lunedì , 27 Gennaio 2020

Champions League: Napoli alla resa dei conti

Si parla spesso di ultima spiaggia, forse troppo. Questa volta, però, non è un’esagerazione. Già, perché il clima a Napoli è già abbondantemente surriscaldato e un’eventuale mancata qualificazione degli Azzurri agli Ottavi di Finale di Champions League, probabilmente sarebbe davvero l’ultima tappa per Mister Ancelotti. Anche perché, il compitino da svolgere è tutt’altro che impossibile. Per il passaggio del turno, infatti, basta poco, pochissimo: per assurdo, Insigne e compagni potrebbero passare il turno anche perdendo e con soli nove punti conquistati in sei partite totali. Ma siccome nel calcio è sempre meglio non fare troppi calcoli, o contare sull’aiuto di qualcun altro, vincere in casa contro il Genk è il minimo sindacale per una squadra che rispetto a quella belga è, non solo sulla carta, di un’altra categoria. Se questo, però, non dovesse succedere, anche un pari garantirebbe il passaggio del turno qualsiasi sia il risultato del Salisburgo, che gli contende la qualificazione. In caso di malaugurata sconfitta interna, invece, si deve sperare che il Liverpool (già matematicamente agli Ottavi) faccia risultato contro gli austriaci (in trasferta). I Reds, tuttavia, devono ancora conquistarsi il primo posto e questo in qualche modo può aiutare i partenopei. In ogni caso,  il momento no del Napoli condiziona la previsione degli esperti in pronostici sulla Champions League di https://www.sportytrader.it/ per quello che riguarda  la difesa partenopea, tutt’altro che invalicabile: nonostante l’1 risultato finale sia dato per scontato anche dai book, ci si attendono più che altro gol da entrambe le squadre. Insomma, anche se per gli addetti ai lavori si tratta esclusivamente di una formalità, attenzione all’attacco belga. 

Il Napoli, tuttavia, viene da nove partite senza vittorie, un dato inequivocabile sul deficitario stato psico-fisico della squadra di Ancelotti che, nonostante l’esperienza, fatica enormemente a trascinare i suoi fuori da una situazione decisamente complicata. Per altro, anche il Genk stava attraversando un periodo altrettanto difficile, ma quanto meno nell’ultimo turno di campionato è tornato alla vittoria dopo otto partite consecutive senza tre punti. In Champions, però, non ci sono più ambizioni o speranze, l’obiettivo è solo quello di chiudere con dignità una campagna europea a dir poco deficitaria (un punto finora in cinque partite giocate). Solo che quel punto il Genk l’ha conquistato proprio contro il Napoli nella gara d’andata, quando Insigne e compagni non sono riusciti a scalfire il muro belga (0-0 il risultato finale). Questa volta, però, si gioca al San Paolo e, anche se si sono vissute serate con maggiore entusiasmo, l’apporto del pubblico dell’impianto di Fuorigrotta potrebbe fare la differenza. Serve unità d’intenti in campo, ma anche fuori. Serve una scintilla, ha detto Ancelotti, chissà che questa non possa arrivare proprio dagli spalti. Come dicevamo, la vittoria del Napoli è data praticamente per scontata: dunque, si devono cercare soluzioni alternative per alzare un po’ la posta in palio. Un’ipotesi potrebbe essere quella di giocare il Parziale/Finale Napoli/Napoli, dato a 1.5, o l’1 con Handicap (-1 Napoli a 1.4, -2 a 2). I bookmakers si aspettano anche una gara con molti gol (l’Over 2,5 è dato a 1.4 volte la posta), reti che però potrebbero arrivare da una parte e dall’altra, visto che il Gol e il No Gol hanno esattamente la stessa quota (1.85).

Please follow and like us:

Biografia Redazione

Avatar

Check Also

Sarri a lezione da Rino, il Napoli fa piangere la Juve

Una lezione di calcio vera e propria quella di Rino Gattuso al suo totem Maurizio …