venerdì , 5 Giugno 2020

“I Met You”: il commovente incontro tra una madre e la figlia che non c’è più

Nel 2016 Jang, una donna della Corea del Sud,  perse la figlioletta Nayeon di soli 7 anni per una leucemia . Un genitore che sopravvive alla morte di un figlio è una delle esperienze più dolorose e innaturali che un essere umano può affrontare eppure a Jang è stata data una “seconda possibilità”.

A 4 anni di distanza  l’ attuale tecnologia  ha permesso a Jang di “incontrare” di nuovo la piccola Nayeon,  grazie alla  computer graphics che ne ha riprodotto l’aspetto, ad un VR ( un visore di realtà virtuale n.d.r.) che ha immerso la madre in un ambiente 3D “plausibile” ed ad una I.A. che ha elaborato le reazioni e le le risposte della Nayeon “virtuale”  . La commovente interazione, che sembra sconfiggere la morte è diventato un documentario televisivo intitolato “I met you” prodotto da Munhwa Broadcasting.

Nel documentario è possibile assistere a qualcosa mai visto in precedenza; Jang indossa un casco VR ed “entra” in un mondo virtuale. Ad un tratto appare la riproduzione della piccola Neyeon che  inizia a interagire con la madre. Questo, ovviamente, nei  limiti che comporta la  tecnologia odierna. La scena è commovente;  la stessa troupe si scioglie in lacrime mentre  madre e “figlia” giocare insieme, quando la Nayeon “virtuale” spegne  candeline di una torta di compleanno e si addormenta trasformandosi in una farfalla tra le braccia della madre.

Questa splendida esperienza ci porta però a riflettere su quello che può essere il futuro di questo genere di esperienze. Man mano che tecnologia andrà avanti questo interazioni virtuali saranno sempre più realistiche e non distinguibili dalla realtà. Come reagirà la psiche di un essere umano, magari colpita da un trauma psicologico così profondo? Cosa o chi gli impedirà alle persone di richiudersi in una realtà virtuale idilliaca “staccando” completamente la spina dal mondo reale?

La tecnologia ci sta portando verso nuove frontiere che la nostra specie, probabilmente, non è ancora pronta ad affrontare.

Il promo 

“L’incontro”

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

il nuovo Security Awareness Training di Kaspersky offre ai dipendenti un percorso di formazione personalizzato anche in italiano

Kaspersky ha presentato il suo nuovo Kaspersky Adaptive Online Training, sviluppato in collaborazione con Area9 …