Escort gay:il lato oscuro oltre lo scintillio (Prima Parte)

Torno a parlare di escort, dopo il reportage dello scorso anno, faccia a faccia con i “belli di notte” italiani.

La maggior parte mi aveva descritto un mondo incantato dove ci si diverte e si fanno soldi facili.

Tutti belli, ricchi e contenti? Possibile?

Esiste sempre un lato oscuro, la medaglia ha sempre due facce. Dov’è l’inghippo?

Voglio sapere la verità su questo mestiere antico e per farlo ho contattato, Max (nome falso) un personal trainer che arrotonda facendo l’escort. Max è della provincia di Napoli, 33 anni, muscoloso e ovviamente molto, ma molto, avvenente. È iscritto a vari siti e fa bella mostra di se attirando uomini eccitati che pagano per averlo tutto per loro per un’ ora o più.

Max non si mostra in volto, né sui siti di incontro, né tramite messaggio in privato.

Magari a viso coperto mi racconterà la verità su tutto, ho parecchie domande a cui un escort che si mostra in viso ovunque non risponderebbe mai.  Max non ha problemi a patto che io non riveli mai la sua vera identità.

Se siete schizzinosi fermatevi qui.

Max, da quanto tempo fai l’escort?

Da circa un anno e mezzo, ho iniziando emulando certi conoscenti  che lo facevano insieme al lavoro di go go boy in discoteca, incuriosito e attirato dai soldi facili ho provato a farlo.

E’ vero che come dicono i tuoi colleghi che le cifre guadagnate sono stratosferiche?

Dipende cosa intendi per “stratosferiche”e dipende anche da come vivevi tu prima. Un bel ragazzo che non ha  né arte né parte e lavora in un negozio a 150 euro a settimana sfruttato in nero, se gli dai 100 per un’ora di servizio escort, ovvio che per lui è un introito astronomico. Comunque si! I guadagni sono alti almeno finché sei la novità sul mercato.

Si, sono delle ottime spiegazioni, ma io voglio sapere quanto guadagni?

Ti dico il mese scorso ho totalizzato 1800 euro, lavorando meno di 20 ore mensili, ma non lo faccio a tempo pieno, ho gli orari della palestra, quindi presumo che potrei guadagnare ancora di più. Chi dice di guadagnare 15mila al mese mente, è matematicamente impossibile. Delle volte prendo 100 euro per  un’ora, altre volte mi noleggiano per due ore, poi ci sono le richieste particolari e.. quelle costano!

Tipo?

Tipo quelli che vogliono praticare il pissing o lo scat. Allora lì prendo 100 euro per il pissing e 200 solo per lo scat.

Come ti prepari e come avvengono queste pratiche?

 Il pissing è facile, ma devo saperlo almeno 45 minuti prima, non posso improvvisare. Bevo tanta acqua. Per lo scat, ho sempre imbarazzo ma è un limite psicologico, defecare su qualcuno non è normale. Comunque devo saperlo dalla mattina per poterlo fare nel pomeriggio, a volte nemmeno ci sono riuscito, così ho iniziato a prendere un po di lassativo e avvisare il cliente un po prima che mi ”scappasse”. Poi devo preparare la “scena” ossia mettere teli di plastica a terra, per il pissing non c’è bisogno tanto si procede in doccia o con la testa del cliente appoggiata alla tavoletta del wc.

Clienti peggiori?

Eh, proprio questi ultimi che vogliono praticare lo scat, vedere un uomo coperto di merda e che l’assaggia pure e disgustoso, tu cosa penseresti? Anche quelli che vogliono essere sputati in bocca mi fanno schifo. Ovvio tutti quelli sudati o sporchi ed io non sono di quelli che lo fa notare, i clienti si offendono, devono credere che loro un po ti piacciano, quindi tengo duro e faccio finta di nulla. Non mi piacciono nemmeno quelli che chiedono lo sconto come dal fruttivendolo.

 Che tipo di persone preferisci ?

Ovvio preferisco quelli ricchi a cui piace “comprare” le persone, non danno peso al denaro e quindi te ne danno di più con facilità. Ma ce ne sono pochi.

La sera dopo il lavoro che fai?

L’ennesima doccia, me ne faccio sempre una tra un appuntamento e l’altro, e mi masturbo, è il minimo dopo una giornata di erezioni senza poter mai “concludere”.

Fine prima parte

Please follow and like us:

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love" e "A Destra dell'Arcobaleno" e giornalista,Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

Il nuovo ”must have” per uomini trendy sono gli ANELLI La Manso

La prima a sfoggiare ufficialmente questi anelli è stata la pop star Miley Cyrus nel …