Finchè morte non ci separi …e non si parla di un marito , ma di borse !

La borsa di una donna pesa come se ci fosse la sua vita dentro , tra un libro che non vuole mai finire ed altri trucchi per fermare il tempo … cosi cantava Noemi in una sua canzone del 2016 .

La parola borsa deriva dal greco “byrsa” o dal latino “bursa”. Il termine veniva utilizzato per definire un sacchetto di varie foggie, in origine di pelle, per tenere denari e nacque come accessorio maschile , in quanto il ruolo della donna era in gran parte domestico e essa teneva le sue cose nelle tasche dei suoi vestiti anziché in una borsa, soltanto le donne nobili possedevano sacchetti di stoffa per contenere gli oggetti da portare con se’ . Negli anni 20 invece iniziò a diffondersi l’uso della borsa da donna , con l’emancipazione femminile le donne incominciarono ad uscire di più sia per svago che per lavoro e quindi era necessaria una borsa dove poter contenere gli oggetti di uso quotidiano .
La borsa è molto importante per una donna , è l’accessorio per eccellenza più usato , ci portiamo il nostro mondo dentro , i nostri segreti , come una casa da portare sempre con sè , rappresenta una parte di noi stesse e impreziosisce il nostro look . Perchè confronto all’abbigliamento che può essere più effimero , la borsa è un qualcosa che resta di più , se solo immaginiamo alle griffe più importanti e secolari , delle quali una borsa può avere anche il prezzo di un gioiello , allora queste ovvio che le si tiene finchè morti non ci separi.
Come acquistare una Birkin o una Kelly di Hermes , che oltre a costare quanto un auto , bisogna anche mettersi in lista di attesa di mesi … Per non parlare di una Louis Vuitton , Gucci o una Chanel che non sono solo borse , ma gioielli , icone di stile che ogni donna sogna di possedere .
Come ogni anno siamo pronte ad osservare i nuovi modelli , vediamo subito le novità …
Iniziamo con la macro borsa , molti stilisti hanno proposto super borse , per la gioia di noi donne da riempirla sempre più , ottime per il lavoro e per il tempo libero nei colori di tendenza .


Poi ci sono quelle nei toni pastello ,la forte tendenza di questa stagione  , toni chiari e caramellosi , che sembrano tanti bon bon e solo a vederle è un esplosione di serenità , vediamo a sinistra le proposte di  Gucci e a destra di Carpisa


Per il ritorno agli anni ’90 invece,  troviamo la proposta del classico zaino , comodo direi per chi guida in motorino e molto sbarazzino , dona subito un tocco di giovinezza anche se non si è più una ragazzina .


Altra tendenza , accennata già nella scorsa settimana è la moda della Micro Borsa , molto ironiche e divertenti , a vederle spesso spunta subito un sorriso e una domanda … “ma cosa ci metterò dentro ?! ” ma anche se sono inutilizzabili , viene comunque voglia di acquistarle e indossarle come ciondoli , anche solo per completare un outfit , a mo’ di collane .  Vediamo in basso  quelle del già accennato Jacquemus , che trovo irresistibili

A seguire in basso  Dolce& Gabbana , carinissima indossata al polso topo bracciale


Quelle di Gianni Chiarini con catenina in galvanica oro , carine anche da indossarne un paio


E poi , le meravigliose sacche , molto anni ’70 , che adoro particolarmente .

Furla  , la presenta bicolore , nei colori e materiali più classici , dal gusto sofisticato ed elegante .

Carpisa la propone nei toni del giallo

Ma come simbolo dell’estate , che solo a vederle si pensa al mare e alle serate in spiaggia ,
è la mitica borsa di vimini o rafia , molto sofisticata e d’allure francese , ideale non solo per il mare , ma anche nel nostro quotidiano , se solo ricordiamo la favolosa Jane Birkin , che lanciò la moda di indossare la borsa di vimini anche di sera .
ecco alcuni modelli anonimi , ma meravigliosi ,  classici che non tramontano mai .

In ultimo , dopo questa carrellata di foto , voglio consigliarvi due nuovi brand da seguire , che trovo strepitosi

MusettaShop , brand napoletano , con un anima elegante , sofisticata e un tocco retrò .

Mademoiselle Fani , brand Francese , che propone borse  stile casual e raffinato .

Please follow and like us:

Biografia Alessandra Rubino

Alessandra Rubino
CLASSE 1982 , nata a Napoli il 28 agosto disegna vestiti da quando ha 5 anni con il sogno di diventare stilista. Nel 2006 lo diventa ed inizia anche la prima esperienza di lavoro. Ama le librerie , gli oggetti antichi da scavare nei mercatini tipici . Semplice , impulsiva , romantica , sognatrice con un 'anima vintage

Check Also

Un’altra occhiata alle collezioni summer 2021 e alle novità che ci aspettano

Questa settimana continuiamo a parlare di sfilate , da poco conclusa la Milano fashion week …