Google: via dal “Playstore” le app che “coniano” criptovalute

Google, così come Apple,  mette al bando le applicazioni che fanno mining ( cioè che producono criptovalute). Il colosso di Mountain View ha aggiornato le linee guida per gli sviluppatori, non consentendo la presenza di questo tipo di app sul Play Store. Nel nuovo centro di norme per gli sviluppatori si legge:

“Sono vietate le app che consentono il mining di criptovaluta sui dispositivi. Sono consentite le app che gestiscono da remoto il mining di criptovaluta”. Una modifica analoga è stata introdotta il mese scorso da Apple.

Fonte: Ansa

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

ANGEL torna nella CITTÀ DEI DEMONI Il secondo volume del reboot di Angel esce giovedì 22 aprile

Dopo lo straordinario successo dei primi tre volumi del reboot a fumetti di BUFFY – …