Original kimono PH Tiziano Marangoni

L’intervista della settiamana: Valeri Cosplay

– ENGLISH VERSION HERE! – 

– 日本語版はこちら!- 

 

Parlaci di te 

Ciao a tutti, mi chiamo Silvia e ho 27 anni; sono del nord Italia, precisamente del Veneto.
Ormai per molti sono conosciuta come Valeri. Lavoro nella ristorazione, ma nonostante ciò riesco a ritagliarmi del tempo per la mia passione riguardo il cosplay. Mi piace guardare anime, ogni tanto, leggere manga e giocare ai videogiochi; sono una grande fan dei pokemon.

Da quanto tempo fai cosplay e quali hai realizzato fino ad ora?

Allora; ho iniziato a fare cosplay insieme alla mia amica nel 2017, ma già da qualche anno avevo iniziato a frequentare alcune fiere ed è stato proprio grazie a queste che ho conosciuto questo fantastico mondo.
Il mio primissimo cosplay è stato quello della Vocaloid Luka Megurine, nella sua versione Just be friends; il secondo è stato quello di Shinoa Hiragi dell’anime di Owari no seraph e a seguito Izuku Midoriya da My hero academia.
Successivamente ho portato ben quattro versioni di Kotori Minami delle Love live: Yume no tobira, Little devil, Maid cafè e Cheongsam, ma onestamente miro ad una quinta versione.
Per concludere i miei ultimi  cosplay sono stati esclusivamente degli original; bensì due con il kimono, un demone e infine due elfi.

Come hai scelto il tuo nickname?

Quando ho scelto il nome Valeri, non era legato a qualcosa della mia vita, oppure ad un videogioco o ad un possibile personaggio del mio anime preferito; semplicemente mi piaceva così com’era, con il suo suono melodico alla sola pronuncia. Mi piaceva, tutto qui. Ma adesso, dopo anni, sento questo nome far parte di me, così tanto da sentirmi molto legata ad esso e di certo non lo cambierei mai per nessuna ragione al mondo.

A quale cosplay che hai realizzato sei più legata?

Al momento sono molto legata ai miei due Original elfici; sono quelli che mi hanno donato tantissime soddisfazioni e di questo ne sono molto felice. Tutto questo è dipeso dal fatto che gli elfi e le fate mi sono sempre piaciuti; per questo ritengo questi due cosplay i più importanti per me.

Realizzi da sola i tuoi cosplay o preferisci comprarli/commissionarli?

Per quanto mi piacerebbe realizzare i cosplay da sola, purtroppo sono negata in queste cose e quindi al momento li acquisto. Non ho mai avuto occasione di essermi fatta commissionare un cosplay; fatta eccezione invece per la falce di Shinoa e uno scettro per i miei due elfi.

Cosa pensi si chi ha fatto una scelta diversa dalla tua? 

Per chi è in grado di realizzare i vestiti, le armi o gli accessori per i propri cosplay; da parte mia hanno solo una grandissima ammirazione e fanno anche più che bene a continuare con la realizzazione di certi capolavori.
Poi per il resto ognuno è libero di fare ciò che vuole, sia realizzare e sia acquistare i cosplay. A parere mio si deve essere liberi di gestire come più si vuole questa passione e questo hobby.

Hai un  “dream cosplay” o un progetto che hai particolarmente a cuore?

Di Dream cosplay ne ho qualcuno, ma ne cito giusto un paio; ad esempio la versione Wedding o Fairy di Kotori Minami delle Lovi live, oppure Elsa di Frozen 2, precisamente il vestito bianco. Spero un giorno di riuscire a realizzare almeno uno di questi.

In quale cosplay invece, non ti vedresti proprio?

Non riuscirei mai a vedermi nei panni di un personaggio che non conosco, oppure di quei personaggi che non mi coinvolgono emotivamente, con il loro carattere e la loro storia, nonostante il loro aspetto sia bello.
Preferisco fare i cosplay che mi fanno sentire a mio agio e di quei personaggi, ben caratterizzati, che riescono a conquistarmi fin da subito.

Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?

Si, non ci trovo nulla di male; a maggior ragione per chi ci guadagna con le commissioni.
Se qualcuno è veramente bravo a realizzare vestiti, accessori e tanto altro, fanno più che bene a mettere a disposizione queste loro capacità per aiutare gli altri. Comunque in generale, penso che non ci sia nulla di sbagliato a chi viene pagato grazie alla propria passione; anzi è un ulteriore supporto per riuscire a realizzare progetti più grandi.

Secondo te ci sono dei casi dove non lo sia?

Direi di no, penso che non ci siano dei casi giusti e altri sbagliati; ognuno è libero di fare quello che vuole e di gestire la passione e l’hobby del cosplay a proprio piacimento. Purtroppo però non tutti la pensano in questo modo.

Ultimamente si parla molto degli original, secondo alcuni snaturano il senso del cosplay, tu come la pensi?

Io penso che gli original siano fantastici, oltre che una categoria del cosplay molto interessante e piuttosto ampia; si è in grado di donare ai vari personaggi delle versioni alternative e non ufficiali; quindi non presenti negli anime e nei manga. In questo modo si riesce sempre a dare un proprio tocco personale al personaggio che si vuole interpretare; creando così un gioco di personalizzazione che rende un determinato  cosplay unico nel suo genere.
Oltre a questo tipo di original, mi piacciono molto anche quelli  creati completamente da zero, quei personaggi che prendono vita dalle varie idee del cosplayer.

Secondo te che impatto hanno avuto i social network nella diffusione del cosplay?

Secondo me ha avuto un impatto davvero molto elevato e  importante.
Ormai si sa che il social viene considerato uno dei più grandi mezzi di comunicazione che può portare alla diffusione e alla conoscenza di un qualsiasi argomento.  Questo ha portato alla conoscenza delle fiere e dei cosplay a moltissime persone; anche a chi magari ne era ignaro. C’è da dire che grazie a questo il mondo cosplay si è ampliato.

 A quali eventi hai partecipato fino ad ora?

La mia primissima fiera è stata quella di Mantova comics, dove per molti anni ho cercato di non perdere nessuna sua edizione sia in cosplay che non. Poi tra gli altri eventi a cui ho partecipato ci sono il Volta comics che facevano sempre a fine agosto, alcuni raduni a Verona e infine il Sigurtà, o meglio conosciuto come Magico mondo del cosplay.
Solo nel 2020 sono riuscita ad andare per la prima volta a Bologna Nerd show, una fiera davvero molto bella e a Cerea comix.

Qual è la tua fiera preferita?

Il mio evento preferito è il Sigurtà che fanno a inizio settembre. E’ il raduno cosplay che riesce sempre a darmi tante soddisfazioni e tanta felicità; proprio perché mi da modo di esprimere al meglio la mia passione per il cosplay e per gli original;  inoltre  grazie a questo evento riesco sempre a ritrovare amici  con cui passare un pò di insieme e infine mi da anche modo di conoscere altri cosplayer davvero eccezionali.

Quali sono i tuoi prossimi progetti? 

Purtroppo con il lavoro che faccio mi è un pò difficile sapere quale potrebbe essere la mia prossima fiera, diciamo che decido sempre al momento e in base a come riesco ad organizzarmi.
Anche per i cosplay non progetto mai nulla, mi lascio guidare dall’ispirazione del momento; anche se ammetto che mi piacerebbe molto fare un elfo oscuro, quindi di conseguenza un nuovo original.

Hai qualche aneddoto particolare che ti è successo in ambito cosplay che vuoi raccontarci?

Per il momento non mi è mai successo nulla di particolare, anche se ritengo molto importante e speciale aver avuto modo di conoscere molte persone in questi anni di cosplay.

Hai mai partecipato a qualche contest cosplay?

Non ho mai partecipato ai contest perchè come persona sono un pò insicura e molto timida, anche se molto spesso non sembra. Inoltre non ho mai sentito il bisogno o il desiderio di provarci.

Hai mai partecipato come giurata a qualche manifestazione?

No, non mi è mai successo. Da una parte lo ritengo anche un ruolo molto difficile, proprio per le scelte che si devono prendere.

Hai mai presentato un evento cosplay?

Anche in questo caso non mi è mai successo.

Hai mai partecipato ad eventi all’estero?

Non sono mai stata ad eventi all’estero, ma ammetto che sarebbe bellissimo un giorno riuscire ad andarci

Hai un profilo dove  offri contenuti contenuti o chiedi di essere supportato/a per i tuoi progetti? 

Per il momento non ho niente di tutto ciò.

Photo Credits:

 

Social:

Our Friends:

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Brawlhalla Esports Anno 7: più di 1 milione di dollari di montepremi

Ubisoft ha annunciato i dettagli di Brawlhalla Esports Anno 7, che sarà caratterizzato da una …