con formaggi freschi o stagionati, ma non manipolati

 

Salumi e insaccati

Si sa sono comodi, piacciono e sono un “pranzo” veloce, ma nessuno di noi sa che contengono una percentuale più alta di sodio, e un’alta presenza di conservanti, alcuni salumi poi, contengono nitriti e nitrati, additivi chimici che vengono utilizzati per migliorare il colore, accentuare il gusto e prevenire il deterioramento delle carni che sono collegati a vari tipi di cancro

Se proprio non vogliamo rinunciare ai salumi, dovremmo comprare quelli artigianali senza conservanti, oppure con prosciutti DOP italiani, che per legge non possono avere additivi e conservanti come i nitriti e i nitrati dove è garantita l’assenza di questi conservanti.

Hamburger industriali

La comodità di questi prodotti pronti ci spingono a comprarli per i nostri figli, sono gli” hamburger industriali,” ma certo non sappiamo che questi hamburger sono pieni di zuccheri, nitriti, aromi, panna, sale, amido di mais. Quindi lasciamo stare la pubblicità che ci mostra il bambino contento mentre mangia quel preparato e facciamoci fare un vero hamburger macinato al momento dal nostro macellaio.

 zuppe pronte

A volte la mancanza di tempo, la stanchezza di una giornata lavorativa, ci spingono a determinate scelte, una di queste è quella della zuppe pronte.  Nelle zuppe pronte c’è  il glutammato monosodico (E621) che è un esaltatore di sapidità che serve a dare più sapore a molti alimenti e può provocare sensazioni di bruciore, nausea o vertigini subito dopo averlo ingerito.

BEVANDE

Se se ne fa un abuso, i solfiti, numerosi nel vino, nelle bevande gasate e zuccherine e in alcune marmellate, possono irritare il tubo digerente”.

 CONLUSIONE:

Dobbiamo cercare di mettere in pratica ciò che tutti i sappiamo e cioè che dovremmo mangiare più frutta e verdura fresche e meno cibi conservati, ne va della nostra salute

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Luciana Pasqualetti

Luciana Pasqualetti
Fiorentina di nascita ma napoletana con il cuore. Appassionata di cucina, storie e racconti su Napoli. Entusiasta per tutto ciò che è antico, non disdegnando il nuovo. Ama la puntualità e non sopporta l'approssimazione.

Check Also

Gelato Stracciatella senza uova e senza gelatiera

 Gelato Stracciatella: il gusto della semplicità! Talvolta le cose più buone sono anche le …