MENS SANA IN CORPORE SANO

Palestre chiuse, stadi chiusi, centri sportivi chiusi… purtroppo questo è un terribile periodo per gli sportivi e soprattutto per tutti gli operatori impegnati nel mondo del sport non agonistico. La pandemia del SARS-CoV-2 ci ha obbligati a stare a casa rinunciando a diverse attività sportive, fortunatamente qualche svago atletico all’aperto ci è ancora concesso. I più assennati però hanno sicuramento trovato il sistema per allenarsi nelle proprie mura domestiche non rinunciando al piacere dell’esercizio, traendo così beneficio dai risultati della propria fatica. Perché l’attività fisica è così salutare e ci permette di vivere meglio?

Un esercizio fisico costante migliora la massa muscolare e la forza, nonché aumenta la resistenza cardiovascolare; anche il recupero dall’esercizio fisico è importante quanto lo stimolo dallo stress fisico.

I principali benefici di un regolare esercizio fisico sono:

  • Riduzione della pressione arteriosa
  • Riduzione dei livelli di colesterolo totale e delle lipoproteine a bassa densità (LDL, conosciuto come colesterolo cattivo)
  • Aumento dei livelli di colesterolo con lipoproteine ad alta densità (HDL, il cosiddetto colesterolo buono)

Sappiamo che le su elencate condizioni sono importanti fattori di rischio per il verificarsi di malattie cardio-vascolari (infarto miocardico, ictus cerebrale) e quindi una riduzione di tali fattori migliora il nostro stato di salute. Alcuni studi dimostrano anche una riduzione di patologie neoplastiche, come il carcinoma del colon, nonché dello sviluppo di diabete mellito nei soggetti che si allenano regolarmente. L’attività fisica regolare migliora e rafforza il nostro sistema immunitario riducendo la probabilità di ammalarsi. L’attività fisica aumenta il livello nell’organismo di endorfine, sostanze chimiche prodotte nell’encefalo che riducono il dolore e inducono un senso di benessere, riuscendo perfino a migliorare i sintomi della depressione.

Una corretta attività fisica è indicata anche nei pazienti che subiscono interventi ortopedici, chirurgici o in quei pazienti con recente infarto miocardico, infatti tali pazienti devono svolgere un esercizio riabilitativo specifico atto a migliorare il recupero muscolare e fisico dopo uno stress.

Le raccomandazioni per l’esercizio fisico si devono basare su 2 principi primari:

  • Gli obiettivi dell’attività fisica devono essere specifici per il paziente.
  • L’esercizio deve essere prescritto nella giusta quantità per ottenere l’effetto desiderato.

Infatti l’intensità e le diverse forme di esercizio fisico possono variare tra le diverse persone, per tale ragione, nel 2010 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato le “Global recommendations on Physical activity for Health”, in cui definisce i livelli di attività fisica raccomandata per la salute, distinguendo tre gruppi di età:

  • bambini e ragazzi (5-17 anni): almeno 60 minuti al giorno di attività moderata–vigorosa, includendo almeno 3 volte alla settimana esercizi per la forza che possono consistere in giochi di movimento o attività sportive.
  • adulti (18-64 anni): almeno 150 minuti alla settimana di attività moderata o 75 di attività vigorosa (o combinazioni equivalenti delle due) in sessioni di almeno 10 minuti per volta, con rafforzamento dei maggiori gruppi muscolari da svolgere almeno 2 volte alla settimana
  • anziani (dai 65 anni in poi): le indicazioni sono le stesse degli adulti, con l’avvertenza di svolgere anche attività orientate all’equilibrio per prevenire le cadute. Chi fosse impossibilitato a seguire in pieno le raccomandazioni deve fare attività fisica almeno 3 volte alla settimana e adottare uno stile di vita attivo adeguato alle proprie condizioni

Un corretto programma di esercizio fisico prevede lo sviluppo di diverse attività quali: stretching e flessibilità, miglioramento delle capacità aerobiche (resistenza cardiovascolare), della forza e dell’equilibrio (in particolar modo nei giovanissimi e negli anziani).

L’esercizio fisico quotidiano non può che dare giovamento alla nostra salute per molteplici e diversi aspetti, quindi anche se oberati di lavoro e da diversi stress quotidiani è fondamentale ritagliare quel piccolo spazio di tempo da dedicare a noi stessi ed al nostro benessere.

Please follow and like us:

Biografia Luca Fontanella

Luca Fontanella
Sportivo e dinamico, da sempre la sua passione è la medicina e lo dimostra con la dedizione e serietà che mostre nel suo lavoro con oltre trenta pubblicazioni scientifiche e più di quaranta partecipazioni come relatore a convegni scientifici nazionali e internazionali. Attualmente è Dirigente di Primo Livello, Reparto di Medicina Interna, al Fatebenefratelli di Napoli

Check Also

LA MORTE IMPROVVISA

Siamo sempre attenti, sempre prudenti, cerchiamo di fare prevenzione, ultimamente ci teniamo lontani da amici …