Ecco la classifica dei migliori film LGBT

Amici cari. Buon giorno, finito novembre entriamo nel mese che ci porterà all’inverno, ora che fa più freddo,piove, nevica, grandina  si sta più volentieri in casa o ci si rintana nei luoghi al chiuso,nel caso in cui si esca.

Bene,cosa c’è di meglio di un bel film? Casa, tazza di  cioccolata calda ,copertino infeltrito a cui siamo tanto affezionati, luci soffuse, pop corn da seminare ovunque,coca cola ,tv e telecomando.Tra streaming, netflix, emule , tv, Pay tv o pay-rai(canone)abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Anche al cinema,siamo attrezzati  con enormi sale e film come se piovesse.Non avete scuse.

Allora facciamo una cosa carina.Vi elenco alcuni film che meritano di essere guardati,scavando tra i meno noti ,a parte un paio di classici che servono come base ,evitando commediole e musical . E gli darò un voto in culi. Tipo cinque culi il film è ottimo, così a scendere,quindi  un culo ,il film fa pena.

Oggi ce ne sono tantissimi,ma io reputo interessanti e coraggiosi quelli più vecchi, prima che il boom gay li facesse quadruplicare e li rendesse di moda.Questa cosa è buona,per carità,oggi in tv c’è sempre un personaggio gay, dalla rai ad un posto al sole etcc…ma negli anni 80 e 90 non era così e questi film- scandalo li si guardava  con curiosità ed un pizzico di morbosità.

Iniziamo:

Stonewall.  Questo ve l’ho già accennato in qualche articolo, genere drammatico ma con divertenti intermezzi canterini. La rivolta dei gay a New York agli inizi degli anni 70. Il film prende il nome da uno dei primi locali gay americani ed è il simbolo della lotta ai diritti, come attore principale c’è il  bravissimo Guillermo Diaz nei succinti panni de La Miranda .Voto cinque culi.

Priscilla, la regina del deserto. Immancabile.Immagini e battute entrate nella storia del cinema gay.Vestiti luccicanti,canzoni degli abba, il tutto nel deserto australiano .Voto cinque culi.

Beautiful thing. Film inglese ,protagonisti due teens gay .Si scoprono, si amano, si liberano dei loro complessi. Bellissima la scena  in un cortile dove, davanti a tutti,si prendono per mano e ballano un lento. Voto quattro culi.

Che mi dici di willy?.Questo è un film che conoscono in pochi,degli anni ’80. I protagonisti sono tutti ragazzi belli e curati, nel film vengono quasi  tutti uccisi dall’aids,la scoperta dell’epoca. E’ un bel film ma parecchio angosciante .Voto quattro culi .

Shortbus.E’ un film molto particolare, mescola scene da film normale con scene di sesso esplicito. Piccolo film indipendente.  Un gruppo di ragazzi, gay e non, alle prese con problemi legati al sesso ed alla conoscenza di se stessi a. “Shortbus” è il nome del locale dove si incontrano tutti insieme.Se siete schizzinosi lasciate perdere.Voto tre culi.

Trick.Questo qui è un film pulito e molto carino. Il protagonista è un ragazzo timido che incontra e si innamora di un” go-go-boy”ossia un ragazzo che balla sul cubo nelle discoteche. Lui non riesce a credere che possa interessarsi,tra i tanti pretendenti ,proprio a lui. Stupenda la scena finale della telefonata,positività ed autostima a secchiate,tra i protagonisti Tori Spelling la ” Donna Martin” di Beverly Hills 90210. Voto quattro culi e ½.

Happy together. Questo è un film asiatico,drammatico,cupo,quasi un noir. Due ragazzi gay,in coppia,viaggiano da Hong kong verso l’Argentina,per un motivo che non vi svelo, con la speranza di una vita insieme.Il destino cambierà le cose.Voto tre culetti.

Lo sconosciuto del lago.Film francese.Questo è un film recente, passato in vari festival.Lo “sconosciuto” del titolo è un uomo che il protagonista incontra al lago con annessa  spiaggetta isolata ,utilizzata per trovare “compagnia”.Il film è lento,però nasconde un rebus,l uomo è forse un omicida ed il protagonista, rischiando la vita, non riesce a distaccarsene. Voto due culi.

Alcuni  film,poi, non espressamente con trama  gay , diventano “iconici”per vari i motivi : Primo, il  film è interpretato da un’ icona gay, tipo  Meryl Streep,oppure ha quel ” qualcosa “che lo rende interessante ad un pubblico omosex. Grandi attrici,divismo smodato,io pescherei tra i film di Hollywood degli anni 40 ,Jean Harlow,Bette Davis.Battute mirate a diventare cult, niente fuori posto ,le canzoni, gli abiti ed una scena madre straziante che dice tutto del film.I gay al cinema vogliono sognare,immergersi nella storia e sentirsi protagonisti,imparare le canzoni ed i balletti a memoria e ripeterli a casa fino allo sfinimento,non troverete mai tra i film “da gay” un film di guerra .

Quindi ,amici cari. Acquistate,scaricate, guardate questi film e poi mi darete il vostro parere. Vi risparmio il porno-gay .I porno piacciono ai gay in quanto maschi ,come anche a voi o ai vostri compagni  e mariti.

Ma le storie nei porno sono sempre uguali  non c’è pericolo di fare spoiler,tanto si sa come “finiscono”.

Please follow and like us:

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love" e "A Destra dell'Arcobaleno" e giornalista,Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

Antonio Bracco, chef con un pizzico di LGBT

Antonio Bracco, pugliese di Barletta classe ’78 è uno dei partecipanti al Contest Food Lovers, …