Dal valore del senso civico al rispettare gli altri per rispettare sé stessi

Cosa è il senso civico?
Il senso civico può essere definito come un moto che porta verso la disponibilità a cooperare per migliorare la società in cui si vive. In parole diverse, il senso civico è il senso di responsabilità e appartenenza che produce il rispetto verso gli altri e l’essere solidali nel rispetto dell’ambiente e della natura.

Cosa significa avere senso civico?
Avere senso civico significa sapere che siamo parte di una comunità, che siamo in stretta correlazione con altri esseri umani. È reputarci come un anello di una lunga catena. Se noi cediamo, la catena si spezza.

Il senso civico è il rispettare le regole in generale.
È qualcosa che si apprende principalmente in famiglia, a scuola e negli ambienti che permettono la socializzazione. Si crea negli ambienti in cui regna la fiducia e la collaborazione, nei luoghi dove si percepisce che il bisogno può essere soddisfatto anche grazie la condivisione e all’aiuto reciproco.

Alcuni esempi di scarso senso civico:
• Strade, muri e mezzi pubblici sporchi
• Ostruzione di luoghi pubblici di passaggio come strade, parcheggi riservati ai disabili, passi carrabili
• Mancato rispetto dei semafori, dell’obbligo della cintura di sicurezza, del divieto di fumare
• Insofferenza o assenza ingiustificata con scarso rendimento per il lavoro subordinato
• Creare fonti di rumore ad alto volume senza preoccuparsi dei vicini
• Furbizia nei rapporti con gli altri
• Violenza e minacce come modalità occasionale di risoluzione dei conflitti

Come si migliorare il senso civico?
Si può iniziare a migliorare il senso civico attraverso un atteggiamento di gentilezza e cooperazione verso gli altri.
Quando sappiamo di poter contare sugli altri si è pronti infatti, a mostrare la propria disponibilità.

Cosa è il rispetto?
Il rispetto è un atteggiamento che facilita le relazioni interpersonali. Consiste nel misurarsi con le diverse posizioni delle altre persone senza giudizio.
Il rispetto è considerare l’altro nelle sue differenze individuali senza pretendere che l’altro si comporti in modo diverso da come è.

Come si dimostra il rispetto?
Il mezzo con cui si dimostra il rispetto è l’empatia: la capacità di ascoltare l’altro e di fare attenzione ai suoi sentimenti e alle sue esperienze personali.
Attraverso l’empatia si esprime comprensione e intesa verso i diritti altrui.

Rispettare quindi è guardarsi intorno.
Per poter guardare intorno dobbiamo però, saperci guardare dentro. Questo processo avviene perché se non sappiamo rispettare noi stessi non possiamo saper rispettare gli altri e anche se, conosciamo il valore del senso civico, siamo impossibilitati a praticarlo.

Please follow and like us:

Biografia Stefania Pelosi

Stefania Pelosi
Psicologa ad indirizzo sistemico relazionale

Check Also

Autostima e Spiaggia: come sconfiggere l’ansia della prova costume

Ogni anno stessa spiaggia, stesso mare… e stessa storia! La prova costume è qualcosa che …