Coronavirus: Apple e Google approvano solo app “ufficiali”

Secondo il sito della Cnbc, che ha raccolto le testimonianze di alcuni sviluppatori a cui è stata negata l’autorizzazione a pubblicare applicazioni, per contrastare la disinformazione sull’epidemia Apple sta mettendo al bando dal suo store di applicazioni tutte le app legate al coronavirus che non provengono da istituzioni riconosciute come governi, ospedali e organizzazioni sanitarie.

Apple ha dichiarato che “Le app con le informazioni mediche attuali devono essere presentate da un’istituzione riconosciuta”.

Anche il Playstore  di Google dedicato ai dispositivi Android sono poche, e da fonti riconosciute, le app che si occupano del coronavirus.

Google ha una regolamentazione molto severa  contro le app che “mancano di ragionevole sensibilità o capitalizzano su disastri naturali, atrocità, conflitti, morti o altri eventi tragici, e che sembrano trarre profitto da un evento tragico senza benefici evidenti per le vittime”.

Fonte: ANSA

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Tex #720 – Sulla cattiva strada – Recensione

La recensione dell’albo mensile N° 720 della serie regolare di Tex, Sulla cattiva strada, deve …