Il “Gaming Disorder” riconosciuto come malattia dalla OMS

La dipendenza da videogiochi entra ufficialmente nell’elenco delle malattie dell‘Organizzazione mondiale della Sanità (Oms).

L’Assemblea Generale dei Paesi membri riuniti a Ginevra in Svizzera hanno hanno aggiunto all’ International Statistical Classification of Diseases and Related Health Problems , il Gaming Disorder che viene così definito:

“una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti legati al gioco, sia online che offline, manifestati da: un mancato controllo sul gioco; una sempre maggiore priorità data al gioco, al punto che questo diventa più importante delle attività quotidiane e sugli interessi della vita; una continua escalation del gaming nonostante conseguenze negative personali, familiari, sociali, educazionali, occupazionali o in altre aree importanti”.

Il  testo, che sarà in vigore dal  2022, contiene definizioni e codici per oltre 55 mila malattie e condizioni patologiche, e viene usato per uniformare diagnosi e classificazioni in tutto il mondo. Per essere considerato patologico il comportamento deve essere reiterato per 12 mesi.

Fonte: ANSA

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

‘SAGA FRONTIER REMASTERED’ E’ DISPONIBILE SULLE MODERNE CONSOLE E DISPOSITIVI MOBILE

L’amato classico PlayStation® è disponibile in Europa per la prima volta con una serie di miglioramenti …