Tacchi a spillo: gioie e dolori dal ‘500 ad oggi

Il tacco a spillo è un’arma femminile che l’uomo semplicemente non ha.Christian Louboutin

Eleganti, versatili ed estremamente femminili, i tacchi a spillo sono un must have per l’armadio di ogni donna.

La scarpa con il tacco è un’invenzione 100% italiana. La prima a lanciare la moda fu Caterina de’ Medici: data la bassa statura, per essere all’altezza – letteralmente – del suo sposo, duca di Orleans e futuro re di Francia, usava tacchi alti 7 centimetri. Era il ‘500: da lì in poi la moda si diffuse e i tacchi ebbero grande successo nel ‘600 e nel ‘700, diventando sempre più alti.

Nel 1953 a Vigevano (MI), terra di scarpe per eccellenza, nascono le prime scarpe con il tacco a spillo, dagli 8 ai 12 centimetri. All’epoca erano costruite solo in legno ma, essendo lo spillo piuttosto sottile, gli artigiani adottarono come soluzione una base in alluminio, più resistente, che non si sarebbe spezzata. Particolare successo ebbero negli anni ’50 quando Roger Vivier, uno tra i più grandi scultori della scarpa che la moda abbia mai avuto, creò una linea di calzature su misura da 8 centimetri per Christian Dior.

Questo tipo di scarpa ebbe però anche un periodo di decadenza, sopratutto tra la fine degli anni ’60 e gli anni ’70. Le cause furono essenzialmente due: la prima era la presenza di due movimenti, quello hippie e quello femminista, che vedevano nel tacco a spillo un simbolo dell’oppressione maschilista; la seconda è rappresentato dalla cultura dance, con la quale si diffusero altri tipi di scarpe, come quelle platform.

Ma non sorprende che, nonostante tutto, siano diventate uno dei modelli di scarpe più amati da tutte le donne, che ne apprezzano la capacità di fare apparire le loro gambe più lunghe e sottili, donando al contempo centimetri in più di altezza. Non solo: il tacco a spillo migliora la postura, rendendo la silhouette esile e allungata.

A Christian Louboutin è riconosciuto il merito di aver reso il moderno tacco a spillo nuovamente irresistibile durante gli anni ’90. A proposito del tacco a spillo, il designer ha affermato: “trasformano il linguaggio corporeo e il modo di atteggiarsi. Elevano sia fisicamente che emotivamente”.

Dai grandi designer di scarpe più celebri, quali lo stesso Louboutin, Manolo Blahnik, Jimmy Choo, ai nuovi artisti emergenti, come Erin Adamson (il quale ha affermato: “Il tacco a stiletto rappresenta la quintessenza della femminilità che tutte le donne dovrebbero possedere”), abbiamo scelto per voi i tacchi a spillo più sexy, da sfoggiare nella Primavera/Estate 2017.

Please follow and like us:

Biografia Redazione

Check Also

Le regole del tickling: così il solletico diventa sensuale

La vita di coppia non è una cosa semplice, bisogna prestare attenzione a ogni piccola …